sistemi di borsa gestione dati videocomunicazione

Senza troppe certezze... (e 2 bonus cap su Telecom)

24/01/2018 10:46

Questa rubrica esce generalmente il giovedì, occasionalmente il venerdì, il sabato o il mercoledì. Eccezionalmente il lunedì o il martedì. Insomma esce quando ci sono occasioni particolari, così, per abituare il lettore che, come nel trading, non devono esserci troppe certezze.
 
Le certezze sono dei lussi, ci si siede sugli allori quando ci sono certezze e un trader deve abituarsi all’indeterminatezza del divenire, deve ricercare la morte finanziaria del trade in atto, corteggiarla, inseguirla e, così facendo, allontanarne gli effetti indiretti. La paura è il principale effetto indiretto della morte finanziaria. La paura è un optional, un ospite sgradito in ogni strategia che si può lasciare alla porta.
 
I samurai si addestravano a non temere la morte, si consideravano già morti quando iniziava una battaglia e questa era la loro forza. Parte dei danni che una battaglia provoca erano evitati, la paura veniva invitata a non presentarsi all’appuntamento con la morte. Oggi nel trading la paura è il padrone del castello per molti aspiranti trader.
 
La paura per un investitore espone a gravi pericoli per quanto attiene la sopravvivenza finanziaria, è nella mancanza di paura che si deve ricercare la visione neutra, priva di condizionamenti.
 
Il dilemma di chi è senza certezze è fino a quando fidarsi ciecamente di quello che vede, frase che ha una sua intrinseca dose di poesia.
 
L’indice FTSE MIB dopo aver testato la sua storica struttura di minimi e massimi crescenti non ne vuol proprio sapere di dare il minimo spazio a una parvenza di movimento ribassista. Non c’è alternanza.
 
Ora un trader dovrà preoccuparti non tanto di prevedere il futuro quanto di capire quando l’aria sta cambiando, vi propongo alcuni numeri, semplicemente le variazioni percentuali del nostro indice:
 
2 gennaio 2018           -0,04%
3 gennaio 2018           +0,27%
4 gennaio 2018           +2,77%
5 gennaio 2018           +1,11%
8 gennaio 2018           +0,37%
9 gennaio 2018           +0.7%
10 gennaio 2018         +0,66%
11 gennaio 2018         +0,64%
12 gennaio 2018         +0,53%
15 gennaio 2018         +0,49%
16 gennaio 2018         -0,21%
17 gennaio 2018         +0,08%
18 gennaio 2018         +0,49%
19 gennaio 2018         +0,5%
22 gennaio 2018         +0,59%
23 gennaio 2018         +0,64% a 24035 alle 9:20
 
Ora questa sequenza impressionante di numeri, impressionante non tanto per la quantità ma per la qualità del movimento. In parole tecniche: bassa volatilità e alta direzionalità.
 
Un paradiso per chi ha portafogli long, per il trading di posizione. Un inferno per il trading che cerca swing, semplicemente in estinzione! D’altronde l’adattamento è una qualità che deve essere presente nella mente di un trader e il mutare delle condizioni di base deve far mutare le tattiche che si applicano.
 
Torniamo al 23 gennaio. Dopo un rally ininterrotto, partito a inizio anno, i prezzi sono arrivati a ridosso di una quota visibile a tutti come una gigantesca resistenza, quota 24.000. L’apertura del 23 gennaio è stata inferiore a quella quota per poi raggiungerla durante i primissimi minuti di contrattazione e superarla fino a 24035 alle 9:30. Ma come tutti i movimenti che arrivano lunghi e decisi in una resistenza o in un supporto c’è stata la chiamata alle vendite con chiusura sui minimi e in area negativa.
Sia chiaro, uno storno da questi livelli non muta certo il trend di fondo e va considerata una opportunità di trading swing, e tuttavia prendere nuove posizioni a ridosso del test chiave del movimento del FTSE -MIB è roba da impavidi puri. Un po’ troppo.
 
Qualche occasione si potrebbe cercare su titoli che non hanno corso molto o che sono in una fase laterale, una macro fase laterale andrebbe ancora meglio, una prima selezione può essere questa:
 
Italgas
Leonardo
Luxottica
Ferragamo
Telecom
 
Sono titoli che possono essere interessanti per qualche bonus cap o top bonus, da questa lista, tutta da analizzare e dettagliare, manca Saipem che è assolutamente da seguire data la particolare situazione tecnica del titolo che sta facendo girare i prezzi in area 4.
 
Concentro la mia attenzione su TELECOM. I prezzi oscillano attorno a quota 0,75 e una strategia long potrebbe essere interessante con barriera molto lontana, capace di assorbire eventuali ribassi estesi.
C’è un bonus cap interessante, ISIN DE000HV402D9 che scade il 15 giugno 2018, meno di 6 mesi di vita dunque, con barriera a 0,611125 e bonus a 109,5. Lo si compera, nel momento in cui scrivo con il titolo a 0,7141 a 101,8. Il rendimento potenziale del 7,7% che su base annua è quasi un 20%. La barriera è distante 17,5 punti percentuali, a dire il vero non moltissimo, ma strumento molto interessante in caso di ribasso del mercato di 4-5 punti percentuali.
 
Per chi è più pavido c’è un prodotto simile, con scadenza il 21 dicembre 2018, barriera a 0,5705, bonus a 112. Questo significa un rendimento del 12,45% a fronte di una barriera del 23%.
 
Come per il prodotto su Safilo che abbiamo seguito nei mesi scorsi, pianificandone il movimento, su telecom è questione di profilo personale di rischio. Prendere una posizione e incrementarla è spesso meno rischioso di prendere la posizione intesa subito. Questione di rpeferenze.
 
Tra qualche giorno farò il punto della situazione dettagliato, cercando altri strumenti a basso rischio. Ora, a ridosso di 24k l’attesa sembra la scelta meno rischiosa. L’attesa ricercando occasioni che il tempo potrà palesare.
 
 
VARIE
1) Il gruppo FB che amministro, Traderpedia - Gruppo di discussione sul trading è stato creato per discutere di analisi tecnica e di questa rubrica. Iscrivetevi se volete aggiornamenti della rubrica in real time o se semplicemente volete discutere di analisi tecnica, siamo già 8745 https://www.facebook.com/groups/traderpedia/

2) è uscito il mio nuovo libro “Il Trading d’Azzardo – Quando un trader si fa giocare dal caso”, in formato cartaceo e disponibile su Amazon a questo link: http://amzn.to/2qdjO7Z

TAG:

Indici

AUTORI:

Stefano fanton

GRAFICI:

Telecom italia


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Analisi

Analisi quotidiana dei mercati finanziari

sintesi serale 14/12/2018    

Dati macro deludendi portano vendite in Europa.

Prossimi eventi didattici

Video-analisi

Trading Online -Market Index Charts'Widget - dBar
Seguici su Facebook
BORSA ITALIANA: Quotazioni di borsa differite di 20 min.
MERCATO USA: Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)
FOREX: Quotazioni fornite da FXCM
Copyright © 1996-2018 Traderlink Srl - contact@traderlink.it - Privacy   -   Cookie
commenti suggerimenti commenti e segnalazioni - DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x