Cloud
Traderlink
Cerca
 

Bond News: Euromacro

14/06/2019 15:41

Interessanti le cifre macroeconomiche pubblicate in giornata.

In Germania l'Ufficio di Statistica Destatis ha comunicato che l'Indice dei Prezzi all'Ingrosso (Wholesale Price Index) nel mese di maggio è cresciuto dello 0,3% rispetto ad aprile. Rispetto a maggio 2018 i prezzi sono aumentati dell'1,6%, in rallentamento rispetto ai tassi di crescita di aprile e marzo, rispettivamente a +2,1% e 1,8%.

In Francia l'Ufficio di Statistica Insee ha pubblicato i dati finali sull'inflazione, riportando a maggio una variazione positiva dello 0,1% su base mensile, inferiore alle attese (+0,2%) e alla rilevazione precedente, fissata su una crescita dello 0,3%.

Su base annua l'inflazione è cresciuta dello 0,9% risultando inferiore al consensus e alla rilevazione precedente, pari al +1,3%. Nel mese di maggiol'indice armonizzato dei prezzi al consumo è cresciuto dello 0,5% su base mensile ed è aumentato dell'1,1% su base annuale.

In Italia l'Istat rende noto che nel mese di aprile si stima che il fatturato dell'industria diminuisca in termini congiunturali dell'1,0%, registrando il primo calo dall'inizio dell'anno.
Nella media degli ultimi tre mesi, l'indice complessivo è comunque in aumento dello 0,8% rispetto ai tre mesi precedenti.Anche gli ordinativi registrano un calo congiunturale, su base sia mensile (-2,4%) sia trimestrale (-1,4%).La flessione congiunturale del fatturato è determinata dal calo sul mercato estero (-2,9%), mentre una variazione nulla si registra sul mercato interno.

Per gli ordinativi la dinamica congiunturale riflette diminuzioni su entrambi i mercati: -1,0% per quello interno e, con una intensità maggiore, -4,1% per quello estero.Con riferimento ai raggruppamenti principali di industrie, ad aprile gli indici destagionalizzati del fatturato segnano un aumento congiunturale dello 0,9% per i beni di consumo e dello 0,2% per l'energia; flessioni marcate si registrano invece per i beni intermedi (-2,7%) e i beni strumentali (-1,3%).
Corretto per gli effetti di calendario (i giorni lavorativi sono stati 20 contro i 19 di aprile 2018), il fatturato totale registra una flessione dello 0,7% in termini tendenziali, con un incremento dello 0,4% sul mercato interno e un calo del 2,8% su quello estero. Con riferimento al comparto manufatturiero, il settore dei computer e dell'elettronica segna la crescita tendenziale più rilevante (+11,8%), mentre l'industria farmaceutica mostra il calo maggiore (-9,0%).

In termini tendenziali l'indice grezzo degli ordinativi diminuisce dello 0,2%, sintesi di un modesto incremento dello 0,2% sul mercato interno e di una flessione dell'0,8% su quello estero. La maggiore crescita tendenziale si registra nel settore dei computer e dell'elettronica (+8,4%), mentre il peggior risultato si rileva nell'industria chimica (-4,1%).


L'Istat rende noto che nel mese di mese di maggio 2019, si stima che l'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, registri una variazione nulla rispetto al mese precedente e aumenti dello 0,8% su base annua (era +1,1% ad aprile); la stima preliminare era +0,9%.La decelerazione è principalmente dovuta alla dinamica dei prezzi dei Servizi relativi ai trasporti (da +2,8% di aprile a +1,6%), dei Beni energetici non regolamentati (da +3,7% a +2,4%) e, in misura minore, dei Servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona (da +1,6% a +1,0%).L'"inflazione di fondo", al netto degli energetici e degli alimentari freschi, e quella al netto dei soli beni energetici decelerano entrambe di due decimi di punto, rispettivamente da +0,6% a +0,4% e da +0,7% a +0,5%.La variazione congiunturale nulla dell'indice generale è la sintesi di dinamiche opposte: da un lato la crescita dei prezzi dei Beni alimentari non lavorati (+1,8%) e dei Beni energetici non regolamentati (+0,8%), dall'altro il calo dei prezzi dei Servizi relativi ai trasporti (-0,9%) e dei Servizi relativi alle comunicazioni (-0,5%).L'inflazione decelera sia per i beni (da +0,9% a +0,8%) sia, in misura più ampia, per i servizi (da +1,3% a +0,8%); pertanto rispetto al mese di aprile il differenziale inflazionistico è nullo (da +0,4 del mese precedente).L'inflazione acquisita per il 2019 è +0,6% per l'indice generale e +0,3% per la componente di fondo.Per i Beni alimentari, per la cura della casa e della persona l'inflazione rimane al di sotto di quella generale, stabile a +0,3%, mentre per i prodotti ad alta frequenza d'acquisto la crescita dei prezzi, in lieve rallentamento da +1,1% a +1,0%, torna al di sopra di quella riferita all'intero paniere.L'indice armonizzato dei prezzi al consumo (IPCA) aumenta dello 0,1% su base mensile e dello 0,9% in termini tendenziali (da +1,1% del mese precedente), confermando la stima preliminare.L'indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (FOI), al netto dei tabacchi, registra un aumento dello 0,1% su base mensile e dello 0,7% rispetto a maggio 2018

Aumentano i depositi overnight presso la Bce.

L'ultima rilevazione giornaliera indica che i depositi di breve delle banche europee presso la Banca centrale europea ammontano a 603,201 miliardi di euro, dai 577,965 miliardi della lettura precedente. Ancora a zero i prestiti marginali.

Spread BTP/Bund a 257 punti base nel pomeriggio. Il rendimento dei titoli di Stato italiani a 10 anni si attesta al 2,32%.Sale a 197 punti il divario tra i rendimenti dei Btp a 10 anni e quelli del Btp a 2 anni da 195 punti rilevati ieri alla stessa ora.

Positivi i i titoli di Stato tedeschi.

Il Bund future di settembre sale a 171,63 punti (+0,05%) ed il Bobl future si attesta a 134,09 punti (+0,04%).

(CC - www.ftaonline.com)

Fonte: News Trend Online
 


TAG:

Bond Economia Indici Macro economia Mercati

GRAFICI:

-media- -wholesale- Euro bund fut Italia Nic inc Sopra Spread btp-bund 10y


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Contenuti dagli sponsor

Scelti per te

Trading Online -Market Index Charts'Widget - dBar

Copyright © 1996-2019 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x