Cerca
 

Borse deboli: focus su frenata economica. Nuovo tonfo per TIM

22/01/2019 11:06

L'incertezza continua a dominare la scena sulle Borse europee che dopo la chiusura debole di ieri faticano anche oggi a trovare spunti per mantenersi a galla. L'assenza di indicazioni da Wall Street, rimasta chiusa ieri per festività, ha costretto a volgere lo sguardo ai pochi spunti arrivati dalle Borse asiatiche che oggi hanno terminato le contrattazioni in flessione, frenate dai timori sulla frenata della crescita globale.

In questa direzione non aiutano certo le previsioni caute del Fondo Monetario Internazionale che ieri ha rivisto al ribasso le stime sull'economia mondiale per l'anno in corso e per il prossimo.
In Europa intanto si continua a guardare al tema Brexit dopo che ieri la premier Theresa May ha presentato il nuovo piano per lasciare l'Unione europea, non molto diverso però da quelo già bocciato dal Parlamento nei giorni scorsi.


Sul fronte macro è atteso a breve in Germania l'indice Zew che a gennaio dovrebbe mostrare un frazionale calo da 17,5 a 17,4 punti.
Intanto il Dax30 e il Cac40 scendono rispettivamente dello 0,02% e delo 0,18%. lasciando più indietro il Ftse100 che arretra dello 0,33%.

Ad arretrare più degli altri è Piazza Affari dove il Ftse Mib scende in area 19.550, con un calo dello 0,43%.


In fondo al listino troviamo ancora una volta Telecom Italia che non riesce ad arrestare la sua caduta, lasciando sul parterre oltre il 3% del sul valore e scendendo su nuovi minimi storici rispetto ai precedenti del 1993.

Vendite sulle banche condizionate dalle cattive notizie relative a Banca Carige che oltre al prestito da 320 milioni di euro sottoscritto da Fidt, ha bisogno di un aumento di capitale da 200 milioni di euro per eliminare i crediti deteriorati.


Bper Banca flette del 2,02%, seguito da Ubi Banca, Banco BPM e Unicredit, tutti in rosso di circa l'1,7%, mentre Intesa Sanpaolo arretra dell'1,05%, seguito a distanza da Mediobanca che limita i danni ad un frazionale calo dello 0,2%.

Male i titoli del risparmio gestito con Azimut e FinecoBank in discesa dell'1,2% entrambi, seguiti da Banca Generali che perde lo 0,87%.




La flessione dei prezzi del petrolio verso area 53 dollari al barile pesa sui titoli del settore oil con Tenaris in rosso dello 0,9%, seguito da ENI e Saipem che calano entrambi dello 0,4%.

In controtendenza Diasorin che sale dell'1,18% e si muovono in positivo anche Prysmian e Brembo, con un progresso dello 0,7%.



Poco mosso Generali che oscilla intorno alla parità dopo che il gruppo ha lanciato con successo un bond da 500 milioni di euro.

Tra le utilities Italgas perde quasi l'1% dopo la bocciatura di Citigroup, i cui analisti hanno tagliato il rating sul titolo da "neutral" a "sell".

In positivo dello 0,29% Snam dopo il netto calo di ieri seguito allo stacco del dividendo, mentre è più incerto Enel che scende dello 0,12%.

Sul fronte macro Usa per oggi, oltre all'indice Redbook relativo alle vendite al dettaglio nelle maggiori catene statunitensi, si segnalano le vendite di case esistenti che a dicembre dovrebbero calare da 5,32 a 5,28 milioni di unità.

Da seguire prima dell'apertura di Wall Street i risultati degli ultimi tre mesi di Johnson & Johnson e di United Technologies, con un eps atteso pari rispettivamente a 1,95 e a 1,53 dollari, mentre per i conti di Halliburton e di Travelers Companies si stima un utile per azione di 0,37 e di 2,33 dollari.


A mercati chiusi l'attenzione si sposterà sui numeri del quarto trimestre di IBM che per non deludere le attese dovrà centrare l'obiettivo di un eps pari a 4,48 dollari.

Fonte: News Trend Online

TAG:

Analisi tecnica Banche Borsa Dollaro Economia Mercati Petrolio

GRAFICI:

-utilities- Azimut Banca carige Banca generali Banco bpm Bper banca Brembo Cac 40 Citigroup, inc. Crude oil Diasorin Enel Eni s.p.a. Finecobank Ft-se 100 Ftse mib Generali ass. Intesa sanpaolo Italgas Mediobanca Premier inc Prysmian Saipem Snam Telecom italia Tenaris Ubi banca Unicredit Unit corporation United technologies corporation


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Newsletter del 26/04/2019

Newsletter
I migliori articoli
della settimana

Contenuti dagli sponsor

Scelti per te

Trading Online -Market Index Charts'Widget - dBar

Copyright © 1996-2019 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x