Traderlink
Cerca
 

Bond News: Euromacro

15/07/2020 17:35

Molte le cifre macroeconomiche pubblicate in giornata.

Nel Regno Unito l'Ufficio Nazionale di Statistica (ONS) ha reso noto che l'indice dei prezzi al consumo ha mostrato, nel mese di giugno, una variazione positiva dello 0,1% su base mensile dopo la variazione nulla a maggio, risultando superiore al consensus (-0,2%).
Su base annuale l'inflazione è cresciuta dello 0,6% superiore alla rilevazione precedente (+0,5%) e alle attese (+0,4%). L'indice core ha registrato un incremento del 1,4% rispetto allo stesso periodo del 2019. L'indice dei prezzi al dettaglio (Retail Price Index) ha segnato un incremento dell'1,1% su base annuale risultando pari alle attese e in crescita dalla rilevazione precedente (pari al +1%).

Prezzi alla Produzione in crescita nel Regno Unito. Nel mese di giugno si è registrata una flessione dello 0,8% su base annua per l'indice dei prezzi in uscita, dal -1,2% di maggio(consensus -1,1%). Su base mensile si evidenzia una crescita dello 0,3% dopo un calo dello 0,3% della rilevazione precedente (attese +0,2%).
I prezzi alla produzione in entrata sono aumentati del 2,4% su base mensile dopo l'incremento dello 0,3% della rilevazione precedente (consensus +3%). Su base annuale i prezzi in entrata sono scesi del 6,4% dopo la flessione del 9,4% a maggio (consensus -6,5%).

Nel mese di giugno, si stima che l'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, registri un aumento dello 0,1% su base mensile e una diminuzione dello 0,2% su base annua (come nel mese precedente), confermando la stima preliminare.A determinare l'inflazione negativa per il secondo mese consecutivo sono i prezzi dei Beni energetici (-12,1%), che sia nella componente regolamentata (-14,1%) sia in quella non regolamentata (-11,2%) confermano flessioni molto ampie.

I prezzi dei Beni alimentari continuano invece a crescere (+2,3%), con un'accelerazione di quelli degli Alimentari non lavorati (da +3,7% di maggio a +4,1%) e un lieve rallentamento dei prezzi degli Alimentari lavorati (da +1,7% a +1,2%). A registrare tassi di crescita sopra il punto percentuale sono anche i prezzi dei Tabacchi (+3,0%) e dei Servizi vari (+1,4%) che contrastano, insieme a quelli dei Beni alimentari, le spinte deflazionistiche dei Beni energetici.L'"inflazione di fondo", al netto degli energetici e degli alimentari freschi, e quella al netto dei soli beni energetici decelerano rispettivamente da +0,8% a +0,7% e da +1,0% a +0,9%.

Il lieve aumento congiunturale dell'indice generale è dovuto per lo più alla crescita dei prezzi dei Servizi relativi ai trasporti (+2,2%), sostenuta dai consueti fattori stagionali. L'inflazione acquisita per il 2020 è pari a zero per l'indice generale e a +0,7% per la componente di fondo.Rallentano i prezzi dei Beni alimentari, per la cura della casa e della persona (da +2,4% a +2,1%), mentre quelli dei prodotti ad alta frequenza d'acquisto tornano a crescere (da una variazione nulla a +0,1%).L'indice armonizzato dei prezzi al consumo (IPCA) registra una variazione congiunturale nulla e una diminuzione dello 0,4% su base annua (da -0,3% di maggio), confermando la stima preliminare.L'indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (FOI), al netto dei tabacchi, registra un aumento dello 0,1% su base mensile e una diminuzione dello 0,3% su base annua.Nell'approfondimento si analizza l'impatto che l'inflazione, misurata dall'IPCA, ha avuto nell'ultimo semestre sulle famiglie distinte per livelli di consumo.


A maggio le entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello Stato sono state pari a 24,6 miliardi, in diminuzione del 27,8% (-9,5 miliardi) rispetto allo stesso mese del 2019, risentendo della sospensione di alcuni versamenti fiscali disposta dai provvedimenti governativi approvati negli ultimi mesi e del peggioramento del quadro macroeconomico.

Nei primi cinque mesi del 2020 le entrate tributarie sono state pari a 143,7 miliardi, in diminuzione dell'8,2% (-12,9 miliardi) rispetto al corrispondente periodo del 2019. Lo ha reso noto questa mattina Bankitalia nel documento "Finanza pubblica: fabbisogno e debito"relativo al debito e al fabbisogno delle Amministrazioni pubbliche e alle entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello Stato.

Aste in Europa:
- Questa mattina la Germania ha collocato Bund a 10 anni con scadenza agosto 2030 (ISIN: DE0001102507) per 4,140 miliardi di euro (oltre a 0,860 miliardi riservati a operazioni di mercato secondario) con un rendimento negativo allo 0,46%, in calo rispetto al -0,38% dell'asta precedente.

Le richieste sono state pari a 1,8 volte il quantitativo offerto.
- Il Portogallo ha collocato 500 milioni di euro in TBill a 6 mesi con rendimento al -0,467% dal 0,411% dell'asta precedente. Sono poi stati assegnati 1,25 miliardi di euro in TBill a 12 mesi con un rendimento del -0,452% rispetto al precedente -0,351%).

In calo i depositi overnight presso la Bce. L'ultima rilevazione giornaliera indica che i depositi di breve delle banche europee presso la Banca centrale europea ammontano a 447,396 miliardi di euro, dai 453,611 miliardi della lettura precedente. Salgono a 23 milioni di euro i prestiti marginali da 10 milioni della rilevazione precedente.

Spread BTP/Bund a 164 punti base nel pomeriggio. Il rendimento dei titoli di Stato italiani a 10 anni si attesta all'1,20%.

Poco mossi i titoli di Stato tedeschi. Il Bund future di settembre 2020 scende a 176,13 punti (-0,04%) ed il Bobl future si attesta a 134,74 punti (+0,01%).

(CC - www.ftaonline.com)

Fonte: News Trend Online
 

© TraderLink News - Direttore Responsabile Marco Valeriani - Riproduzione vietata



TAG:

Bond Economy Europe Finanza Indici Macro economia

GRAFICI:

-retail- Bund tf 0% ag30 eur Euro bund fut Future plc Nic inc Spread btp-bund 10y


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Copyright © 1996-2020 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x