Traderlink
Cerca
 

Atlantia: pro e contro dell'uscita AD. Che ne sarà di Alitalia?

18/09/2019 13:04

A Piazza Affari tra le altre blue chips resta sotto i riflettori Atlantia che oggi mostra un andamento altalenante.
Non più tardi di ieri il titolo ha guadagnato poco più dell'1,5% dopo tre sedute consecutive in calo e oggi sta provando a spingersi ancora in avanti.

Atlantia allunga il passo dopo le dimissioni dell'Ad Castellucci

Dopo un'apertura in rialzo Atlantia ha cambiato rotta ed è scivolato sotto la parità, per poi risalire la china e presentarsi ora 20,94 euro, a ridosso dei massimi intraday, con un rialzo dello 0,87% e oltre 1,2 milioni di azioni trattate, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 1,9 milioni di pezzi.

A mantenere alta l'attenzione su Atlantia sono le ultime novità arrivate dal Cda di ieri, al termine del quale l'AD Giovanni Castellucci ha rassegnato le sue dimissioni.

Queste ultime sono state accolte dal Board, con la definizione di una risoluzione consensuale con il CEO.

Fino alla nomina di un nuovo AD, il Cda di Atlantia ha deliberato di trasferire in via temporanea le deleghe esecutive ad un Comitato composto da Fabio Cerchiai, Carlo Bertazzo, Anna Chiara Invernizzi, Gioia Ghezzi e Carlo Malacarne ed ha provveduto a nominare il Giancarlo Guenzi, già Chief Financial Officer, quale direttore generale della società.

Atlantia: Equita segnala i pro e i conti dell'uscita del CEO

Per gli analisti di Equita SIM l'uscita dell'Ad da Atlantia è negativa perchè Castellucci è il manager che ha costruito la diversificazione del gruppo, entrando in Aeroporti di Roma e Abertis.

Il manager è inoltre attivo in prima persona nella gestione del dossier Alitalia e nella rinegoziazione della concessione di Autostrade per l'Italia, ed era apprezzato dal mercato.

Dall'altro lato, gli esperti evidenziano che la discontinuità decisa dal Cda dovrebbe favorire il dialogo con il Governo, considerando che il gruppo rimane impegnato nel salvataggio di Alitalia, e potrebbe portare ad un'accelerazione della negoziazione per la revisione della concessione di Aspi.

La SIM milanese ritiene che il Governo punti a maggiori investimenti e ad una modifica della concessione che permetta un maggiore controllo sulle tariffe.

Gli analisti ricordano che Atlantia ha perso il 16% dal picco del 6 settembre, e stimano che ai prezzi correnti che stia scontando una valutazione implicita equity per Aspi pari a 8-8,5 miliardi di euro, cioè un minore valore rispetto al fair value di circa 4,5 miliardi.


Secondo Equita SIM il titolo è su valutazioni basse, aggiungendo che la sua stima 2019 incorpora un dividendo di 1,2 euro, che potrebbe essere limato in questa fase negoziale.

Gli analisti ritengono in ogni caso che il dividendo 2018 di 90 centesimi sia un floor, in quanto calcolato senza includere alcun contributo da parte di Aspi.

Confermata la strategia bullish su Atlantia che per Equita SIM resta da acquistare, con un prezzo obiettivo a 25,8 euro.

Atlantia sotto la lente di Kepler Cheuvreux e Bca Akros

Anche i colleghi di Kepler Cheuvreux hanno una raccomandazione "buy" sul titolo, con un target price a 28 euro.


Il broker evidenzia che l'uscita dell'AD potrebbe alimentare delle incertezze nel breve termine sulla strategia futura del gruppo, con particolare riferimento alla negoziazione per il salvataggio di Alitalia e all'implementazione del processo di integrazione con Abertis.

Al contempo però gli analisti credono che la presenza di alcuni manager esperti in seno al Comitato del gruppo dovrebbe assicurare la piena continuità dell'attività corporate.

L'addio di Castellucci inoltre potrebbe rendere più agevoli i rapporti con il Governo che vuole rivedere le condizioni delle concessioni autostradali.

Non diversa la view degli analisti di Banca Akros che leggono nell'uscita dell'AD la possibilità di un allentamento delle tensioni con il Governo, ma dall'altra segnalano la visibilità sulle negoziazioni con quest'ultimo e sulle indagini al momento resta bassa.

Banca Akros però non cambia idea su Atlantia e rinnova l'invito ad accumularlo in portafoglio, con un fair value a 25 euro.

Alitalia in pericolo.

Con Castellucci si perde un pezzo importante

L'attenzione intanto continua ad essere rivolta al futuro di Alitalia, visto che questo dossier rischia di arenarsi con l'addio del CEO di Atlantia.

Questo è quanto scrive oggi Repubblica, che segnala come l'uscita di Castellucci dal gruppo delle autostrade comporti la perdita di uno dei pilastri della trattativa no-stop per il salvataggio e il rilancio della compagnia di bandiera.


Fonte: News Trend Online
 


TAG:

Bank Dividends Futures Signals

GRAFICI:

-media- Atlantia Italia


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Scelti per te

Trading Online -Market Index Charts'Widget - dBar

Copyright © 1996-2019 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x