Cloud
Traderlink
Cerca
 

Provvidenziale la tenuta della media mobile a 200 giorni

15/05/2019 13:16

Con oltre il 90% delle società dello S&P500 che ha riportato i risultati di bilancio per il primo trimestre, la variazione del monte profitti rispetto al Q4 si attesta ora al +0.6%: ancora negativa in termini reali, ma sufficiente ad evitare l’onta di una Earnings recession.

La sollecitazione dell’orbita della media mobile a 200 giorni, consente a Piazza Affari di rimbalzare, dopo le pesanti perdite dei giorni precedenti.
È un comportamento benvenuto, ma insufficiente per indurre ad abbassare la guardia: tutto quanto conseguito verso l’alto dalla fine di dicembre a due settimane fa, può ancora essere rubricato come rally correttivo; terminato mestamente a ridosso del diaframma che separava questa ipotesi da scenari ben più rosei.

Il confronto con il Nikkei è ancora valido, e l’estrema compressione del TRIN a 50 giorni, in uno con il segnale di esaurimento proveniente dall’analisi della regressione lineare; sono elementi che fanno pendere l’ago della bilancia dalla parte dei ribassisti.

C’è un feroce ipervenduto, è vero; ma questa circostanza conferma la forza degli Orsi, e contiene gli entusiasmi: avendo penetrato in sequenza il long stop giornaliero, e poi settimanale; questo rimbalzo, ammesso che perduri, sarebbe destinato a non andare oltre le prime resistenze.


Ben diversa la condizione tecnica di Wall Street, decisamente preferibile a Piazza Affari anche in valuta comune.

Con oltre il 90% delle società dello S&P500 che ha riportato i risultati di bilancio per il primo trimestre, la variazione del monte profitti rispetto al Q4 si attesta ora al +0.6%: ancora negativa in termini reali, ma sufficiente ad evitare l’onta di una Earnings recession. Il deterioramento delle attese che ha preceduto la stagione degli utili ha abbassato l’asticella abbastanza da produrre un consistente volume di sorprese: ben il 79% delle società riportanti ha battuto le stime degli analisti.

Anche questo contribuisce a spiegare il buon andamento degli ultimi mesi di Wall Street, sebbene le previsioni per il secondo e terzo trimestre, siano tutt’altro che benevoli in termini di variazione attese degli EPS.

Autore: Gaetano Evangelista Fonte: News Trend Online
 


TAG:

Economia Indicatori e oscillatori Industria e lavoro Segnali Wall street

GRAFICI:

-media- Japan nikkei 225


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Contenuti dagli sponsor

Scelti per te

Trading Online -Market Index Charts'Widget - dBar

Copyright © 1996-2019 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x