Cerca
 

Bitcoin a razzo sopra quota 8.100$: 3 teorie sul boom di BTC

14/05/2019 00:46

Nuovo boom delle quotazioni del Bitcoin (BTC). Al termine di un'altra giornata di acquisti record, che segue un balzo di oltre 1000 dollari già messo a segno nel weekend, la principale criptovaluta ha allungato il suo rally in avvio di settimana portandosi per la prima volta quest'anno sopra quota 8.000 contro il dollaro americano

Bitcoin quotazioni: prezzo BTC sopra 8.000$ 

Dopo la raffica di acquisti che tra sabato e ieri aveva rapidamente portato il prezzo sopra i $ 7.000, BTC ha proseguito la sua corsa nel corso della giornata di lunedì 13 maggio avvicinandosi rapidamente alla soglia degli 8.000, e dopo una nuova accelerazione ha sfondato nella tarda serata anche la soglia degli 8.100$ prima di un leggero ritracciamento: intorno alla mezzanotte ora italiana, i dati in tempo reale del sito di settore CoinDesk registrano un prezzo di $ 8.087 dollari che rappresenta un progresso del 14% nelle 24 ore.

Criptovalute, Bitcoin rompe gli argini: BCT a quota $.6000

Nel frattempo, mentre gli analisti di mercato faticano a identificare con precisione i catalizzatori dietro il revival sperimentato da tutta l'industria delle criptovalute sin dall'inizio di aprile, fioriscono sulla stampa specializzata le teorie più disparate sull'aggressiva corsa agli acquisti negli ultimi giorni.

Bitcoin record: BTC bene rifugio e argine contro guerra commerciale

Una di queste, oggi avanzata anche sulle pagine della CNBC, fa riferimento al diverso comportamento mostrato in queste ore dai prezzi del Bitcoin rispetto ai mercati azionari, fin dalla scorsa settimana sotto forte pressione e oggi colpiti da una pioggia di vendite con il rinfocolarsi delle tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina. 

Secondo questa tesi, alla base di tale correlazione inversa ci sarebbe il fatto che BTC, che ha nel corso dell'ultimo anno faticato ad affermarsi come mezzo di pagamento, viene ora sempre più riconosciuto nella percezione degli investitori come un bene rifugio e deposito di valore: una percezione che può avere spinto investitori facoltosi a dirigere i loro investimenti verso le criptovalute come argine contro una prevista sottoperformance degli asset tradizionali.

Bitcoin: servono gli istituzionali istituzionali per rally mainstream?

Per certi aspetti connessa alla prima, è inoltre un'altra tesi secondo cui questa nuova fase di rialzi delle crypto potrebbe dipendere dalle rinnovate speranze di un maggiore ruolo nel mercato da parte degli investitori istituzionali

All'inizio della scorsa settimana, un report di Bloomberg ha rivelato ad esempio che una società che fa capo a Fidelity Investments, colosso dell'asset management globale con un patrimonio di oltre 2,4 mila miliardi di patrimonio in gestione, inaugurerà nelle prossime settimane un servizio di trading su criptovaluta per investitori istituzionali.

Segnali nella stessa direzione, ricorda oggi il sito MarketInsider, sono inoltre arrivati recentemente da altri player del settore come il broker online TD Ameritrade o dalla società di brokeraggio E*Trade, che si prepara a lanciare a sua volta una sua piattaforma di compravendita: alla base della teoria, l'idea che un coinvolgimento dei cosiddetti Big Money possa rafforzare la credibilità delle criptovalute come asset alternativo e innescare in questo modo un'adozione mainstream del Bitcoin.  

Bitcoin boom: la criptovaluta sale grazie a fattori tecnici

Un'altra spiegazione lega infine a fattori puramente tecnici l'accelerazione rialzista delle ultime ore.

Michael Moro, CEO della società d'investimento Genesis Global Trading, ha ad esempio ribadito oggi una tesi circolata già nei giorni scorsi, ovvero che il rally è stato innescato dalla rottura di un livello chiave in area 6.000 dollari, superato la scorsa settimana per la prima volta dallo scorso novembre.

Proprio aspetti di carattere tecnico erano state peraltro incluse alcune settimane fa da uno degli analisti più noti nella comunità cripto, Tom Lee di Fundstrat Global Advisors, all'interno di una lunga lista di fattori indicati come segnali della fine del lungo inverno cripto, ovvero l'inarrestato declino che aveva fatto scendere le quotazioni del Bitcoin, tra la fine del 2017 e i primi mesi di quest'anno, da un picco record di quasi 20mila a poco più di tremila dollari:

Uno di questi secondo Lee, un ex strategist di JPMorgan, si è verificato ad aprile, quando il Bitcoin ha rotto al rialzo la sua media mobile a 200 giorni, un indicatore dell'analisi tecnica ampiamente riconosciuto tra gli esperti di mercato come spia del momentum positivo di un asset.

Fonte: News Trend Online
 


TAG:

Analisi Bitcoin Borsa Cryptovalute Investment

GRAFICI:

-media- Asset management Bitcoin Sopra


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Prossimi eventi didattici

29/05/2019
LIVE TRADING: Opera con i professionisti del trading

Scelti per te

Trading Online -Market Index Charts'Widget - dBar

Copyright © 1996-2019 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK