Cerca
 

Criptovalute: nasce JPM Coin, il Bitcoin di JPMorgan

14/02/2019 20:50

Nel 2017 il CEO di JPMorgan Chase, Jamie Dimon, lanciò feroci critiche all'indirizzo delle criptovalute, definendo il Bitcoin una frode e una bolla finanziaria. Adesso però, paradosso dei paradossi, il colosso finanziario americano stupisce i sostenitori della blockchain annunciando che sarà la prima banca al mondo a creare una moneta digitale.

Criptovalute, arriva JPMCoin, il Bitcoin di JPMorgan

Si chiamerà "JPM Coin," e secondo quanto ricostruisce oggi la Cnbc essa servirà per il momento a gestire una piccola frazione di quasi 6 mila miliardi di dollari che la banca muove ogni giorno in giro per il mondo.

JP Morgan si starebbe insomma preparando per un futuro in cui parte essenziale struttura del capitalismo globale, dai pagamenti transfrontalieri alle emissioni di obbligazioni corporate, si trasferirà sulla rete crittografica: una tecnologia resa celebre dalla sua prima applicazione, appunto Bitcoin, ma che secondo Umar Farooq, a capo della divisione blockchain della banca, ne ha potenzialmente molte altre. 

Non una moneta per tutti

JPM Coin sarà comunque molto diversa da quasi tutte le principali cryptocurrencies in circolazione, dallo stesso Bitcoin a Ripple ed Ethereum. 

L'agenzia di news segnala infatti che la moneta di JPMorgan non finirà nei portafogli digitali degli investitori retail, ma potrà essere utilizzata solo da grandi clienti istituzionali che hanno superato dei controlli regolatori, come banche, grandi aziende e società di brokeraggio.

Inoltre, essa è pensata in modo da evitare il problema che continua a rendere le currencies digitali poco affidabili come mezzo di pagamento: l'estrema volatilità del rapporto di cambio con il dollaro.

Come funziona

Ogni JPM Coin potrà infatti essere riscattato in qualsiasi momento al prezzo di un dollaro, in un modo simile a quanto accade ad alcune delle cosiddette "stablecoins": dopo aver ricevuto una certa quantità di criptovaluta dietro deposito di una somma equivalente in valuta americana all'interno della stessa banca, i clienti potranno utilizzarli per un pagamento o per un acquisto di una security sulla blockchain: dopodiché la banca distruggerà i suoi "gettoni" crittografici e restituirà un ammontare in dollari equivalente. 

Il futuro del capitalismo è nella blockchain?

La creazione di JPM Coin, che rappresenta la prima applicazione reale di criptovaluta da parte di una banca, è la dimostrazione dell'approccio ambivalente che il sistema finanziario adotta verso la blockchain da una parte, e verso le criptovalute che su di essa viaggiano dall'altra: favorevoli a esplorare la prima, molte grandi banche hanno più volte avvertito dei rischi che le seconde comportano come classe d'investimento, e lo scorso anno la stessa JP Morgan è stata tra quelle che hanno vietato ai loro clienti gli acquisti di Bitcoin con carta di credito.

 

Fonte: News Trend Online

TAG:

Analisi Banche Bitcoin Cryptovalute

GRAFICI:

-retail- Bitcoin Ethereum Ripple


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Prossimi eventi didattici

27/03/2019
LIVE TRADING: Opera con i professionisti del trading

Scelti per te

Trading Online -Market Index Charts'Widget - dBar

Copyright © 1996-2019 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK