Traderlink
Cerca
 

I buy degli analisti da A2a a Unicredit

23/03/2020 12:00

Fidentiis giudica buy: Brembo con fair value di 9,50/10,50 euro (il CdA ha proposto la sospensione del dividendo), Buzzi Unicem con target price di 24-25 euro (il 25 marzo i risultati 2019), Cerved con con target di 9/10 euro (il Coronoavirus ferma le trattative con Intrum), Cnh Industrial con prezzo obiettivo di 12-13 euro (nonostante le dimissioni dell’ad Mühlhäuser), DoValue con obiettivo di 14-16 euro (il Cda ha deciso di postposto la distribuzione dei dividendi), Sirio con target di 17-18 euro (il 27 marzo i risultati del 2019), e Unicredit con fair value di 19-20 euro (il buyback potrebbe essere rimandato di 12-18 mesi secondo rumors).

Banca Akros assegna un buy a: Cnh Industrial con target price di 11 euro e Nexi con prezzo obiettivo di 13 euro, abbassato però dai precedenti 13,80 euro in scia alla revisione delle stime da parte dell’istituto milanese per l’impatto del Covid-19.

Giudizio inoltre accumulate per Brembo con fair value di 9 euro e Sogefi con target di 1,75 euro (chiuse temporaneamente le attività in Europa).

Equita valuta buy: A2a con prezzo obiettivo di 1,75 euro (stime di EBITDA 2020-21 ridotte del 4,5% e target -25% per effetto scenario e tassi di interesse), Aquafil con obiettivo di 8,50 euro (impianti produttivi funzionanti poichè considerati essenziali), Astm con target price di 32 euro, ridotto però del 7% (nessun problema a detta del magement sul debito anche a -25% di traffico annuo), Coima Res con fair value di 10,20 euro (rinnovato l’accordo di asset management con Coima SGR per ulteriori cinque anni), DoValue con obiettivo di 10 euro, ridotto però del 29%, Enel con obiettivo di 8,10 euro (risultati 2019 in linea con le stime e indicazioni positive con impatti contenuti nonostante la pandemia), Garofalo Health Care con target di 5,25 euro (oggi i risultati 2019, Italmobiliare con fair value di 30 euro (secondo indiscreazioni stampa Clessidra, private equity controllato al 100% da Italmobiliare, sarebbe in trattative per acquisire la Casa Vinicola Botter in alleanza con la stessa Italmobiliare a cui andrebbe una quota di minoranza), Mondadori con obiettivo di 2,05 euro (inaspettatamente il Cfo Pozzi lascia il gruppo, per nuove percorso professionale), Newlat Food con target di 8,50 euro in scia alla conferma di aver firmato una lettera di intenti con Finanziaria Centrale del Latte di Torino, socio di maggioranza di Centrale del Latte d’Italia (Cli) per trattare in esclusiva fino al 30 aprile l’acquisizione di un pacchetto di maggioranza di Cli, Telecom Italia con target di 0,52 euro (l’Agcom ha annunciato interventi nel settore TLC per la gestione dell’emergenza Covid-19) e Unipol con obiettivo di 6,20 euro (approvato il bilancio consolidato 2019).

Mediobanca valuta buy: Astm con target price di 32,90 euro, B&C Speakers con target di 11,50 euro in scia ai risultati del quarto trimestre 2019, Cnh Industrial con target price di 11,10 euro, De’ Longhi con fair value di 15 euro (fermo produttivo in Italia a causa della Covid-19), Garofalo Health Care con target di 6,40 euro, Prysmian con target di 21 euro in scia al piano 2020-2021, Nexi con prezzo obiettivo di 13 euro, Sit con obiettivo di 9,20 euro (il 26 marzo i risultati 2019), Snam con target di 4,80 euro (secondo Bloomberg sarebbe interessata a una quota di della rete distributiva del gas di Adnoc ad Abu Dhabi), Tinexta con obiettivo di 14 euro (in crescita nonostante il Covid-19) e Unicredit con fair value di 18 euro.

Banca Imi giudica buy: Be con obiettivo di 1,22 euro (il gruppo ha confermato la guidance per il 2020 e il piano industriale al 2022), Datalogic con target di 22,50 euro in scia ai risultati del precedente esercizio, De’ Longhi con fair value di 16,80 euro (solida resilienza nella scorsa crisi), Coima Res con obiettivo di 12,30 euro, Fca con target di 15 euro (secondo Bloomberg assieme a Ferrari il gruppo sarebbe in trattativa con il più grande produttore di ventilatori d’Italia, Siare Engineering, per contribuire a incrementare la produzione delle macchine durante il coronavirus) e Tinexta con obiettivo di 15,50 euro.

Giudizio inoltre add per Enel con target di 7,60 euro, Ferrari con obiettivo di 180 euro e Wiit con fair value di 116 euro dopo i risultati 2019.

Autore: Finanzaoperativa.com Fonte: News Trend Online
 

© TraderLink News - Direttore Responsabile Marco Valeriani - Riproduzione vietata



TAG:

Bank Valute Dividends Industria e lavoro Signals

GRAFICI:

A2a Aquafil Asset management Astm Be Brembo Buzzi unicem Centrale del latte d'italia Centrale del latte d'italia Cnh industrial Coima res Datalogic De'longhi Dita Dovalue Enel Engineering Ferrari Fiat chrysler automobiles Garofalo health care Italmobiliare Mediobanca Mondadori edit Newlat food Nexi Private equity Prysmian Sirio Sit Snam Sogefi Telecom italia Tinexta Unicredit Unipol Wiit


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Scelti per te

Ultimi segnali

Trading Online -Market Index Charts'Widget - dBar

Copyright © 1996-2020 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK