Traderlink
Cerca
 

Ftse Mib: panic selling, trema Wall Street. Meglio scappare?

28/10/2020 18:37

Un bilancio decisamente pesante e doloroso quello odierno per i mercati azionari che hanno vissuto una seduta ad alta tensione.
Dopo le prime avvisaglie già arrivate nei giorni scorsi, quest'oggi una vera e propria tempesta si è abbattuta sulle Borse europee, piegate dalla forza dei venditori.

Si è difesa meglio degli altri la piazza londinese con il Ftse100 in rosso del 2,55%, mentre il Cac40 ha accusato una flessione del 3,37% ed è andata ancora peggio al Dax30 che ha indossato la maglia nera con un affondo del 4,17%
Secondo a quest'ultimo il ribasso di Piazza Affari dove il Ftse Mib si è fermato a 17.897 punti, con un crollo del 4,06%, dopo aver segnato un minimo intraday poco sotto a 17.843 punti.


Il Ftse Mib è stato bersagliato dalle vendite con volumi di scambio in aumento rispetto alla media mensile, travolgendo dapprima i minimi del 25 settembre in area 18.500/18.550 e poi quelli del 15 giugno scorso a quota 18.300 punti, scivolando su livelli di prezzo che non si vedevano dal 27 maggio scorso.

Tra le blue chips solo una è riuscita a salire in controtendenza e si tratta di Saipem che ha guadagnato l'1,11% dopo i conti del terzo trimestre.
Solo 4 titoli del Ftse Mib hanno contenuto il ribasso al di sotto del 2%, mentre Bper Banca e Pirelli hanno lasciato sul parterre oltre il 7% del loro valore.


Le vendite intanto proseguono sull'opposta sponda dell'Atlantico dove a Wall Street i tre indici principali viaggiano tutti sui minimi intraday con un tonfo di oltre il 3%.
A mettere ko i mercati, in particolare quelli europei che hanno sottoperformato Wall Street, stando almeno all'andamento attuale di quest'ultima, sono stati i crescenti timori legati alla diffusione del coronavirus.
La seconda ondata si sta rivelando sempre più pericolosa, segnalando che in Italia i contagi continuano a salire: ad oggi si contano quasi 25mila nuovi casi nelle ultime 24 ore.


Situazione ancor più pesante in altre realtà europee, con il mercato che teme l'annuncio di nuovi lockdown.
Come evidenziato dagli strategist di Unicredit, si guarda in particolare alla Germania e alla Francia che potrebbero decidere chiusure simili a quelle di marzo scorso per la durata di un mese.



Questo secondo gli esperti pesa sulla propensione al rischio, penalizzando in particolare l'azionario che oggi ha accusato pesantemente il colpo.
Non diversa l'indicazione che giunge da David Madden, Market Analyst di CMC Markets, il quale spiega che a pesare sul sentimenti sono i timori sull'aumento di contagi da Covid-19 e le numerose misure introdotte dai Governi in Gran Bretagna, Francia, Spagna e Italia.


In giornata è attesa la decisione della Francia in merito ad un nuovo lockdown, sul quale sta ragionando anche la Germania.
Il Paese tedesco, come spiegato da Citigroup, ha dei vantaggi perchè l'ondata di contagi lo ha colpito più tardi rispetto alle realtà vicine, segnalando al contempo che la Merkel può contare su maggiori risorse sanitarie.

Questo secondo la banca Usa offre una finestra temporale per agire e tenere sotto controllo la pandemia senza danni eccessivi per l'economia.
I mercati azionari però intanto hanno paure e lo hanno dimostrato chiaramente con l'affondo odierno, figlio di crescenti timori sulle prospettive dell'economia.


Eventuali lockdown infatti potrebbero mettere nuovamente in ginocchio una congiuntura che a fatica sta provando a riprendersi dal crollo senza precedenti accusato nei mesi scorsi.
Si spera ora in un aiuto da parte della BCE che, secondo gli esperti di Union Bancarie Privee, domani potrebbe mostrare un atteggiamento più accomodante se non addirittura pessimistico, gettando così le basi per ulteriori allentamenti di politica monetaria.

La previsione di UBP è che l'Eurotower nel meeting di dicembre, l'ultimo dell'anno, annunci l'espansione del PEPP.
Intanto in Borsa è bene muoversi con la massima cautela perchè ora a dare la direzione al mercato sarà proprio la curva dei contagi e difficilmente si avranno buone notizie su questo fronte almeno nell'immediato.

 

Fonte: News Trend Online
 

© TraderLink News - Direttore Responsabile Marco Valeriani - Riproduzione vietata



TAG:

Bank Economy Europe Ftse mib Germany Investment Mercati Minimum Volumi Wall street

GRAFICI:

-media- Bper banca Cac 40 Citigroup Esi Ft-se 100 Ftse mib Pirelli e c Saipem Unicredit


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Scelti per te

Ultimi segnali

Trading Online -Market Index Charts'Widget - dBar

Copyright © 1996-2020 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x