Traderlink
Cerca
 

Generali: buone e cattive notizie dai conti. Broker divisi

16/05/2019 16:31

L'inversione di rotta registrata a Piazza Affari dal Ftse Mib, che ora viaggia in positivo di mezzo punto percentuale, ha permesso un recupero anche di Generali che, dopo aver trascorso gran parte della seduta in calo è riuscito a cambiare direzione di marcia.

Generali inverte la rottanel pomeriggio

Sulla scia dell'accelerazione al rialzo registrata dall'indice di riferimento, il titolo si è riportato sopra la parità e negli ultimi minuti viaggia sui massimi intraday a 17,125 euro, con un progresso dello 0,79% e oltre 6 milioni di azioni scambiate fino ad ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 4,9 milioni di pezzi.

Generali ha mostrato inizialmente debolezza dopo la presentazione dei risultati del primo trimestre che pure hanno battuto le attese su più fronti, ma non su tutti.

Generali: i risultati del primo trimestre

Nel periodo in esame il gruppo ha riportato un utile netto pari a 744 milioni di euro, in rialzo del 28,1%, al di sopra dei 715 milioni del consensus.

Il dato ha beneficiato dello sviluppo del risultato operativo, ma anche della contrazione del risultato non operativo della gestione finanziaria, del minor impatto della fiscalità, che è passata dal 34,1% al 30,6% e dal maggior risultato delle attività operative cessate.

I premi lordi complessivi di Generali sono aumentati del 6,6% a 18,874 miliardi di euro, grazie alla crescita nei due segmenti di attività.

Nel ramo vita la raccolta netta ha superato i 4 miliardi di euro, con un incremento di quasi il 62%, mentre i premi lordo vita sono saliti dell'8,5% a 12,502 miliardi di euro, al di sopra delle attese.

Nel ramo danni si è avuta una crescita del 3,1%, mentre il risultato operativo è salito del 6,9% a 1,346 miliardi di euro. 

Da segnalare che il Preliminary Regulatory Solvency Ratio si è attestato al 207%, in calo rispetto al 217% dello scorso anno e al di sotto del 213% messo in conto dal mercato.

Generali ha precisato che la variazione è in larga parte ascrivibile al recepimento atteso di cambiamenti regolamentari, segnalando che già a fine aprile questo valore era risalito al 212%.

Proprio quest'ultimo dato ha pesato questa mattina sull'andamento di Generali che è riuscito però in seguito a virare al rialzo nel pomeriggio, sulla scia dell'accelerazione del Ftse Mib.


Generali: Equita e Mediobanca caute dopo i conti

Commentando i numeri del primo trimestre, Equita SIM ha parlato di un utile netto leggermente migliore delle stime, grazie alla migliore performance operativa e al tax rate, in parte compensati da un minor contributo del risultato non operativo della gestione finanziaria.

Peggio del previsto invece il Solvency II, segnalando però che 7 punti di peggioramento sono dovuti a cambi di natura regolamentare.

Confermata la view cauta su Generali che per la SIM milanese merita una raccomandazione "hold", con un prezzo obiettivo a 17,9 euro.

Prudenti anche i colleghi di Mediobanca Securities che oggi hanno ribadito per il titolo il rating "neutral", con un target price a 16,8 euro.

Gli analisti hanno definito significativa la distanza tra il Solvency Ratio del primo trimestre e quello atteso, e a loro dire è questa differenza a catalizzare l'attenzione degli investitori più che i buoni risultati operativi.

Generali: la view di Bca IMI e di Kepler Cheuvreux

Da quest'ultimo fronte sono arrivate buone notizie secondo Banca IMI, che però non manca di rimarcare il deludente dato del Solvency Ratio.

Gli analisti però mantengono una view positiva su Generali, con una raccomandazione "add" e un fair value a 16,2 euro.

Buone notizie anche da Kepler Cheuvreux che invita ad acquistare il titolo, con un prezzo obiettivo a 17,5 euro.
Gli analisti segnalano che il risultato operativo di Generali nel primo trimestre è stato del 5% superiore alle previsioni, mentre ha deluso il Solvency.

Generali guadagna una promozione da Bca Akros

Infine, una promozione per il titolo è arrivata da Banca Akros, i cui analisti hanno cambiato strategia, passando da "neutral" ad "accumulate", con un target price alzato da 17 a 18,5 euro.

Gli analisti parlano di una trimestrale migliore delle previsioni, ritenendo che la nuova strategia della compagnia triestina sia sulla buona strada.

Interessante l'attuale rendimento del dividendo che si accompagna ad una posizione di capitale sicura, anche nel caso in cui lo spread dovesse salire ulteriormente.



Fonte: News Trend Online
 


TAG:

Azioni Banche Finanza Ftse mib Raccomandazioni Rame

GRAFICI:

-media- Ftse mib Generali ass. Imi plc Mediobanca Sopra


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Scelti per te

Trading Online -Market Index Charts'Widget - dBar

Copyright © 1996-2019 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x