Traderlink
Cerca
 

Never short a dull market

15/01/2020 13:20

Una seduta da -1% sullo S&P500 manca da più di tre mesi. Gli inesperti cercano di sfruttare la sequenza benigna andando short; gli esperti sono ben consapevoli che ciò tipicamente prelude ad ulteriori progressi nelle settimane successive.

I trader dovranno tenere ancora per un po’ da parte il cappellino “Dow 30k”, in attesa di ordinare quello ormai ben più simbolico “COMP 10k”.
Gli indici americani infatti si concedono una seduta di riposo, pur conseguendo nuovi massimi storici nell’intraday. Come quegli atleti che si riposano correndo sul posto: giusto per rimanere caldi e pronti a sprintare daccapo.

Sentimentrader rileva una notevole discrepanza fra gli analisti di Wall Street: con un decollo del numero di società di cui è stato rivisto (al rialzo, s’intende) il target price; senza un corrispondente upgrade delle stime di EPS.

Analisti tecnici insomma entusiasti, analisti fondamentali sempre tiepidi. E se è vero che l’ultimo episodio simile risale a dicembre 2017, prima di un severo ridimensionamento; è altresì vero che tutti i precedenti furono seguiti da ulteriori progressi nei mesi che seguirono.


«Never short a dull market», è la raccomandazione che si fornisce ai trader neofiti: coloro che, non avendo comprato quando era il momento (ma in undici anni di bull market, ogni momento è stato quello buono...), adesso tentano il colpo della vita vendendo un mercato che apparentemente segna il passo.

L’esperienza al contrario suggerisce che rialzi con il bilancino – una chiusura inferiore al -1% sullo S&P500 non si registra da ben 68 sedute – tendono quasi ad autoalimentarsi; mentre i crash avvengono solamente lontano dai massimi di mercato, dopo una distribuzione che francamente nessuno è in grado di scorgere neanche in lontananza.

Come mostrato nel Rapporto Giornaliero di oggi, il FTSE MIB sta ricalcando abbastanza fedelmente il modello previsionale proposto a metà settembre, quando si riscontrò una confortante partecipazione corale al rialzo del mercato.

L’inizio per la verità non è stato promettente, ma Piazza Affari si è presto riallineata, e adesso punta ad un massimo che idealmente dovrebbe concretizzarsi all’inizio della seconda metà di febbraio.

Autore: Gaetano Evangelista Fonte: News Trend Online
 

© TraderLink News - Direttore Responsabile Marco Valeriani - Riproduzione vietata



TAG:

Maximum Mercati

GRAFICI:

Ftse mib


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Copyright © 1996-2020 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x