sistemi di borsa gestione dati videocomunicazione

Venti contrari sul dollaro

16/10/2017 16:56

Il movimento di rimbalzo del dollaro che aveva caratterizzato nelle ultime settimane il mercato dei cambi, ha subito un fase di arresto imputabile a tre fattori in particolare.

  • Innanzitutto, le indiscrezioni in arrivo sul fronte fiscale a Washington fanno trapelare ancora una volta una serie di problemi legati alla riforma fiscale, mettendo in dubbio la capacità dell’amministrazione americana di ottenere un risultato accettabile.
  • In secondo luogo, i verbali della Fed pubblicati in settimana (e relativi alla riunione di settembre) mostrano un tono incerto dovuto ad una divergenza di opinioni sulla natura transitoria dei fattori che stanno facendo da freno all’inflazione. Questi sono in contrasto con il tono molto aggressivo mostrato dalla Yellen in conferenza stampa, la quale aveva radicato le aspettative per un rialzo dei tassi a dicembre e confermato il sentiero di rialzi per l’anno prossimo.
  • Il dollaro ha abbandonato poi i suoi massimi a causa delle indiscrezioni secondo le quali il presidente Donald Trump possa scegliere alla guida della Fed un esponente meno aggressivo di quanto ci si aspettasse in un primo momento. Secondo le voci in circolazione il governatore Fed Jerome Powell sarebbe ora favorito rispetto all’ex governatore Kevin Warsh da parte del segretario del Tesoro Steven Mnuchin. Powell viene considerato più accomodante rispetto a Warsh, che invece ha criticato apertamente in passato il programma di acquisto bond della Fed.

Il mercato dei cambi e dei tassi sembra aver trascurato una serie di dati macroeconomici assai positivi, quali ad esempio il dato sui prezzi della produzione USA (in buon aumento) e l’aumento dei salari orari medi (report sul mercato del lavoro), che lasciano presagire un risveglio dell’inflazione americana con conseguente reazione della Banca Centrale. I mercati al momento sospendono qualsiasi giudizio in attesa del dato sui prezzi al consumo in uscita oggi, ma le pressioni inflazionistiche si fanno sempre più concrete.


Articolo a cura di Banca del Piemonte
 

Fonte: www.finanzaoperativa.com

Vuoi ricevere gratuitamente la Newsletter settimanale di FinanzaOperativa.com? Scrivi all'indirizzo info@finanzaoperativa.com

Autore: Finanzaoperativa
Canale: News E Analisi Dei Mercati
Servizio: Analisi
Tagged: Analisi Tecnica, Dollaro, Federal Reserve, Valute
Traderpedia:

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Apple Store
Apple Store

Titoli caldi: in evidenza

VT5 Indice di Forza Relativa (RSI)
STEFANEL RISP NC, EVONIK INDUSTRIES, ...
L'RSI indica situazioni di IPER-VENDUTO o IPER-COMPRATO, con un valore che va da 0 a 100. In cima alla graduatoria i titoli in Iper Comprato in base all'RSI calcolato a 21 giorni.

Scopri i Pattern Light di oggi

Pattern di prezzo AUTOGRILL SPA, BCA MPS, ...
Formazioni grafiche ricorrenti sui titoli: spesso preannunciano rialzi o ribassi.


Seguici su Facebook
BORSA ITALIANA: Quotazioni di borsa differite di 20 min.
MERCATO USA: Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)
FOREX: Quotazioni fornite da FXCM
Copyright © 1996-2017 Traderlink Srl - contact@traderlink.it - Privacy   -   Cookie
commenti suggerimenti commenti e segnalazioni - DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x