Cloud
Traderlink
Cerca
 

Ftse Mib: spunti di trading. Poste e Buzzi Unicem sotto la lente

26/06/2019 07:30

L'analisi del Ftse Mib

Nuova seduta in calo per il Ftse Mib che dopo aver ceduto mezzo punto percentuale ieri, ha accusato un ribasso più pesante oggi, scendendo dello 0,73% a 21.128 punti, a ridosso dei minimi intraday.

Il mancato superamento di area 21.500, testata in più di un'occasione senza essere violata, ha innescato un ritracciamento dell'indice che non sembra aver ancor trovato una soglia da cui tentare un recupero.

Il Ftse Mib potrebbe ora scendere a testare la soglia psicologica dei 21.000 punti, la tenuta della quale potrebbe favorire un primo rimbalzo.

In tal caso le quotazioni si spingeranno dapprima verso i 21.200/21.250 punti e in seguito proveranno un nuovo attacco ai massimi delle ultime sedute in area 21.500.

Solo oltre questo ostacolo si assisterà ad una prosecuzione del rialzo in direzione dei 21.650/21.700 punti, dove verrà chiuso il gap-down del 6 maggio scorso.

Al di sopra della soglia appena segnalata ci sarà spazio per un allungo verso i massimi dell'anno in area 22.000/22.050 punti.

Lo scenario opposto a quello appena descritto prevede invece una violazione al ribasso dei 21.000/20.900 punti, preludio ad un test dell'importante supporto in area 20.700.

La perdita anche di questo sostegno da parte del Ftse Mib costringerà a spostare l'attenzione sui 20.500 punti, sotto cui la discesa proseguirà verso l'area dei 20.000.

Sarà questo l'ultimo livello chiave da difendere per evitare un ritorno dell'indice sui minimi di fine maggio a 19.500 punti, rispetto ai quali però il Ftse Mib vanta ancora una certa distanza di sicurezza. 

Poste Italiane: c'è ancora appeal dopo lo stacco cedola?

Anche la giornata di ieri si è conclusa con il segno meno per Poste Italiane che ha ceduto lo 0,69%, scendendo per la terza seduta consecutiva.

In avvio di ottava il titolo ha accusato un ribasso di quasi il 3%, da imputare essenzialmente allo stacco del dividendo pari a 0,441 euro per azione.

Poste Italiane si è così allontanato con decisione dal massimo storico aggiornato nella sessione di giovedì scorso a 9,62 euro.

E' probabile che il titolo possa faticare un po' prima di risalire con decisione la china, visto che lo stacco del dividendo potrebbe far calare un po' l'appeal nel breve.

Poste Italiane si conferma in ogni caso un titolo molto interessante, con una tendenza rialzista ben definita da inizio anno.

Nel mese di maggio, complice la flessione di Piazza Affari, Poste Italiane ha perso terreno, trovando un valido supporto in area 8,6/8,65 euro, da cui ha guadagnato circa 1 euro fino al raggiungimento di nuovi massimi storici la scorsa settimana.

Nel breve il titolo dovrà difendere il supporto dei 9,15/9,14 euro, corrispondente ai minimi di lunedì scorso, la cui tenuta potrà favorire un rimbalzo verso i 9,25/9,3 euro prima e in seguito portare alla copertura del gap-down aperto in avvio di ottava a 9,48 euro.


Sei affascinato dai mercati finanziari e vorresti diventare un bravo trader?

Iscriviti da qui per rimanere sempre aggiornato sugli eventi di formazione gratuita di Trend-Online.com

Al di sopra dei 9,5 euro Poste Italiane tornerà a premere sui massimi storici a 9,61/9,62 euro, rotti i quali continuerà a salire verso i 9,8 euro prima e in seguito in direzione dei 10/10,2 euro.  

Con discese sotto 9,15/9,14 euro il titolo potrebbe arretrare verso i minimi del 6 e 7 giugno scorsi a 8,9/9,85 euro.

Al di sotto di tale soglia si avrà un ritorno sui minimi di inizio giugno a 8,6 euro, con flessioni successive verso gli 8,4 euro prima e gli 82 euro in seguito, senza escludere estensioni ribassiste fin verso la cifra tonda degli 8 euro.

Buzzi Unicem: ecco quando aspettarsi nuovi segnali positivi

Buona performance ieri per Buzzi Unicem che ha conquistato il primo posto tra le blue chips, con un movimento in controtendenza rispetto al Ftse Mib.

Il titolo è salito dell'1,44%, recuperando terreno dopo il calo delle due sessioni precedenti, sulla scia della buona intonazione del settore immobiliare e delle costruzioni.

Questo è stato sostenuto dall'assegnazione all'Italia delle Olimpiadi Invernali 2026 e secondo gli analisti di Equita SIM i driver più concreti e che dovrebbero impattare gli anni precedenti l’evento sono gli investimenti in infrastrutture e in strade di collegamento.

Buzzi Unicem è tra i titoli esposti su questo fronte e per il quale gli esperti prevedono delle ricadute positive dalle Olimpiadi 2026. 

Dal punto di vista tecnico Buzzi Unicem è inserito in una fase discendente partita dai inizio maggio, quando dai massimi in area 20,2 euro è partita una profonda correzione di circa il 15%, fino ai minimi raggiunti nell'intraday del 3 giugno a 17,16 euro.

Da questo livello il titolo ha risalito la china fino ai 18/18,05 euro, per poi tornare a perdere terreno fino al recupero messo a segno ieri.

Con conferme al di sopra dei 17,65/17,7 euro Buzzi Unicem potrà mettere nuovamente sotto pressione l'ostacolo dei 18/18,05 euro.

Se i corsi riusciranno ad avere ragione di questa resistenza, non facile da superare, allora l'attenzione si potrà spostare sui 18,3 euro prima e in seguito sui 18,5 euro.

Al di sopra di tale soglia Buzzi Unicem porterà avanti il suo recupero in direzione dei 19 euro e dei 19,5 euro, puntando in seguito alla copertura del gap-down del 6 maggio scorso a 19,9 euro.

Da questo livello sarà agevole il tentativo di allungo verso i massimi del mese scorso a 20,2 euro, raggiunti i quali sarà probabile una pausa di riflessione prima di ulteriori spunti al rialzo.

Segnali di rinnovata incertezza con discese sotto i 17,4/17,3 euro, preludio ad un test dei minimi del 3 giugno a 17,16 euro.

Al di sotto di questa soglia la flessione di Buzzi Unicem proseguirà in direzione dei minimi di marzo a 16,7/16,65 euro.

Fonte: News Trend Online
 


TAG:

Analisi Analisi grafica Bull or bear Ftse mib Massimi Minimi Supporti e resistenze Trading

GRAFICI:

Buzzi unicem Ftse mib Poste italiane


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Prossimi eventi didattici

Scelti per te

Trading Online -Market Index Charts'Widget - dBar

Copyright © 1996-2019 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x