Traderlink
Cerca
 

Ftse Mib pronto ad esplodere. Cosa monitorare e come muoversi

19/09/2020 08:00

L'ultima seduta della settimana si è conclusa in rosso per le Borse europee che hanno terminato le contrattazioni sui minimi intraday.

A trascinare al ribasso i listini dl Vecchio Continente ha contributo la negativa intonazione di Wall Street e così a fine giornata il Ftse100 e il Dax30 hanno ceduto rispettivamente lo 0,71% e lo 0,7%, mentre il Cac40 è sceso dell'1,22%.

Ftse Mib: settimana negativa

In flessione anche Piazza Affari dove il Ftse Mib ha terminato gli scambi a 19.524 punti, con un calo dell'1,09%, dopo aver toccato nell'intraday un massimo a 19.789 e un minimo a 19.510 punti.

E' preceduto dal segno meno anche il bilancio settimanale, visto che nelle ultime cinque sedute l'indice delle blue chips è sceso dell'1,49% rispetto al close del venerdì precedente.

Il Ftse Mib in apertura di ottava ha provato ad avvicinare la soglia dei 20.000 punti, per poi ripiegare verso i 19.800/19.700 punti, da cui è partito un nuovo attacco a quota 20.000, fallito il quale però si è avuta una correzione verso area 19.500 in chiusura di settimana.

Ftse Mib in laterale, range sempre più stretto

Come già evidenziato nelle rubriche delle scorse ottave, il Ftse Mib continua a rimanere inserito in un movimento laterale che da inizio agosto lo vede ingabbiato tra area 19.000 e quota 20.400/20.500 punti.

Nell'ultima settimana però si è ristretto ulteriormente il range all'interno del quale si è mosso l'indice, pari all'incirca a 500 punti.

Questa ulteriore compressione della volatilità prelude, come spesso accade, ad un'esplosione della stessa, preannunciando quindi un forte movimento direzionale.

Ftse Mib: atteso un forte movimento direzionale.

Al rialzo o al ribasso?

Non è facile dire in quale verso il Ftse Mib si muoverà nel momento in cui uscirà dal trading range in atto, ma ci sono alcune indicazioni che portare a formulare delle ipotesi piuttosto che altre.

La difficoltà incontrata dall'indice a contatto con area 20.000 lascia pensare che il mercato non sia pronto per ulteriori sviluppi rialzisti nel breve.

Non è certo molto incoraggiante il segnale di venerdì scorso quando il Ftse Mib ha avviato una discesa con volumi di scambio più alti della media delle ultime sedute, complice anche l'appuntamento con le scadenze tecniche trimestrali.

Solo con la tenuta di area 19.500 e un'immediata ripartenza da questa soglia si potrà assistere ad un nuovo attacco all'area dei 20.000.

Se il Ftse Mib riuscirà ad avere ragione di questa soglia potrà accelerare subito verso l'ostacolo successivo individuabile in area 20.400/20.500.


Superata anche questa barriera, diventerà più agevole il test dei massimi di luglio in area 21.100, la cui rottura spalancherà le porte ad un rialzo fin verso la soglia dei 21.800/22.000 punti.

Negativo sarà un abbandono di area 19.500, preludio ad un test dei recenti minimi in area 19.200, sotto cui sarà inevitabile un test di quota 19.000.

Sarà con la perdita di quest'ultima soglia che il quadro tecnico del Ftse Mib subirà un rapido peggioramento, con proiezioni prima sui minimi di giugno in area 18.300 e poi verso i 18.000 e i 17.500 punti.

Ftse Mib: occhio all'esito del voto su regionali e referendum

Da ricordare che all'inizio della prossima settimana l'andamento del Ftse Mib sarà condizionato dall'esito dal risultato che arriverà dalle urne, con riferimento al voto delle Regionali e al referendum sul taglio dei parlamentari.

Già dal primo pomeriggio di lunedì inizieranno a circolare i primi exit poll, ma per avere indicazioni più affidabili bisognerà attendere il tardo pomeriggio e ancora meglio la serata.

Molto credibile che l'impatto legato al voto si faccia sentire in maniera più compiuta e decisa sul mercato nella sessione di martedì.

I market movers in America

Per la prima seduta della prossima settimana si segnala la chiusura della Borsa giapponese per festività.

Sul fronte macro Usa è in agenda un solo aggiornamento e si tratta dell'indice Cfnai che ad agosto dovrebbe calare da 1,18 a 1,1 punti.

Da segnalare un discorso di Lael Brainard, membro della Federal Reserve.

I dati macro e gli eventi in Europa

In Europa non sono previsti aggiornamenti macro di rilievo e si guarderà alla Germania dove saranno collocati i titoli di Stato con scadenza a febbraio e agosto 2021 per un ammontare di 4 miliardi di euro per ciascun titolo.

I titoli e i temi da seguire a Piazza Affari

Da segnalare alcune variazioni ai panieri di Piazza Affari e in particolare del Mid Cap nel quale entreranno Viesse e GVS al posto di Aeroporto di Bologna RCSMediagroup.

A Piazza Affari si segnala lo stacco del dividendo di ENI che pagherà l'acconto sul 2021 nella misura di 0,12 euro per azione, mentre STM la seconda tranche pari a 0,042 euro, e Caltagirone una cedola di 0,07 euro.

A presentare i risultati del primo semestre dell'anno saranno EEMS, Seri Industrial, Antares Vision, Cover50, Digital360, Mondo TV Suisse e Neurosoft. 



Fonte: News Trend Online
 

© TraderLink News - Direttore Responsabile Marco Valeriani - Riproduzione vietata



TAG:

Bull or bear Europe Ftse mib Indici Macro economia Minimum Signals

GRAFICI:

-media- Antares vision Cac 40 Caltagirone Cover 50 Digital360 Eems Eni Ft-se 100 Ftse mib Gvs Mondo tv suisse Neurosoft Rcs mediagroup Ristretto Scor se Seri industrial Stmicroelectronics


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Scelti per te

Ultimi segnali

Trading Online -Market Index Charts'Widget - dBar

Copyright © 1996-2020 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x