Cloud
Traderlink
Cerca
 

Ftse Mib pronto a decollare? Ecco dove cercare la risposta

15/06/2019 08:00

Nella seduta di ieri il semaforo è scattato nuovamente sul rosso per le Borse europee che hanno chiuso gli scambi in calo.
Il Dax30 ha ceduto lo 0,61%, mentre il Ftse100 e il Cac40 sono scesi rispettivamente dello 0,31% e dello 0,15%.

Piazza Affari chiude debole, ma il bilancio settimanale è positivo

E' riuscita a difendersi meglio Piazza Affari dove il Ftse Mib ha terminato gli scambi a 20.612 punti, con un frazionale calo dello 0,09%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 20.647 e un minimo a 20.534 punti.

Positivo però il bilancio settimanale visto che nelle ultime cinque sedute l'indice delle blue chips ha guadagnato l'1,24% rispetto al close del venerdì precedente.

Il Ftse Mib in avvio di ottava ha subito allungato il passo verso area 20.500 e dopo aver superato questo livello si è spinto a mettere sotto pressione la soglia dei 20.700.

La tenuta di questa barriera, che già a maggio aveva contenuto i prezzi in due occasioni, ha portato ad un ripiegamento fin verso area 20.400, con successivo rimbalzo poco oltre i 20.600 in chiusura di settimana.

Nelle ultime giornate il Ftse Mib si è mosso in un range piuttosto contenuto, con un'oscillazione di circa 300/350 punti tra minimi e massimi, chiudendo la settimana nella parte alta di questo intervallo.

Ftse Mib: nuovo slancio rialzista oltre una soglia ben precisa

Questa fase laterale di brevissimo potrebbe preludere ad un movimento direzionale di ben più rilevante ampiezza, per quanto non sia facile stabilire in quale verso si svilupperà, se al ribasso o al rialzo.

La buona tenuta dei primi supporti nelle ultime sedute induce a pensare ad un'evoluzione ulteriormente positiva nel breve, ma perchè si realizzi un simile scenario sarà importante che il Ftse Mib si lasci subito alle spalle alcune resistenze che per ora stanno soffocando un po' le sue velleità rialziste.

Il riferimento è in primis all'area dei 20.700 che, come detto prima, già in più di un'occasione ha dimostrato la sua validità resistenziale.

Con il superamento di questo ostacolo l'indice romperà gli indugi e allungherà subito il passo verso area 21.000/21.100, dove verrà chiuso il famoso gap lasciato aperto lo scorso 20 maggio nel giorno dello stacco dei dividendi.

Oltre i 21.00/21.100 punti per il Ftse Mib si apriranno le porte per un rialzo verso area 21.500, riconquistata la quale si guarderà ai 21.700 punti, ultimo baluardo da abbattere prima di un ritorno sui massimi dell'anno in area 22.000.


Lo scenario rialzista appena descritto dipenderà non solo dall'evoluzione generale degli altri mercati azionari, ma anche e soprattutto dal comportamento dei bancari.

Sei affascinato dai mercati finanziari e vorresti diventare un bravo trader?

Iscriviti da qui per rimanere sempre aggiornato sugli eventi di formazione gratuita di Trend-Online.com

Il settore continua a mostrare segnali di incertezza, ma in caso di risveglio sarà sicuramente il fattore trainante che condurrà il Ftse Mib verso i target rialzisti segnalati prima.

In attesa di nuovi segnali di positività da parte dell'indice, è doveroso volgere lo sguardo anche ai supporti da tenere d'occhio nel breve.

Un primo sostegno lo troviamo in area 20.500/20.400, ma ben più rilevante sarà la tenuta dei 20.000 punti, perchè un abbandono di questa soglia vedrà aumentare il rischio di un ritorno del Ftse Mib sui minimi di fine maggio in area 19.500.

Inutile dire che in caso di sfondamento di questo livello qualsiasi ipotesi rialzista finirà nuovamente in soffitta, lasciando spazio a proiezioni ribassiste verso i 19.000/18.800 punti in primis e in seguito in direzione dei 18.500/18.000 nella peggiore delle ipotesi. 

I market movers in America

Sul fronte macro Usa per la prima seduta della prossima settimana si segnala l'indice New York Empire State Manufacturing che a giugno dovrebbe calare da 17,8 a 12,75 punti.


Per l'indice Nahb di giugno si prevede una conferma della lettura precedente a 66 punti.

I dati macro e gli eventi in Europa

In Europa sarà diffuso l'indice relativo al costo del lavoro che nel primo trimestre dovrebbe evidenziare una variazione positiva del 2,2%, in lieve frenata rispetto al 2,3% dei tre mesi precedenti.

Da segnalare che in serata prenderà il via a Sintra il Forum annuale della BCE e a mercati chiusi è previsto un discorso del presidente Mario Draghi.

I titoli e i temi da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari si segnala lo stacco della prima tranche del dividendo 2019 di STM nella misura di 0,06 dollari.



In agenda una riunione del Cda di TerniEnergia per l'approvazione del progetto di bilancio 2018.

Fonte: News Trend Online
 


TAG:

Bull or bear Ftse mib Indici Segnali

GRAFICI:

-manufacturing- Cac 40 Ft-se 100 Ftse mib Stm microelectronics Ternienergia


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Prossimi eventi didattici

30/07/2019
Analisi e Previsioni (per i prossimi mesi) mediante Cicli e Frattali

Scelti per te

Trading Online -Market Index Charts'Widget - dBar

Copyright © 1996-2019 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x