Traderlink
Cerca
 

Cassa integrazione: ora si cambia. Soldi più tardi, rischio stop

10/07/2020 16:14

La cassa integrazione continua ad essere uno dei temi caldi nel nostro Paese e con ogni probabilità sarà destinato ad essere oggetto di discussione e di polemiche nel corso di questa estate.

Cassa integrazione: 2 milioni di lavoratori aspettano ancora i soldi

Non più tardi di 3 giorni fa è stata Repubblica a tratteggiare un quadro allarmante relativamente all'ammortizzatore sociale che sta facendo penare milioni di italiani.

Ai ritardi cronici nei pagamenti da parte dell'Inps e non solo, già registrati nei mesi scorsi, si aggiungono quelli ancora più inaccettabili che riguardano quanto non hanno ancora ricevuto neanche un euro da marzo scorso.

Come segnalato nei giorni scorsi da Repubblica sono 2 milioni i lavoratori in attesa della cassa integrazione, di cui 1,5 milioni dipendenti dall'Inps e circa 500mila dal Fondo di solidarietà bilaterale degli artigiani.

Cassa integrazione: allarme Confesercenti sulla fine della Cig

Le cattive notizie però non si fermano quindi e per la cassa integrazione si profila un'altra brutta sorpresa.

A lanciare un allarme in tal senso è Confesercenti che già la scorsa settimana aveva messo in guardia da alcuni rischi, spiegando che una volta finito il periodo di cassa integrazione, molti imprenditori rischiano di non avere altra alternativa che ridurre il personale.

Altri occupati dunque sarebbero a rischio, motivo per cui a detta di Confesercenti è necessario intervenire e subito per mantenere i livelli occupazionali.

Cassa integrazione: esplode il caos burocratico.

Nuove regole

L'associazione che rappresenta 350mila imprese italiane, oggi ha messo in guardia da un altro rischio, muovendo una critica piuttosto dura al decreto legge Semplificazioni.

L'accusa rivolta al Governo è dimenticare il lavoro, segnalando al contempo che sulla cassa integrazione esplode il caos burocratico.

Nella nota di Confesercenti si legge infatti che a quanto si apprende da note informali del Ministero del Lavoro che stanno circolando in queste ore, è previsto un cambio delle modalità di accesso alla cassa integrazione.

Questo renderà la procedura ancora più complessa, con un raddoppio dei passaggi burocratici necessari per i recuperi delle prime 9 settimane e l'accesso alle ulteriori 5 settimane.


Cassa integrazione: l'appello di Confesercenti

Il rischio è che vengano bloccate migliaia di domande già inoltrate dalle imprese, con conseguenti e inevitabili ritardi nel pagamento della cassa integrazione agli aventi diritto.

Mauro Bussoni, Segretario Generale Confesercenti, definisce fondamentale la semplificazione degli ammortizzatori sociali e una loro riforma strutturale.

Bussoni dichiara inoltre: “Il Ministero del Lavoro eviti l’ennesimo cambiamento di regole in corsa e, insieme all’INPS, lavori urgentemente per rendere l’accesso alla cassaintegrazione il più semplice possibile.

Un blocco delle domande già inoltrate sarebbe gravissimo: ci sono oltre 2,3 milioni di lavoratori in cassaintegrazione in deroga o in FIS".

Cassa integrazione: Ocse raccomanda di fermare Cig a pioggia

Le brutte notizie per la cassa integrazione però non finiscono qui, visto che ci potrebbero essere altre cattive sorprese se il Governo deciderà di seguire le raccomandazioni dell'Ocse.

Nell'Employment Outlook presentato nei giorni scorsi, l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, invita l'Italia ad "adattare" la cassa integrazione, in modo da trovare il giusto equilibrio tra un rinnovato sostegno a chi è in difficoltà, l’accompagnamento delle inevitabili ristrutturazioni dove necessario e la creazione di nuovi posti di lavoro“.

In sostanza la raccomandazione dell'Ocse è quella di fermare la cassa integrazione a pioggia, spiegando che "una partecipazione ai costi della Cig da parte delle imprese, incentivi alla ripresa e alla ricerca di un altro lavoro e la promozione di attivit formative sono alcuni strumenti che politica e parti sociali possono considerare per i prossimi mesi per far evolvere la cassa integrazione alla nuova situazione".

Fonte: News Trend Online
 

© TraderLink News - Direttore Responsabile Marco Valeriani - Riproduzione vietata



TAG:

Ocse Signals


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Copyright © 1996-2020 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x