sistemi di borsa gestione dati videocomunicazione

CAPITOLO 7

ANALISI TECNICA CANDLESTICK

7.2     Cos'è un candle chart

     Nel capitolo precedente i Candlestick sono stati introdotti come uno strumento grafico parallelo ad altri mezzi, tutti volti alla rappresentazione di una serie storica di prezzi. In particolare il Japanese Candlestick costituisce un modo peculiare di interpretazione dei quattro prezzi emergenti da una sessione borsistica che ha il pregio di fornire una percezione visiva immediata della psicologia corrente di mercato.

     Nella figura 7.1 viene mostrato il confronto tra la tipica rappresentazione grafica bar-chart e la configurazione candlestick.

     È evidente come il semplice impatto visivo sia molto differente nelle due rappresentazioni grafiche; è proprio questa una delle ragioni che giustifica il recente interesse degli analisti occidentali per questa particolare metodologia. Gli strumenti dell'analisi tecnica classica possono agevolmente combinarsi con uno strumento grafico che evidenzi in modo più immediato la psicologia caratterizzante le contrattazioni di mercato.

Confronto <i>bar-chart</i> e <i>candle-chart</i> per il titolo Gemina Confronto <i>bar-chart</i> e <i>candle-chart</i> per il titolo Gemina Figura 7.1: Confronto bar-chart e candle-chart per il titolo Gemina.


     Una grafico a candele si costruisce a partire dalle stesse informazioni presenti in un grafico a barre (open, high, low, close), ma si disegna in modo differente.

     L'intera barra viene suddivisa in tre parti distinte: la parte rettangolare del candlestick è detta real body e rappresenta il range tra il prezzo di apertura e di chiusura della sessione. Quando il real body è nero, oppure full, vuol dire che il prezzo di apertura è superiore al prezzo di chiusura, ovvero la base superiore del rettangolo corrisponde al valore dell'open. Quando, invece, il real body è bianco, oppure empty, significa che il prezzo di chiusura è superiore a quello di apertura, cioè l'open forma la base inferiore ed il close la base superiore (figura 7.2) 1.

Costruzione di <i>Candlesticks</i>
Figura 7.2: Costruzione di Candlesticks.


     Le linee sopra e sotto il real body sono denominate shadows e rappresentano i prezzi estremi della sessione: la shadow sopra il real body è detta upper shadow e congiunge il massimo della sessione; la shadow inferiore è chiamata lower shadow e congiunge il minimo della sessione.

     Questi e altri termini utilizzati per identificare determinati livelli della candela sono indicati nella figura 7.3.

Anatomia di una candela
Figura 7.3: Anatomia di una candela.


     È importante sottolineare che i giapponesi tengono molto più in considerazione i prezzi open e close piuttosto che i prezzi limite, ritenuti fluttuazioni estranee al conflitto continuo che contrappone compratori e venditori.

     L'accortezza che viene posta al range apertura-chiusura è alla base di una sostanziale differenza tra l'uso delle barre e delle candele; osservare le Candlestick comporta un'automatica attenzione alle singole candele e al loro colore. Una Black Candle presuppone un mercato ribassista con le forze orso predominanti; una White Candle porta invece a pensare ad una certa forza rialzista del mercato, che dopo l'apertura fa registrare prezzi in crescita. Diversamente il bar-chart pone molta attenzione ai prezzi di chiusura delle sessioni, senza dare importanza al prezzo d'apertura, tant'è che spesso nei grafici a barre non compare il piccolo trattino a sinistra.

     Il vero punto di forza delle Candlesticks è certamente però la visualizzazione di particolari configurazioni, contenenti più di una candela, che rappresentano vere e proprie interpretazioni della forza di un movimento di mercato e che non sono ravvisabili mediante le bar-charts; tali configurazioni, usualmente denominate patterns, vengono descritte attraverso una colorata terminologia 2 che si rende particolarmente appropriata nel descrivere lo stato del mercato.


1 Se apertura e chiusura sono coincidenti, la figura diventa una croce, in quanto il real body non può formarsi; questa figura caratteristica è detta doji candle e le sue implicazioni saranno esaminate in dettaglio in seguito.
2 Esempi caratteristici, che si analizzeranno in dettaglio in seguito, sono hanging man (impiccato), dark-cloud cover (cielo nero coperto), three black crows (tre corvi neri), evidentemente tutti con implicazioni ribassiste.
Cap 7-1 Indice Cap 7-3

Titoli caldi: in evidenza

VT5 Strappi % ultimo giorno (su 5 gg)
INDUSTRIAL STARS OF ITALY 3, S.S. LAZIO, ...
In cima all'elenco i titoli con aumento percentuale dell'ultimo giorno RISPETTO all'aumento realizzato nell'ultima settimana (5 giorni).

Scopri i Pattern Light di oggi

Pattern di prezzo , ENEL, ...
Formazioni grafiche ricorrenti sui titoli: spesso preannunciano rialzi o ribassi.


Seguici su Facebook
BORSA ITALIANA: Quotazioni di borsa differite di 20 min.
MERCATO USA: Dati differiti di 20 min.
FOREX: Quotazioni fornite da FXCM
Copyright © 1996-2017 Traderlink Srl - contact@traderlink.it - Privacy   -   Cookie
commenti suggerimenti commenti e segnalazioni - DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK