Traderlink
Cerca
 

BTP: spread e tassi in rally. Analisti: ecco cosa ci aspetta ora

14/02/2020 20:57

L'ultima seduta della settimana si è conclusa all'insegna delle tensioni per gli asset obbligazionari italiani che si sono mossi in controtendenza rispetto al resto d'Europa.
A fine giornata lo spread BTP-Bund si è fermato a 132,1 punti base, con un rally del 2,96% e non è andata certo meglio ai BTP, colpiti oggi da forti vendite.

Il risultato è stato quello di un'impennata del rendimento a 10 anni che si è fermato prima del week-end allo 0,921%, con un deciso rialzo del 3,02%.
Come detto prima i titoli italiani si sono mossi in controtendenza rispetto ai bond europei che invece hanno registrato rendimenti in calo.


Gli acquisti sui titoli di Stato dell'area euro sono stati favoriti da un certo clima risk-off alimentato dai deludenti dati macro diffusi in mattinata.
I BTP però hanno imboccato un sentiero opposto, appesantiti soprattutto da prese di beneficio dopo una settimana brillante.
Gli addetti ai lavori hanno ricondotto principalmente a ciò le vendite accusate oggi dai BTP, più che alle tensioni nella maggioranza di Governo che pure non sono state ignorate dal mercato.


Il riferimento è in particolare allo scontro tra il premier Conte e il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, sul tema della riforma della giustizia.
In teoria, osservano gli strategist di Unicredit, questa tensione potrebbe portare alla fine ad un collasso del Governo, ma gli esperti non credono che siamo già a quel punto e prevedono che lo scontro tra Conte e Renzi possa allentarsi.


Anche nel caso in cui si dovesse materializzare una crisi di Governo, Unicredit ritiene che la stessa on porterà allo scioglimento delle Camere e alle elezioni anticipate, almeno fino a quando non ci sarà un referendum sulla riforma costituzionale alla fine di marzo.
Quanto alle previsioni su spread e BTP, gli strategist non prevedono particolari scossoni almeno nel breve.


L'attesa di Unicredit è che il differenziale tra il decennale italiano e quello tedesco si muova in un range senza una direzione forte.
Da non escludere una lieve riduzione dello spread alla luce del programma di QE della BCE e della ricerca di rendimento da parte degli investitori.

Gli esperti però avvertono che è improbabile che i livelli attuali siano mantenuti neo prossimi trimestri.
Anche in assenza di cattive notizie sul fronte politico, i deboli fondamentali dell'economia italiana continueranno a far sì che gli investitori siano più prudenti e quindi in qualche modo lontani dai BTP.


Non molto diversa la previsione di Antonio Cesarano, Chief Global Strategist di Intermonte SIM, il quale non esclude che nel breve lo spread BTP-Bund possa scendere ancora un po' e magari spingono ad area 120 punti base.
In seguito però, man mano che ci avvicineremo ai mesi di maggio e giugno, si potrebbe assistere ad un temporaneo allargamento del differenziale tra il BTP a 10 anni e l'omologa scadenza del Bund.

Questo sarà da ricondurre all'eventuale percezione di un maggior rischio politico/macro in vista dei dati sul PIL italiano e delle elezioni regionali che si terranno tra fine maggio e inizio giugno.

Fonte: News Trend Online
 

© TraderLink News - Direttore Responsabile Marco Valeriani - Riproduzione vietata



TAG:

Borsa Btp Spread Tassi

GRAFICI:

Euro bund fut Italia Premier inc Spread btp-bund 10y Unicredit


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Copyright © 1996-2020 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x