Traderlink
Cerca
 

Banche in rally. BofA: Unicredit e Intesa buy, via da Banco BPM

06/04/2020 19:02

A Piazza Affari la prima seduta della nuova settimana è stata vissuta all'insegna del riscatto, visto che il Ftse Mib non solo ha recuperato interamente le perdite di venerdì, ma si è spinto anche oltre, con un rally del 4%.

Banche in festa a Piazza Affari. Volano Intesa, Unicredit e Mediobanca

Tra i titoli più  gettonati dagli acquisti troviamo anche quelli del settore bancario nel quale spicca in particolare Intesa Sanpaolo che oggi ha messo a segno un rally del 9,71%, seguito da poca distanza da Unicredit che ha portato a casa un guadagno dell'8,67%.

In salita del 7,16% Mediobanca, mentre Ubi Banca e Banco BPM hanno guadagnato rispettivamente il 2,75% e il 2,44%, lasciando più indietro Bper Banca con un vantaggio leggermente più contenuto dell'1,94%.

Banche favorite da contesto positivo e calo spread

I bancari oggi hanno beneficiato della buona intonazione del mercato in generale e dei segnali positivi arrivati dal fronte obbligazionario.

Lo spread BTP-Bund è sceso del 3,48% a 194,1 punti base, mentre il rendimento del decennale ha riportato una contrazione del 3,79% all'1,524%.

Bancari sotto la lente di Bank of America

Ad accendere i riflettori sul comparto bancario di Piazza Affari ci ha pensato oggi Bank of America, i cui analisti segnalano che i ricavi del settore dovrebbero andare incontro ad uno stop per la difficile situazione dei mercati e a causa dei minori volumi.

Un altro aspetto negativo è dato dall'attesa contrazione del PIL italiano dovrebbe tradursi in un deciso aumento delle perdite su crediti delle banche.

Unicredit: un titolo su cui puntare

Tra i vari titoli Bank of America scommette su Unicredit, per il quale la raccomandazione "buy" viene confermata, a fronte però di un prezzo obiettivo rivisto al ribasso da 16 a 9,6 euro.

Quest'ultima mossa tiene conto di un taglio delle stime e di una revisione generale delle valutazioni che ha interessato l'intero comparto per via dell'impatto del coronavirus.

Gli analisti fanno notare che la grande ristrutturazione portata avanti da Unicredit nel piano precedente ha trasformato completamente la banca, unitamente ad un netto calo del livello di esposizioni non performanti.

L'idea di Bank of America è che Unicredit sia meglio equipaggiata rispetto a qualsiasi altro momento del passato per fronteggiare la crisi economica in atto.

Intesa Sanpaolo: un cavallo vincente tra i bancari

Un altro cavallo vincente su cui puntare è Intesa Sanpaolo che, al pari di Unicredit, è coperto con una raccomandazione "buy", a fronte di un target price tagliato da 3 a 2,1 euro.


Gli analisti ricordano che il gruppo guidato da Messina storicamente ha registrato ritorni sopra il settore, anche per via del focus sulle efficienze e di un modello di business diversificato.

La sospensione del dividendo annunciata la scorsa settimana non preoccupa più di tanto Bank of America che per gli anni futuri prevede che il payout rimarrà al 60% degli utili reported.

Tale livello sarebbe inferiore al target del 70% fissato dal business plan di Intesa Sanpaolo, ma per gli analisti l'autorità di regolamentazione potrebbe mantenere una maggiore sensibilità al problema dei dividendi.

Meidobanca tra i nomi da mettere in portafoglio

Insieme ai due big del settore bancario, è da acquistare anche Mediobanca che secondo Bank of America merita un rating "buy", con un fair value ridotto da 12,5 a 8,7 euro.

L'istituto di Piazzetta Cuccia si differenzia dagli altri per il suo business model tra i più resilienti del comparto bancario a livello europeo.

Questo secondo gli analisti permette al management di focalizzarsi sulla crescita del core business, piuttosto che sulla gestione di eredità del passato o di emergenze improvvise.

Banco BPM e Ubi Banca bocciati da Bank of America

Cattive notizie arrivano invece per Banca BPM che incassa una bocciatura da Bank of America, con un cambio di strategia da "neutral" ad "underperform" e un prezzo obiettivo dimezzato da 2,4 a 1,2 euro.

Per gli analisti la debole redditività del gruppo è il motivo per cui il titolo sta scambiando su livelli di valutazione bassi.

Infine, la stessa sorte di Banco BPM è toccata ad Ubi Banca, con un downgrade del rating da "neutral" ad "underperform" e un target price che scende da 3,5 a 2,1 euro.

La view bearish sul titolo è motivata dal fatto che secondo Bank of America ora i ricavi e gli accantonamenti per perdite su credit di Ubi Banca si allontaneranno in maniera decisa dai target aziendali che gli analisti avrebbero considerato ambiziosi in un contesto normale.



Fonte: News Trend Online
 

© TraderLink News - Direttore Responsabile Marco Valeriani - Riproduzione vietata



TAG:

Bank Borsa Usa

GRAFICI:

Banco bpm Bank of america corp Bca pop milano Bper banca Ftse mib Intesa sanpaolo Mediobanca Spread btp-bund 10y Ubi banca Unicredit


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Copyright © 1996-2020 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x