Traderlink
Cerca
 

Fai Yoga e investi a sangue freddo

07/04/2017 15:23

Avere a che fare con i soldi non è mai facile, soprattutto se, come quasi sempre ci sono in ballo anche stress e pressione psicologica. Ecco perché riuscire a gestire le emozioni è fondamentale per ogni investitore. Da 10 anni Alessia Tanzi applica la meditazione al business, allena i manager a sviluppare soft skills come intelligenza intuitiva, carisma e impatto personale, energia fisica, emotiva e mentale, a liberarsi di ansie e preoccupazioni.
Tanzi dal 1998 pratica Yoga, dal 2007 è insegnante certificata KRI (Kundalini Research Institute) e fa parte dell’Ikyta, l’Associazione Internazionale Insegnanti di Kundalini Yoga. È Professional Neuro-Trainer certificata dal College di Neuro-Training di Melbourne, Australia, e dall’A.K.S.I., l’Associazione Italiana Kinesiologia Specializzata. Nel 2012 ha sviluppato lo Yoga Coaching e ha fondato Y-C, un’impresa che supporta le aziende nel potenziamento della propria classe manageriale attraverso discipline innovative.

Dr.ssa Tanzi, perché può essere importante la pratica yoga per chi fa finanza?

Queste discipline sono spesso considerate lontane dalla nostra cultura e dal mondo della finanza. Invece, posso dire per esperienza che sono solo pregiudizi. Si può praticare lo yoga con grandi benefici anche se non si sarebbe naturalmente inclini a un percorso spirituale, tanto più se si ha a che fare ogni giorno con gli investimenti. Inoltre, sono pratiche adatte a tutti, non occorre assumere posture impossibili per praticare yoga e meditazione. In particolare, la meditazione può essere estremamente utile per chi fa finanza. Gestire il proprio denaro quindi, o a maggior ragione affidarne la gestione ad altri, può scatenare meccanismi emotivi che vanno ben oltre la questione meramente materiale.

Ad esempio, per i consulenti finanziari?

Esatto. Il consulente deve essere anche un po’ psicologo e non entrare in risonanza con la reattività del cliente. Insomma, il consulente non può permettersi di gestire solo se stesso, deve interagire anche con i comportamenti del cliente.

Gli errori più comuni che invece si fanno?

Sicuramente, il più comune è quello di farsi guidare dalla propria emotività, prendendo decisioni di carattere difensivo o eccessivamente conservativo. La paura e lo stress, infatti, inibiscono certe aree del cervello, in particolare i lobi frontali e l’emisfero destro, quelle deputate all’elaborazione di nuove strategie.

Quali sono gli altri esercizi che aiutano ad avere la mente rilassata per investire?

Oltre alla meditazione, come ha ampliamente dimostrato il prof. Herbert Benson del Benson-Henri Mind-Body Medical Institute, Massachussets, altrettanto efficaci sono tutte le attività che richiedono la concentrazione su movimenti, parole, suoni ripetitivi. Quindi, per esempio, anche il jogging o la preghiera.

Pratiche che hanno a che fare con la finanza comportamentale? 

La finanza comportamentale è legata principalmente alla psicologia cognitiva e sociale e come questa si intreccia con i mercati finanziari. Rispetto all’approccio pratico che propongo, basato da un lato sulle conoscenze yogiche antiche e dall’altro sulle recenti scoperte in ambito neuro-scientifico, i principi chiave della finanza comportamentale si riferiscono sostanzialmente alla presa di decisioni in condizioni di incertezza. Cioè avere una mente sufficientemente chiara e focalizzata, ma anche usare in maniera sinergica gli approcci razionale e intuitivo. Quest’ultimo, per esempio, viene spesso sottovalutato.

Cioè?

Quando si fa riferimento all’ “euristica” occorre non cadere nel tranello legato all’epoca in cui certi studi sono stati fatti, quindi a una questione culturale, che vede come attendibile e di valore solo il processo strettamente razionale di presa delle decisioni. Le decisioni corrette sono quelle che prevedono l’apporto sinergico di razionalità e intuito. Usare l’intuizione non significa prescindere dalla conoscenza di dettagli e fatti, ma significa piuttosto elaborare queste informazioni in maniera più completa, con una visione che supera la lotta tra l’avversione al rischio e la voglia di buttarsi senza considerare i rischi. Nello yoga, questo spazio si chiama “mente neutra”.

Quali attività porterà a Rimini?

A Rimini insegnerò qualche strumento pratico, molto efficace, per non perdere sangue freddo e presenza di spirito nella presa di decisioni di investimento e nella relazione con il cliente. In particolare nelle situazioni di incertezza o difficoltà, serve a poco sapere come ci si dovrebbe comportare, i ritmi sono talmente incalzanti che i comportamenti appropriati devono essere messi in atto naturalmente e velocemente. L’unica soluzione è allenarsi a farlo, e lo possiamo fare allenando direttamente il sistema nervoso e ghiandolare, con semplici esercizi di respirazione e meditazione, da praticare ogni giorno per 10 minuti.
 

© TraderLink News - Direttore Responsabile Marco Valeriani - Riproduzione vietata



TAG:

Fundamental Investment

AUTORI:

Redazione itforum

GRAFICI:

Mindbody, inc.

TRADERPEDIA:

Investitori Rischio Sar Supporto


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Copyright © 1996-2020 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x