sistemi di borsa gestione dati videocomunicazione

CAPITOLO 3

I TASSI D'INTERESSE

3.1.5     Relazioni tra tassi a breve e tassi a lungo termine

     Lo scarto tra tassi d'interesse rispetto alle diverse scadenze descritto dalla curva dei rendimenti rappresenta un continuum dal breve al lungo termine; tuttavia va fatta una fondamentale distinzione tra i fattori principali che determinano il livello ed i cambiamenti nei tassi ai due estremi della scala temporale.
I tassi a brevissimo termine sono solitamente dominati dalle operazioni effettuate nel mercato monetario dalla banca centrale, generalmente per obiettivi di politica monetaria.
I tassi a lungo termine sono al contrario prevalentemente influenzati da forze di mercato, quali il governo nel soddisfacimento del fabbisogno finanziario pubblico, la domanda di fondi a lungo termine del settore privato, e le aspettative sul futuro andamento del tasso d'inflazione.

     Tuttavia la forte connessione tra i tassi d'interesse a diversa scadenza implicita nella curva dei rendimenti è evidente anche dal punto di vista empirico, dato che un forte cambiamento dei tassi a breve (indotto ad esempio dall'azione della banca centrale) si riflette generalmente in un cambiamento di minore entità, nella stessa direzione, dei tassi a lungo termine.
Perciò la variazione del costo del denaro nel mercato monetario a brevissimo termine si trasmette velocemente sull'intera scala temporale delle scadenze fino al mercato dei titoli di Stato di lunghissimo termine.

     Questo processo di trasmissione non richiede naturalmente che i possessori di attività finanziarie a breve termine si spostino verso impieghi che stanno all'altro estremo della scala temporale; sono certamente mercati separati, nei quali l'approccio all'investimento è diverso.
Piuttosto è probabile che si verifichi una successione di piccoli spostamenti nell'ambito delle diverse scadenze, sufficiente comunque perché abbia luogo la trasmissione dell'impulso (ripple effect) 1.

     Nonostante quello appena descritto sia il modello generale, si possono verificare delle situazioni in cui la variazione dei tassi d'interesse a breve si ripercuote su un cambiamento di segno opposto dei tassi a lungo.
Questo caso si verifica frequentemente quando il cambiamento nei tassi a breve genera delle diverse aspettative riguardo all'inflazione.
Ad esempio se l'aumento del costo del denaro per finanziamenti con scadenza ridotta viene percepito come una decisa misura antinflazionistica, il tasso a lunga scadenza potrebbe indebolirsi con una curva dei rendimenti più appiattita.


1 Kern D. Gutmann P. ,Interest Rate Analysis and Forecasting, Woodhead-Faulkner (1992).
Cap 3-1-4 Indice Cap 3-2

Titoli caldi: in evidenza

VT5 Somiglianti al Mibtel
PIQUADRO, BIESSE, ...
In cima all'elenco quelli che tendono a muoversi in modo simile all'indice.

Scopri i Pattern Light di oggi

Pattern di prezzo CATTOLICA ASS, CLASS EDITORI, ...
Formazioni grafiche ricorrenti sui titoli: spesso preannunciano rialzi o ribassi.


ENTRA in traderlinkcloud.it

Nuova piattaforma web gratuita TraderLink Cloud:
grafici interattivi, dati in tempo reale, allarmi, segnali, report..

Entra »

Pietro Di Lorenzo
Sarà una settimana decisiva!

Enrico Malverti
Per ora solo uno storno fisiologico

Trading Online -Market Index Charts'Widget - dBar
Seguici su Facebook
BORSA ITALIANA: Quotazioni di borsa differite di 20 min.
MERCATO USA: Dati differiti di 20 min.
FOREX: Quotazioni fornite da FXCM
Copyright © 1996-2017 Traderlink Srl - contact@traderlink.it - Privacy   -   Cookie
commenti suggerimenti commenti e segnalazioni - DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK