sistemi di borsa gestione dati videocomunicazione

Btp sotto stress

25/08/2017 16:31

Agosto con bassi volumi di scambi, tipico del periodo estivo, quando l’assenza di molti trader limita la liquidità. Anche le aste governative e le emissioni obbligazionarie hanno preso una vacanza, salvo rivedere qualche deal nei giorni scorsi, soprattutto in dollari. Per le aste si ripartirà nella prossima settimana con le emissioni di fine mese, con i Bot a sei mesi che il Tesoro collocherà il 29 agosto.

A Piazza Affari si sono mossi alcuni titoli di peso, in primis Fca, su possibili accordi con altre case o scorpori dei marchi Alfa Romeo e Maserati.

Sul segmento “governativi” sembra partita una fase di volatilità sul mercato italiano, protagonista negativo delle ultime sedute tra i bond europei, in un misto di crescenti preoccupazioni legate all'avvicinarsi del momento in cui la Bce delineerà il proprio piano di riduzione del Qe e al rischio connesso alle elezioni politiche attese in primavera.

Lo spread contro il Bund decennale si è ampliato fino a 176 pb, massimo da metà luglio, mentre il rendimento del Btp 10y rimane in area 2,11%.

Sulla parte corporate al centro dell’attenzione il default di Air Berlin che non ricevendo più il supporto finanziario della controllante Ethiad, nonostante sui mercati le ultime rassicurazioni fossero arrivate dalla stessa ancora nello scorso maggio, ha dovuto attivare le procedure di protezione dai creditori. La conseguenza è stata la sospensione del pagamento delle cedole sui titoli quotati e il crollo dei bond in circolazione a prezzi intorno ai 15 punti. E’ bene sottolineare come la Germania, spesso portata ad esempio positivo in molti campi, si trovi ancora al centro dell’attenzione per una società che danneggia i risparmiatori retail. Forse con troppa facilità si è permesso alle società tedesche di accedere al mercato dei capitali con tagli da 1000 euro che agevolavano la clientela retail. Questo mercato in Germania si è molto sviluppato negli ultimi anni e vi hanno avuto accesso tante piccole società. Il default di Air Berlin è solo l’ultimo caso di una serie che ha riguardato comunque delle aziende ben conosciute sui mercati e dai consumatori, lasciandoli al loro destino.

Tra queste negli ultimi mesi, la Rickmers una dei principali attori mondiali nel trasporto merci via mare; la Alno uno dei leader mondiali nel settore delle cucine per la casa; la Ktg Agrarche era stata presentata come uno dei campioni in campo agricolo. Tutto ciò porta a rivalutare positivamente la scelta delle nostre autorità di vigilanza di quotare i minibond in Italia attraverso canali operativi accessibili solo ad investitori professionali.

Passando alle nuove emissioni della settimana, quelle in euro sono state poche, tra queste la società di costruzioni Lafarge Holcim che è uscita con 750 milioni di euro all’1,75% e scadenza nell’agosto del 2029. Il taglio minimo del titolo è di 100 k +1000 ed il prezzo di collocamento è avvenuto a 98,774, con scambi in salita nel successivo grey market sopra quota 99, rating fissato a Baa2.

Stesso rating per la società di servizi danese ISS che ha emesso 600 milioni con scadenza 31/8/2027 a cedola dell’1,5%. Taglio minimo 100k+1000 e prezzo di collocamento a 99,908. In questo caso gli scambi successivi sono avvenuti sotto il prezzo di collocamento in area 99,70. Sul settore finanziario, lungo titolo per l’olandese Nwb Bank che ha rating tripla A, con 600 milioni al 2048 di “social bond” con cedola dell’1,625% e prezzo di emissione a 98,42 che esprime un rendimento dell’1,692% a scadenza. Obiettivo del titolo è finanziare i progetti di edilizia popolare; il taglio minimo è di 100 k+1000 e successo tra gli investitori col titolo che ha già preso una figura dal collocamento.

Un nome nella cronaca quotidiana della settimana è stata la cinese Great Wall per le voci d’interessamento a Jeep. Oltre a ciò la società automobilistica con rating A3/A-/A ha effettuato un road show per emettere un multitranche in dollari a 3, 5 e 10 anni con rendimenti rispettivamente attesi in area +165/+175/+210.

Settore auto in dollari assoluto protagonista della settimana, infatti anche la coreana Hyundai ha emesso un doppio deal da 900 milioni, rispettivamente per 600 con scadenza 2022, cedola del 3% e 300 milioni con scadenza 2027 e cedola del 3,625%. Il taglio minimo è di 200 mila dollari +1000 ed il rating assegnato è Baa1/A-. Sostanzialmente gli scambi di grey market sono di poco sopra i rispettivi prezzi di collocamento.

Il deal in dollari più “chiacchierato” sui mercati è stato quello della Tesla Motor, uscita col primo deal da 1,8 miliardi, cedola del 5,3% scadenza 15 agosto 2025 e taglio minimo da 2000 dollari +1000. Il rating della società è “junk” a B3/B- e molti trader hanno considerato il prezzo di emissione a 100, troppo alto per il rendimento effettivo della società, che è stata uno dei migliori titoli azionari degli ultimi mesi a Wall Street, ma che non ha ancora messo a segno un utile. Pertanto le quotazioni nelle prime sedute sono scese in area 97,5 per poi risalire sopra 98, con un rendimento effettivo a scadenza del 5,7% circa. 

Carlo Aloisio - Senior Broker Unicredit

Tratto da ITFORUM NEWS, clicca qui per leggere gli altri articoli: http://news.itforum.it/redazione/
ITFORUM - Il piu' grande evento gratuito dedicato a Risparmio Gestito & Trading On Line
 
CLICCA QUI per rivedere le precedenti edizioni!

Autore: Redazione Itforum
Canale: Newsletter Itforum
Servizio: Analisi
Grafici: Euro Bund Fut, Fiat Chrysler Automobiles, Unicredit
Tagged: Bond, Borsa, Btp, Dollaro, Finanza, Investment, Rating
Traderpedia: , , ,

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Apple Store
Apple Store

Titoli caldi: in evidenza

VT5 Aumento % nell'ultimo anno
SINTESI, SAFE BAG, ...
Variazioni percentuali nell'ultimo anno. In vetta alla graduatoria quelli con maggior aumento.

Scopri i Pattern Light di oggi

Pattern di prezzo ATLANTIA, , ...
Formazioni grafiche ricorrenti sui titoli: spesso preannunciano rialzi o ribassi.


Seguici su Facebook
BORSA ITALIANA: Quotazioni di borsa differite di 20 min.
MERCATO USA: Dati differiti di 20 min.
FOREX: Quotazioni fornite da FXCM
Copyright © 1996-2017 Traderlink Srl - contact@traderlink.it - Privacy   -   Cookie
commenti suggerimenti commenti e segnalazioni - DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x