Traderlink
Cerca
 

Azimut ancora in rally sul Ftse Mib. Cosa bolle in pentola?

26/03/2020 18:53

A Piazza Affari non accenna a fermarsi il rally di Azimut che anche oggi ha vissuto una seduta tutta in salita, mettendo a segno un bel rally.

Azimut in forte rally per la quarta seduta di fila

Il titolo, in ascesa per la quarta giornata di fila, dopo aver archiviato la sessione di ieri con un rialzo di oltre il 9%, quest'oggi si è fermato a 13,835 euro, con un progresso del 7%.

Vivaci i volumi di scambio visto che a fine sessione sono transitate sul mercato oltre 3,8 milioni di azioni, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 2,4 milioni di pezzi.

Azimut oggi ha mostrato una forza relativa decisamente superiore a quella del Ftse Mib, cavalcando le indicazioni arrivate da Timone Fiduciaria, che riunisce il patto di sindacato di Azimut.

 


Timone Fiduciaria ha comunicato l’intenzione di rafforzare la propria partecipazione nel gruppo del risparmio gestito, secondo uno schema che riflette l’analoga operazione posta in essere nel 2018.


L’operazione sara? supportata da un finanziamento bancario fino ad un massimo di 30 milioni di euro e le restanti risorse saranno messe a disposizione dagli azionisti aderenti al patto, e da nuovi colleghi del gruppo Azimut non ancora aderenti al Patto, che manifesteranno l’interesse a partecipare all’operazione.
La size di quest'ultima dipendera? dal numero complessivo di adesioni e dai mezzi propri messi a disposizione dagli azionisti aderenti.
Le azioni acquistate nell’ambito dell’operazione saranno tutte apportate al Patto di sindacato.
Nei prossimi giorni prenderanno avvio le operazioni volte a raccogliere le adesioni all’operazione, restando in ogni cao ferma la facolta? di Timone di soprassedere alla realizzazione dell’operazione.
Gli analisti di Equita SIM ricordano che nel 2018 la holding Timone aveva acquistato circa 7 milioni di azioni Azimut, pari al 4,9% del capitale sociale ad un prezzo medio pari a 14,37 euro, per un totale di circa 100 milioni di euro, di cui 50 attraverso un finanziamento bancario e altri 50 raccolti da management, consulenti, gestori e dipendenti.


Ipotizzando un’operazione da circa 60 milioni di euro, 30 debito e 30 equity, secondo Equita SIM l’operazione potrebbe riguardare circa 5 milioni di titoli o il 3,6% del capitale, con il patto di sindacato che salirebbe dal 20% al 23,6% circa.
L’operazione sottolinea e rafforza ulteriormente l'impegno del management di Azimut.
Gli analisti di Equita SIM hanno deciso di ridurre la stima di utile 2020-2021 di Azimut a 212-214 milioni di euro, rispetto all'indicazione precedente pari a 247-253 milioni, per incorporare un effetto mercato negativo sulle masse gestite e minori performance fees, dopo la recente forte correzione dei mercati.
Per Azimut la raccomandazione resta "hold" alla luce di una view prudente sui mercati, mentre il prezzo obiettivo scende da 19,2 a 16,3 euro.

Fonte: News Trend Online
 

© TraderLink News - Direttore Responsabile Marco Valeriani - Riproduzione vietata



TAG:

Stock Borsa Ftse mib Mercati

GRAFICI:

-media- Azimut Fila Ftse mib


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Copyright © 1996-2020 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x