sistemi di borsa gestione dati videocomunicazione

L'Europa risale con trump e rumors Fed. Corre Unipol a Milano

07/12/2018 12:08

L'ondata di vendite che ha colpito ieri le Borse europee viene seguita oggi da un ritorno degli acquisti. I listini del Vecchio Continente hanno avviato gli scambi già in salita e si confermano tutti in territorio positivo, a ridosso dei massimi intraday. A correre più degli altri è il Ftse100 con un rialzo dell'1,75%, seguito dal Cac40 che si apprezza dell'1,57%, mentre il Dax30 avanza dello 0,88%.

A riportare il sereno sui mercati hanno contribuito le parole del presidente Trump il quale si è detto fiducioso sulla tregua commerciale annunciata sabato scorso con la Cina, senza fare alcun riferimento all'arresto della direttrice finanziari di Huawei, evento che ha scosso i mercati ieri.


Gli investitori sono inoltre sollevati da alcuni rumors secondo cui la Fed potrebbe rallentare nel suo percorso di rialzo dei tassi di interesse dopo quello già scontato in agenda questo mese.

Sul fronte macro intanto in Europa il dato finale del PIL del terzo trimestre ha mostrato una variazione positiva dello 0,2%, in linea con la lettura preliminare e con le attese degli analisti, ma in frenata rispetto allo 0,4% dei tre mesi precedenti.

In Germania la produzione industriale ad ottobre ha evidenziato un calo dello 0,5%, in peggioramento rispetto alla lettura precedente rivista al ribasso da +0,2% a +0,1%, mentre le attese erano per un incremento dello 0,3%.
Lo stesso dato in Francia ha restituito una crescita dell'1,2%, in deciso recupero in confronto alla flessione dell'1,8% di settembre, battendo le previsioni del mercato che si era preparato ad un rialzo più contenuto dello 0,6%.


Sempre in Francia la bilancia commerciale ad ottobre ha registrato un deficit di 4,1 miliardi di euro, in miglioramento rispetto al rosso di 5,7 miliardi di settembre, superando le aspettative degli analisti che avevano stimato un allargamento a 6 miliardi di euro.
Infine, in Italia le vendite al dettaglio ad ottobre hanno mostrato una variazione positiva dello 0,1%, a fronte della previsione di un calo dello 0,2%.

Da ricordare che a mercati chiusi è atteso il verdetto di DBRS sul rating della Germania.


 
Intanto si muove in positivo anche Piazza Affari che dopo il crollo di ieri vede il Ftse Mib riportarsi poco sopra i 18.800 punti, con un progresso dell'1,03%, aiutato anche dal calo dello spread BTP-Bund a 288 punti base, malgrado le numerose incertezze sulla manovra 2019.

In positivo i bancari con Mediobanca in ascesa di circa il 2%, seguito a distanza da Intesa Sanpaolo e Ubi Banca che si apprezzano dell'1%, mentre Unicredit e Banco BPM avanzano dello 0,68% e dello 0,26%.

L'unico segno eno nel settore è quello di Bper Banca che scende dello 0,63% sulla scia delle indicazioni di stampa da cui si apprende che sarebbe entrata nel vivo la trattativa dalla banca emiliana e Unipol per l'acquisizione di Unipol Banca.
Vivace la reazione in Borsa di Unipol che mette a segno un rally del 3,5%, mentre è più cauta UnipolSai che sale dell'1,5%.


Tra le migliori blue chips segnaliamo Campari e Ferrari che avanzano di oltre due punti percentuali, seguite da Snam e Brembo con un vantaggio di circa il 2%.

Nel settore oil Saipem ed ENI salgono di oltre l'1% in attesa di novità dall'Opec, mentre è debole Tenaris che perde lo 0,68%, penalizzato dalla vicende giudiziarie che vedono coinvolto il presidente del gruppo.



Sul fronte macro Usa i riflettori saranno puntati sull'importante report del lavro che in riferimento al mese di novembre dovrebbe restituire un tasso di disoccupazione invariato al 3,7%, mentre il numero di nuovi occupati nel settore non agricolo è atteso pari a 205mila unità, in calo rispetto alle 250mila di ottobre.
La retribuzione media oraria dovrebbe evidenziare una variazione positiva dello 0,3% dopo il rialzo dello 0,18% precedente.
In agenda anche il dato preliminare della fiducia Michigan che a dicembre dovrebbe attestarsi a 97 punti, in frenata rispetto ai 97,5 punti del mese precedente.
Da segnalare un discorso di Lael Brainard, membro della Federal Reserve.

Fonte: News Trend Online

TAG:

Banche Borsa Europa Federal reserve Mercati

GRAFICI:

-media- Banco bpm Bper banca Brembo Cac 40 Campari Eni Ferrari Ft-se 100 Ftse mib Intesa sanpaolo Italia Mediobanca Saipem Snam Spread btp-bund 10y Tenaris Ubi banca Unicredit Unipol Unipolsai Unit corporation


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Analisi

Analisi quotidiana dei mercati finanziari

sintesi serale 12/12/2018    

Listini in recupero, cancellano il pessimo avvio di settimana.

Prossimi eventi didattici

Video-analisi

Trading Online -Market Index Charts'Widget - dBar
Seguici su Facebook
BORSA ITALIANA: Quotazioni di borsa differite di 20 min.
MERCATO USA: Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)
FOREX: Quotazioni fornite da FXCM
Copyright © 1996-2018 Traderlink Srl - contact@traderlink.it - Privacy   -   Cookie
commenti suggerimenti commenti e segnalazioni - DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x