Cloud
Traderlink
Cerca
 

Il buongiorno di Lapidari – 22/05/2019

22/05/2019 14:13

Apertura laterale/cedente all’interno di sedute di consolidamento non comunque estremamente rialziste da parte dei principali listini europei. Interessante è il recupero del nostro BTP, che è ritornato sopra quota 130: a pensar male (o bene, a seconda dei punti di vista) potremmo interpretarlo come segnale che le prossime elezioni europee non dovrebbero avere un risultato sgradito al gli operatori finanziari sono comunque piuttosto prudente visto che si sono abbondantemente scottati la comunità finanziaria.

Gli operatori sono comunque abbastanza prudenti, poiché si sono già sufficientemente scottati con le iniziative di Trump e gli scivoloni delle ultime sedute. Stamattina parla Draghi e vedremo se darà indicazioni interessanti, anche se non ci spererei molto perché ultimamente il governatore BCE non è particolarmente ottimista, per cui non credo che dalla Banca centrale europea arriveranno segnali positivi per le borse.

La volatilità resta sempre sostenuta anche se ieri non abbiamo visto le escursioni delle ultime sedute.

La mia idea resta quella di un mese comunque che aspetta i risultati delle elezioni europee per tirare le somme, che con lo spread italiano vicino a 300 e il conflitto americano/cinese non ha grandi probabilità di concludersi in positivo. Su SP 500 la performance ad oggi è negativa di oltre 3%. In Europa perdiamo meno ma comunque Dax sta sotto del 2%.

Direi pertanto che consigli per gli acquisti sono più che altro suggerimenti di utilizzare fasi di debolezza, in questa settimana, per operatività comunque legate al breve/brevissimo/intraday.

Sul fronte valutario, viene sta riprendendo forza anche sul dollaro (quest’ultimo in realtà ancora piuttosto tonico sulle altre valute) e questo significa due cose: la prima è che il conflitto America Cina è abbastanza lungi dall’essere addomesticato, e la seconda è che gli operatori sono abbastanza scarichi di azionario e non hanno voglia di prendersi particolari impegni rialzisti sulle borse.

Di conseguenza non intravedo, al momento, particolari indicazioni di direzionalità, e quindi saranno i livelli che andremo ad individuare a darci delle eventuali indicazioni.

Dax oggi parte un po’ dai supporti di area 12.120. Ha chiuso a 12.160 e quindi credo che solo il superamento di questo importante livello, dove ieri abbiamo visto evidenti resistenze ad andare oltre tale zona di prezzo/valore, possa rappresentare un viatico per andare a cercare prima zona 12.182/12.195 e successivamente un superamento più forte di 12.200. Resistenze 12.213/12.245, oltre le quali non insistere personalmente a pensare in chiave positiva. Bel supporto per oggi alla media mobile a 200 periodi orari in area 12.090 al di sotto della quale i supporti più interessanti sono fra 12.050 e 12.035.

Milano ha il solito supporto di 20.515, al di sotto del quale in caso di forti discese abbiamo 20.450 e poi 20.290. Anche per Piazza Affari c’è il problema del tappo a rialzo rappresentato dai massimi di ieri, per i quali c’è 20.775, e in successione 20.840 e 20.900. Non penserei assolutamente che si andrà sopra 21.000 e quindi eventuali azioni di acquisto devono essere veloci e senza obiettivi molto ambiziosi, mettendo un allarme al di sopra di 20.700 che probabilmente è un livello che potrebbe far partire qualche ricopertura da parte dei ribassisti.

Sto seguendo con attenzione determinate zone di prezzo dei mercati americani, perché ritengo che la pressione a ribasso delle prime sedute di questa settimana potrebbe attenuarsi con il superamento di 2873 di SP 500 e 7465 di Nasdaq. Soprattutto quest’ultimo è indice molto importante (questi sono prezzi dei contratti futures) visto che ha molto risentito del conflitto Usa/Cina.

Attenzione massima è invece sui supporti, a partire da 25.650 di Dow Jones, dal momento che pare l’unico ad aver dimostrato un po’ di resilienza. Ovviamente il numero tondo di 2.850 su SP 500 è particolarmente importante.

La mia idea è che crolli all’orizzonte non ne vedo, ma al tempo stesso il clima assai poco visibile sui principali mercati richiede che tutti i trader abbiano la mano molto veloce sul mouse, e che non abbiano paura di stopparsi per poi eventualmente rientrare successivamente.

Non è un mercato di cui fidarsi, assolutamente.

Tornerebbe invece una bella positività qualora Nasdaq che superasse 7530, che secondo me è un po’ “il prezzo” della seduta e forse anche della settimana.

Sono calcoli elaborati anche attraverso gli algoritmi del nuovo indicatore Lapidari Sentiment, del quale parlerò durante i prossimi convegni di Milano del 29/5 e di Verona del 30/5 prossimi, per i quali riporto anche il link di iscrizione.

https://form.jotformeu.com/italiandesk/grand-tour-2019---milanoverona?mc_cid=4456893127&mc_eid=e0ffa109ee


Giovanni Lapidari

 

 


TAG:

Bull or bear Europa Mercati Supporti e resistenze

AUTORI:

Giovanni lapidari

GRAFICI:

Dax Dow jones Nasdaq S&p 500 Sopra

TRADERPEDIA:

Nasdaq Resistenza Supporto Volatility (chaikin's)


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Scelti per te

Trading Online -Market Index Charts'Widget - dBar

Copyright © 1996-2019 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x