sistemi di borsa gestione dati videocomunicazione

Piazza Affari negativa ma in rimonta dai minimi visti in avvio. FTSE MIB -0,92%

02/07/2018 17:53

Piazza Affari negativa ma in rimonta dai minimi visti in avvio. FTSE MIB -0,92%.

Mercati azionari europei in rosso. Wall Street sotto la parità: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 -0,3%, Nasdaq Composite -0,2%, Dow Jones Industrial -0,4%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a -0,92%, il FTSE Italia All-Share a -0,88%, il FTSE Italia Mid Cap a -0,63%, il FTSE Italia STAR a -0,71%.
Sui mercati azionari ha pesato il clima di incertezza sul destino del governo tedesco dopo le dichiarazioni del ministro dell'interno (e presidente del partito Csu) Horst Seehofer, e dalla guerra sui dazi lanciata dal presidente USA Donald Trump.

Per quanto riguarda i dati macroeconomici della giornata, negli USA l'indice ISM manifatturiero di giugno si è posto a 60,2 punti in crescita dai 58,7 punti della rilevazione precedente e oltre le attese poste a 58,4 punti.

Leggermente sotto le attese le spese per costruzioni edili negli Stati Uniti: +0,4% a maggio da +0,9% (atteso +0,5%). Nell'eurozona l'indice Markit PMI manifatturiero a giugno (rilevazione finale) ha raggiunto il valore più basso in 18 mesi di 54,9 punti, in discesa dai 55,5 di maggio e dalla precedente stima flash di 55,0.
In controtendenza il dato relativo all'Italia: 53,3 punti da 52,7 punti (atteso 52,6 punti). Nell'eurozona il tasso di disoccupazione a maggio scende all'8,4% dall'8,5% di aprile (atteso +8,5%). Anche in Italia tasso di disoccupazione scende a maggio: 10,7% da 11,0% (atteso 11,1%).

*Recordati (-12,45% a 29,82 euro) *nel corso della seduta ha progressivamente ridotto le perdite dopo essere piombata in avvio sotto quota 28 euro (minimo a 27,91), il prezzo dell'OPA che sarà lanciata da CVC Capital dopo l'acquisizione del 51,8% da Fimei (la holding della famiglia Recordati) per circa 3 miliardi di euro.

Venerdì scorso il titolo aveva chiuso a 34,06 euro.

*Inizio di settimana negativo per Mediaset (-3,65%). *Sul titolo hanno pesato le affermazioni del ministro dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio, in un post del Blog delle Stelle dal titolo "Le tv tradizionali hanno i giorni contati, ma la prossima Netflix può essere italiana".
Di Maio invita esplicitamente Rai e Mediaset ad avviare un processo di rinnovamento il cui "primo passo è la fine della lottizzazione da un lato e la pretesa di avere editori puri dall'altro".

Bancari negativi ma in netta rimonta: l'indice FTSE Italia Banche termina a -0,31%, posizionandosi sui massimi di seduta.

In evidenza Banco BPM (+0,84%). Alla fine della scorsa settimana la controllata Banca Aletti ha perfezionato la cessione ad Anima SGR dei mandati di gestione in delega degli attivi assicurativi, incassando ? 113,6 milioni. L'operazione comporta un impatto positivo sul CET1 ratio phased in del gruppo stimato in 17 bp (18 bp a livello fully phased).
Lieve calo per UniCredit (-0,36%) dopo la cessione delle attività di credito su pegno in Italia a Dorotheum. La transazione nel 3Q18 avrà un impatto positivo superiore a ?100 milioni sul conto economico consolidato di UniCredit e di quasi 4 punti base sul CET1 ratio di Gruppo. Secondo indiscrezioni di stampa, UniCredit starebbe anche lavorando alla cessione di diversi portafogli di crediti deteriorati per almeno 3 miliardi di euro.

Cede alle vendite diffuse sui mercati azionari Leonardo (-1,16%). Il titolo subisce la cattiva intonazione del settore difesa, confermata dal calo dell'1,4% circa dell'indice STOXX Europe Total Market Aerospace & Defense.

Utile segnalare che ATR, joint venture paritetica con Airbus specializzata nella realizzazione di velivoli per il trasporto regionale, ha pubblicato oggi delle stime per il mercato dei velivoli a turboelica tra il 2018 e il 2037. Nei prossimi 20 anni la domanda dovrebbe superare i tre mila aeroplani per un valore di oltre 80 miliardi di dollari.
La stessa Airbus (-2,5% a Parigi) è in netto calo dopo che Bloomberg ha riportato che il colosso europeo dell'aerospaziale non riuscirà a rispettare gli obiettivi di consegna degli A320neo, a causa di problemi ai motori prodotti da Pratt & Whitney che hanno causato uno stop di almeno tre mesi alla fornitura.

Airbus dovrebbe consegnare 30-40 aerei in meno rispetto al target di 210 velivoli che aveva per il resto del 2018.

*Luxottica (-1,38%) *debole dopo che venerdì a mercato chiuso ha comunicato, congiuntamente ad Essilor (-1,8% a Parigi), la proroga al 31 luglio 2018 del termine per il closing dell'operazione di fusione (Combination Agreement e Contribution Agreement) sottoscritta da Essilor e Delfin, azionista di maggioranza di Luxottica.
Ad oggi, l'autorità antitrust cinese non ha ancora approvato la combinazione tra Luxottica e Essilor; tale approvazione è condizione sospensiva per la finalizzazione dell'operazione. Le società sono fiduciose di completare i processi antitrust in Cina e Turchia nelle prossime settimane. La prima Assemblea degli azionisti di EssilorLuxottica, inizialmente prevista per il 25 luglio 2018, sarà riconvocata dal Consiglio di Amministrazione di EssilorLuxottica a data da destinarsi.

*Fincantieri (-7,45%) *in netto calo, penalizzata dalle indiscrezioni odierne del Messaggero secondo cui l'integrazione con la transalpina Naval Group potrebbe subire ritardi a causa delle recenti tensioni tra Italia e Francia.

La definizione del progetto di integrazione era in calendario per il 30 giugno.

*Deboli Brembo (-2,07%), STMicroelectronics (-2,04%) e CNH Industrial (-1,98%) a causa della guerra commerciale internazionale lanciata dal presidente USA Donald Trump. In controtendenza FCA (+0,02%) *che passa in territorio positivo nel pomeriggio, annullando le perdite accusate a inizio mattinata in scia ai rischi derivanti dalle dichiarazioni di Trump riguardo all'ipotesi di incremento dei dazi sulle auto.

Sul titolo del Lingotto hanno influito anche le indiscrezioni relative a un'ipotesi di offerta da parte della sudcoreana Hyundai. Oggi dopo la chiusura del mercato azionario il ministero dei trasporti pubblicherà i dati sulle immatricolazioni di auto in Italia a giugno.

Salini Impregilo (+3,67% a 2,3140 euro) estende il rally di venerdì e si lancia all'attacco del massimo di metà giugno a 2,3160 euro.
Si tratta di una resistenza decisiva nel breve/medio periodo: oltre la stessa primo obiettivo a 2,39 e successivo a 2,60/2,65 (massimi allineati di marzo e maggio).

Maire Tecnimont (+0,52%) guadagna terreno grazie alla notizia dell'accordo preliminare con Carbon Holdings per la realizzazione di unità di polietilene presso il Complesso Petrolchimico egiziano, situato a Ain Sokhna (progetto Tahrir).

Energica Motor Company (+12,24%) torna a guadagnare terreno dopo la correzione di venerdì e il balzo in avanti delle due sedute precedenti (+65% sui massimi di venerdì mattina rispetto alla chiusura di martedì).

Il titolo mercoledì e giovedì scorso si era mosso prepotentemente al rialzo in scia alle anticipazioni sul fatturato nel primo semestre (5 volte superiore rispetto a quello del primo semestre 2017 e già ben oltre il doppio rispetto all'intero esercizio precedente) e all'annuncio del nuovo accordo commerciale in Germania con il punto vendita e+ Gooseneck GbR.

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)

Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

TAG:

Banche Borsa Europa Ftse Ftse mib Indici Industria e lavoro Massimi Mercati Minimi

GRAFICI:

Airbus Banco bpm Bp Brembo Cnh industrial Dow jones Energica motor company Fiat chrysler automobiles Ftse mib Leonardo Luxottica group Maire tecnimont Mediaset s.p.a Nasdaq, inc. Netflix Pmi Recordati ord Salini impregilo Stmicroelectronics Total Unicredit


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Apple Store
Apple Store

Analisi

Analisi quotidiana dei mercati finanziari

sintesi serale 16/08/2018    

Piazza Affari non approfitta di una seduta altrove positiva.

Video-analisi

Trading Online -Market Index Charts'Widget - dBar
Seguici su Facebook
BORSA ITALIANA: Quotazioni di borsa differite di 20 min.
MERCATO USA: Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)
FOREX: Quotazioni fornite da FXCM
Copyright © 1996-2018 Traderlink Srl - contact@traderlink.it - Privacy   -   Cookie
commenti suggerimenti commenti e segnalazioni - DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x