Traderlink
Cerca
 

Quanto posso investire in bitcoin? Esiste una spesa minima?

01/10/2020 14:35

Esiste una cifra minima da investire in bitcoin? Chi inizia a misurarsi con questa domanda sta già sbagliando punto di partenza. Quando si inizia a pensare di investire parte del proprio patrimonio in qualunque asset o direzione, bisogna misurarsi con quanto si è disposti a perdere.

Gestire bene il proprio denaro parte da un concetto di base: quanto sono disposto a rischiare per quella singola operazione? Posso permettermi di perdere quella cifra?

Nell’immaginario collettivo l’idea di un investimento coincide sempre con la proiezione di un profitto che rappresenta una vera e propria spinta motivazionale.

Eppure chi si intende di finanza o comincia a studiare da zero si ritrova a fare i conti con il cd. Risk Management, quella parte del business che razionalizza il capitale e ne determina la salvaguardia nel tempo.

Risk management: la spesa minima dipende da noi

Per rispondere alla domanda di partenza, possiamo dire che in linea di principio non esiste una cifra minima da investire in bitcoin o altrove: salvo che si tratti di investimenti particolari che necessitano di un capitale minimo preciso.

Se voglio investire nelle criptovalute posso iniziare con cifre irrisorie di pochi euro oppure posso lanciarmi con un intero stipendio, tutto dipende da me.

C’è da dire che la scelta di impiegare una parte del proprio patrimonio economico, piuttosto che un’altra, spesso dipende anche dal tipo di operazione che vogliamo avviare e dalla piattaforma che abbiamo scelto per farlo.

Chi desidera fare trading, ad esempio, dovrà scegliere un broker di riferimento, il quale indicherà al cliente il deposito minimo per iniziare. 

Questo importo può essere variabile e indica semplicemente la cifra necessaria per iniziare a fare trading in una data piattaforma, non l’importo minimo da investire che avrà una diversa indicazione.

Vi forniamo una panoramica: 

  • eToro 200 €
  • Trade 100 €
  • Xtb 1 €
  • Plus500 100 € 
  • Fxtb 250 €
  • iqOption 10 €
  • Avatrade 250 €
  • Coinbase nessun deposito minimo

Coinbase Pro: come funziona 

Chi desidera cimentarsi nel trading di criptovalute può provare Coinbase ed avere a disposizione una serie di comodi servizi:

  • un account unico per tutte le opzioni
  • un exchange con le relative funzioni
  • un wallet di conservazione dei propri fondi
  • una piattaforma per il trading 

Con una sola registrazione si ha a disposizione un intero pacchetto di servizi che altrimenti consterebbe un numero di registrazioni diverse per ogni singola sezione.

Al termine della procedura di iscrizione, nella sua versione più completa, si ha accesso alla versione Pro che apre le porte al trading.

A differenza di altre piattaforme che si occupano esclusivamente di trading Coinbase non richiede un deposito minimo per iniziare per il semplice fatto che nasce tecnicamente come un exchange, non come broker. Per ogni singola operazione ha delle fee molto basse.
Completato quanto richiesto dalla piattaforma, si accede all’interfaccia di Coinbase Pro: pulita, semplice, intuitiva, utile anche a chi non ha mai visto una piattaforma di trading. Grafici a candele, storico degli ordini, order book, sono sempre sott’occhio e accessibili con un semplice click sul tasto corrispondente. 

Gli ordini di Coinbase Pro 

Sulla piattaforma di Coinbase Pro esistono due tipi di ordini: acquisto e vendita.

Ad essi sono associate due funzioni. 

La funzione Limit. Permette di impostare il valore che l’asset deve raggiungere per far partire l’acquisto o la vendita. 

La funzione Market.
Si occupa di definire il numero di token da acquistare e l’acquisto è istantaneo al prezzo del momento.

Deposito e prelievo hanno rispettivamente costi nulli o minimi e tra un account base e uno Pro ci sono passaggi di fondi immediati e comodi.

Anche il wallet è a portata di mano mostrando una panoramica generale delle criptovalute possedute e il loro valore in tempo reale. 

Per operare in borsa c’è una spesa minima

A differenza di altre modalità di investimento come il trading, o il semplice acquisto di criptovalute con il gioco al ribasso o al rialzo, operare in borsa richiede una spesa minima.

In genere i trader professionisti consigliano agli utenti che desiderano operare in borsa di iniziare con un importo minimo di 2.000 €. Questa somma, in effetti, non è calcolata a caso e corrisponde al capitale minimo indispensabile per poter aprire qualche posizione. Addirittura, chi desidera diversificare il proprio portafoglio borsistico dovrebbe considerare un investimento minimo di 2.000 € per singolo asset.


Le principali regole del Risk Management

Le regole da seguire quando si vuole iniziare il cripto-trading, o qualunque altra forma di investimento, sono semplici e permettono di preservare il proprio patrimonio da scelte avventate e irrazionali. 

Regola 1 – Il rischio

Il primo elemento da considerare è il fattore di rischio. Nel trading, in particolare, esistono 5 diversi tipi di rischio. 

  • Rischio del capitale: si verifica quando le parti gerenti di un progetto cripto non portano a termine quanto prospettato in sede di raccolta fondi.

    In altre parole, truffano i partecipanti bruciando il loro capitale investito. 

Consiglio: investite solo nelle criptovalute più solide e famose.

  • Rischio normativo: si verifica quando a seguito di un blocco legislativo viene emesso un divieto di trading sull’asset prescelto. 

Consiglio: scegliete di operare preferibilmente in un Paese del quale conoscete bene le leggi e l’approccio impiegato rispetto alle criptovalute.

  • Rischio di mancata liquidità: si verifica nel momento in cui il trader non sa o non può riportare il suo patrimonio criptovalutario in una valuta fiat. 

Consiglio: affidatevi a piattaforme regolamentate con licenza ufficiale.

  • Rischio di mercato: avviene quando le previsioni che si erano fatte in sede di scelta delle operazioni vengono disattese. 

Consiglio: non investite mai tutto il vostro capitale in una singola operazione. 

  • Rischio tecnico: avviene quando il trader non può prelevare i propri fondi o depositarli o operare sulla piattaforma a causa di un malfunzionamento della stessa. 

Consiglio: affidatevi solo a grandi colossi del trading che difficilmente vi daranno di questi problemi.

Regola 2 – Il capitale 

Quanto investire? Questa risposta dipende solo ed esclusivamente da quanto siete disposti a perdere.  In linea di principio è consigliabile destinare agli investimenti soltanto il 20% al massimo dell’intero patrimonio posseduto, diversificando almeno in quattro diverse aree la propria presenza a mercato. 

Regola 3 – Stop Loss e Take Profit 

Si tratta di due funzionalità sempre presenti nel trading, con la specifica funzione di limitare i danni.  Lo Stop Loss chiude la posizione aperta quando il prezzo scende fino a raggiungere una certa soglia stabilita dall’utente.

In altre parole, si mette un controllo al livello massimo di perdita accettabile. Il Take Profit liquida l’ordine aperto quando il prezzo sale fino a un certo livello. In altre parole, si mette un limite al guadagno ottenuto, prima che il mercato possa cambiare direzione. 

Preservare il capitale ha molto a che fare con la spesa minima

La pietra miliare del trading non va molto lontano dalle regole che abbiamo appena visto.
Stabilire quanto devo investire in generale e per ogni singolo campo è il primo passo da seguire per non incappare in brutte sorprese economiche. L’importanza di non dar voce all&rsquo Fonte: News Trend Online

 

© TraderLink News - Direttore Responsabile Marco Valeriani - Riproduzione vietata



TAG:

Analisi Stock Bitcoin Cryptovalute Investment Minimum Trading

GRAFICI:

Bitcoin Fiat chrysler automobiles Mec Plus500 Telefonica sa


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Scelti per te

Ultimi segnali

Trading Online -Market Index Charts'Widget - dBar

Copyright © 1996-2020 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x