Traderlink
Cerca
 

Ftse Mib: confronto serrato tra orsi e tori. Chi vincerà?

14/01/2020 20:21

Chiusura frazionalmente positiva oggi per le Borse europee che, dopo le incertezze delle ultime due sessioni, anche oggi hanno mostrato un andamento debole, salvo poi risollevarsi nel finale e terminare gli scambi in lieve progresso.
Il Dax30 e il Ftse100 sono saliti rispettivamente dello 0,04% e dello 0,06%, preceduti dal Cac40 che si è apprezzato dello 0,08%.

Ftse Mib in lieve rialzo

In luce verde anche Piazza Affari che dopo essere rimasta più indietro delle altre ieri, è riuscita a fare leggermente meglio oggi.

Il Ftse Mib è stato fotografato al close a 23.928 punti, in rialzo dello 0,13%, dopo aver toccato nell'intraday un massimo a 23.947 e un minimo a 23.706 punti.

L'indice è sceso sotto i minimi di ieri, andando a testare il supporto di area 23.700, la cui tenuta ha favorito una buona reazione con un ritorno delle quotazioni nei pressi della soglia psicologica dei 24.000 punti.

Per poter assistere ad ulteriori sviluppi positivi nel breve sarà importante in primis la rottura di area 24.000, oltre cui il Ftse Mib allungherà il passo verso i 24.150/24.200 punti.

Al di sopra di tale ostacolo sarà più credibile un test dei massimi del 2018 in area 24.500/24.550 che almeno in prima battuta potrebbe anche frenare la spinta rialzista del mercato, vista l'importante resistenziale del livello in questione.

Se il Ftse Mib non riuscirà a riportarsi sopra quota 24.000, bisognerà monitorare in primis la soglia dei 23.800 punti e ancor più il sostegno di area 23.700.

Sei affascinato dai mercati finanziari e vorresti diventare un bravo trader?

Iscriviti da qui per rimanere sempre aggiornato sugli eventi di formazione gratuita di Trend-Online.com

Con il cedimento di quest'ultima infatti la discesa dell'indice proseguirà verso area 23.500, persa la quale l'attenzione andrà rivolta ai 23.250/23.200 punti.

Cruciale sarà la tenuta di quest'ultimo livello, pena una prosecuzione del ribasso del Ftse Mib verso area 23.000 prima e in seguito in direzione dei 22.700 e dei 22.500 punti.   


I market movers in America

Domani sul fronte macro Usa sarà reso noto l'indice settimanale relativo alle richieste di mutui ipotecari, ma si conoscerà anche l'indice dei prezzi alla produzione che a dicembre dovrebbe salire dello 0,2% dopo la lettura sulla parità di novembre, mentre per la versione "core" le stime sono di un aumento da -0,2% a +0,2%.

Per l'indice New York Empire State Manufacturing di gennaio si prevede una lieve frenata da 3,5 a 3 punti.


Nel pomeriggio sarà diffuso il consueto report sulle sorte strategiche di petrolio da parte del Dipartimento dell'energia. 

In serata, due ore prima della chiusura di Wall Street, i riflettori saranno puntati sul Beige Book, il rapporto della Fed suolo stato di salute dell'economia a stelle e strisce.

In giornata è attesa la firma dell'accordo commerciale di fase 1 tra Stati Uniti e Cina.

Da segnalare un discorso di Patrick Harker e di Robert Kaplan, presidenti rispettivamente della Fed di Philadelphia e di Dallas. 

Sul versante societario da seguire le trimestrali di Bank of America e di BlackRock, con un eps atteso rispettivamente a 0,68 e a 7,62 dollari, mentre da Goldman Sachs ci si attende un utile per azione di 5,49 dollari.

A mercati chiusi l'attenzione si sposterà sui conti di Alcoa che per non deludere le attese dovrà centrare l'obiettivo di una perdita per azione di 0,22 dollari. 

I dati macro e gli eventi in Europa

In Europa si conoscerà la produzione industriale che a novembre dovrebbe salire dello 0,3% dopo il calo dello 0,5% precedente.

Per la bilancia commerciale di novembre si prevede un saldo positivo di 17 miliardi di euro, contro i 28 miliardi del mese precedente.

In Francia è atteso il dato sull'inflazione che a dicembre dovrebbe aumentare dallo 0,1% allo 0,4%.

A Piazza Affari da seguire i titoli del settore oil in vista del report sulle scorte strategiche Usa in arrivo nel pomeriggio.

Fonte: News Trend Online
 

© TraderLink News - Direttore Responsabile Marco Valeriani - Riproduzione vietata



TAG:

Bull or bear Dollaro Europe Ftse mib Indici Mercati Supports and resistances Usa

GRAFICI:

-manufacturing- Alcoa corporation Bank of america corp Blackrock, inc. Cac 40 Crude oil Ft-se 100 Ftse mib


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Copyright © 1996-2020 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x