Traderlink
Cerca
 

Bollo auto: pagamento in scadenza. Se lo evadi rischi grosso

03/06/2020 08:15

Il bollo auto rientra tra le imposte che non sono state oggetto di alcun provvedimento nei decreti Cura Italia e Rilancio.

Il Governo infatti, malgrado le pressioni arrivate da più parti, ha deciso di non intervenire sulla tassa automobilistica che di fatto va a finire nelle casse delle Regioni.

Bollo auto: in scadenza proroga pagamento in varie Regioni

Proprio queste ultime, per venire incontro agli italiani che si sono trovati a vivere una fase di emergenza in particolare nei mesi di marzo e aprile, hanno deciso di concedere delle proroghe per il pagamento del bollo auto in scadenza in questo periodo.

Non tutte le Regioni però si sono mosse in questa direzione, visto che solo in 10 hanno fatto slittare un po' in avanti nel tempo la scadenza del pagamento.

Fa storia a sè la Sicilia che oltre ad esonerare dal versamento del bollo auto 2020 determinate categorie, ha esteso al 31 ottobre il termine per il pagamento dell'imposta in scadenza tra l'8 marzo e il 31 ottobre.

Slitta invece al 31 luglio per i residenti in Abruzzo e nelle Marche, mentre dovranno provvedere al pagamento entro il 30 giugno quanti abitano in Campania, Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Piemonte Toscana e Veneto.

Bollo auto: chi deve pagarlo entro il 30 giugno

Entro fine mese dunque i residenti nelle suddette Regioni dovranno provvedere a saldare il bollo in scadenza tra l'1 marzo (in alcuni casi l'8 marzo) e il 31 maggio.

Grazie alla proroga concessa dalla Regioni, chi pagherà il bollo auto entro il 30 giugno non dovrà corrispondere in aggiunta sanzioni e interessi.

E' bene provvedere al versamento entro il termine previsto, visto che in caso contrario bisognerà fare i conti con una serie di conseguenze che possono diventare anche molto pesanti.

Bollo auto: le sanzioni previste in caso di mancato pagamento

In caso di mancato pagamento del bollo auto alla scadenza, ricorrendo al ravvedimento operoso si potrà saldare quanto dovuto entro un anno, con l'aggiunta di una sanzione.

Quest'ultima sarà dello 0,1% per ogni giorno di ritardo entro i 14 dalla scadenza, dal 15esimo al 30esimo giorno la sanzione sale all'1,5% e in questo caso si applicano anche interessi di mora nella misura dello 0,2% per ciascun giorno di ritardo.

Tra 30 e 90 giorni oltre la scadenza la sanzione aumenta all'1,67% e si incrementa al 3,75% dal 91esimo giorno fino ad un anno, con interessi di mora allo 0,2% in entrambi i casi.

Bollo auto: dopo sanzioni arrivano multa e fermo amministrativo

Trascorsi 12 mesi dalla scadenza non ci sarà più la possibilità del ravvedimento operoso e scatterà una multa del 30%, che si aggiungerà all'importo originario del bollo auto, oltre ad interessi di mora pari allo 0,5%, da calcolare per ogni semestre di ritardo.


Tra le conseguenze del mancato pagamento del bollo auto c'è il fermo amministrativo che impone il divieto di circolazione.

Bollo auto: se non paghi per 3 anni rischio radiazione veicolo al PRA

Ben più gravi le conseguenze cui si andrà incontro se non si pagherà il bollo auto per un più lungo periodo, visto che in caso di omesso versamento per 3 anni consecutivi, si rischia la radiazione del veicolo al PRA.

A disciplinare il provvedimento è la novità contenuta nel Codice della Strada 2019 che all'articolo 96 recita così:

Ferme restando le procedure di recupero degli importi dovuti per le tasse automobilistiche, l'ente impositore, anche per il tramite del soggetto cui è affidata la riscossione, qualora accerti il mancato pagamento delle stesse per almeno tre anni consecutivi, notifica al proprietario l'avviso dell'avvio del procedimento e, in assenza di giustificato motivo, ove non sia dimostrato l'effettuato pagamento entro trenta giorni dalla data di tale notifica, chiede all'ufficio competente del Dipartimento per i trasporti, la navigazione, gli affari generali e del personale la cancellazione d'ufficio dall'archivio nazionale dei veicoli e dal P.R.A..

Il predetto ufficio provvede al ritiro delle targhe e della carta di circolazione tramite gli organi di polizia.

In sintesi, dopo il mancato versamento del bollo auto per 3 anni, dalla Regione arriva una notifica di pagamento e si hanno 30 giorni di tempo dalla ricezione della stessa per regolarizzare la posizione.

In mancanza di ciò il veicolo in questione può essere cancellato dal PRA e ciò significa che non potrà più circolare in alcun modo, visto che gli agenti di pubblica sicurezza avranno provveduto anche al ritiro delle targhe e della carta di circolazione.

Nel caso in cui venisse utilizzato un veicolo radiato si andrà incontro ad una sanzione amministrativa da un minimo di 431 euro fino ad un massimo di 1.734 euro, accompagnata alla confisca del veicolo.

Fonte: News Trend Online
 

© TraderLink News - Direttore Responsabile Marco Valeriani - Riproduzione vietata



TAG:

Tassi

GRAFICI:

Dita Generali ass


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Copyright © 1996-2020 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x