Cloud
Traderlink
Cerca
 

IMU-TASI: arriva la semplificazione delle due tasse?

12/07/2019 08:27

Nuova Imu? In vista sembra che debbano arrivare delle semplificazioni per la tanto odiata tassa sugli immobili. Il primo firmatario della proposta di legge è Alberto Gusmeroli (Lega), e l'iniziativa prevederebbe non solo semplificazioni ma anche, ove possibile, una riduzione delle imposte per casistiche mirate.

Ma in sintesi cosa dovrebbe accadere? Viene istituita la nuova IMU, che andrà ad inglobare la vecchia IMU e la TASI.
Ma chi dovrà pagarla? Saranno coinvolti i possessori di immobili, ossia il proprietario ovvero il titolare del diritto reale di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi o superficie. 

Come si calcola? La base imponibile dell’imposta è costituita dal valore degli immobili costituito da quello ottenuto applicando all’ammontare delle rendite risultanti in catasto, vigenti al 1° gennaio dell’anno di imposizione, rivalutate del 5 per cento.

Viene anche confermata anche l’aliquota di base per l’abitazione principale classificata nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 e per le relative pertinenze allo 0,4 per cento. Ad ogni singolo Comune viene lasciando, con deliberazione del consiglio comunale, la possibilità di aumentarla di 0,2 punti percentuali o diminuirla fino all’azzeramento.
È inoltre confermata la detrazione di 200 euro. Ci saranno, poi, esenzioni e deduzioni (ad esempio per gli immobili strumentali) e ovviamente sanzioni in caso di omesso o insufficiente versamento dell’imposta.


Dal ciclo di audizioni svolte alla Camera sulle proposte di unificazione dell'Imu e della Tasi è emersa la generale richiesta di ridurre il livello di tassazione sugli immobili e di superare alcune palesi iniquità: lo afferma in una nota il presidente di Confedilizia, Giorgio Spaziani Testa.

Oltre a sollecitare il superamento dei moltiplicatori Monti, nella sua audizione della scorsa settimana Confedilizia aveva indicato alcune priorità: il mantenimento di una componente legata ai servizi, ritenuto indispensabile anche dal Consiglio nazionale dei dottori commercialisti (è stato lo stesso sottosegretario al Mef Bitonci a dire che la nuova Imu 'deve essere una tassa sui servizi'); l'eliminazione della tassazione degli immobili inagibili o inabitabili e di quelli sfitti (il Vicepremier Salvini aveva preannunciato questa misura almeno per i negozi), che in qualche caso scontano anche l'Irpef (per quelli occupati abusivamente, invece, la giurisprudenza ha già iniziato a sancire la non tassabilità); il superamento della discriminazione delle abitazioni di categoria catastale A/1, A/8 e A/9; un ampliamento delle ipotesi di deducibilità dalle imposte sui redditi.

Naturalmente, qualsiasi riduzione del carico fiscale deve essere stabilita per legge e non lasciata alla buona volontà dei Comuni. Altrimenti, siamo da capo.

Autore: Pierpaolo Molinengo Fonte: News Trend Online
 


TAG:

Tassi


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Video-analisi


Scelti per te

Trading Online -Market Index Charts'Widget - dBar

Copyright © 1996-2019 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x