Cloud
Traderlink
Cerca
 

Lusso condizionato da varie incognite. I titoli buy e sell

27/11/2018 17:06

A Piazza Affari la seduta odierna prosegue in maniera contrastata per i titoli del lusso che non riescono a muoversi tutti nella stessa direzione, sebbene si registri una prevalenza di segni meno. Tra le blue chips Moncler e Luxottica arretrano rispettivamente del 2,21% e dell'1,68%, mentre Salvatore Ferragamo sale dello 0,77%, in controtendenza rispetto al mercato.
Tra i titoli a minore capitalizzazione spicca la brillante performance di Safilo che viaggia in rally del 3,5%, e il segno più precedente anche Aeffe che guadagna lo 0,62%, mentre Brunello Cucinelli e Tod's calano dello 0,34% e delo 0,7%, seguiti da Geox che flette dello 0,78%.


I titoli del lusso risentono senza dubbio delle rinnovate tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina, dopo che il presidente Trump ha ribadito la sua linea dura, anticipando che difficilmente la sua amministrazione deciderà di rinviare l'entrata in vigore dei dazi Usa contro il Paese asiatico prevista a partire dall'1 gennaio prossimo.

Il comparto del lusso non è certo immune ai segnali di rallentamento dell'economia globale, con lo sguardo rivolto in particolare all'andamento di quella americana e ancor più cinese, vista la stretta dipendenza da quest'ultima di alcuni protagonisti del lusso.
Nel settore però non mancano alcune occasioni d'acquisto, a patto di scegliere i titoli giusti e uno di questi è senza dubbio Moncler che nei giorni scorsi si è visto confermare da Kepler Cheuvreux la raccomandazione "buy", con un prezzo obiettivo a 37 euro.


Il broker ha deciso di rivedere al rialzo le stime sull'utile per azione, aumentandole del 2,5% per quest'anno e del 2,3% per il prossimo, sulla scia dei conti trimestrali e alla luce del feedback positivo sulla stagione autunno/inverno. 
A puntare su Moncler è anche Banca Akros che invita ad acquistare con un target price ritoccato leggermente da 41,4 a 41,6 euro.
Dopo l'accordo siglato dalla controllata Industries sul Patent Box, gli analisti evidenziano che il tax rate consolidato di Moncler per quest'anno è stimato intorno al 20%, rispetto al 25,6% del 2017.

Meno entusiastica la view su Luxottica che la scorsa settimana è stato oggetto di una bocciatura da parte di Hsbc, i cui analisti hanno cambiato strategia da "buy" a "hold", con un fair value ridotto da 64 a 59 euro.

Il broker continua a credere che la combinazione di Luxottica con Essilor abbia senso strategico, ma al contempo segnalando che le valutazioni sono care in vista dei crescenti rischi di leadership e di governance.

Cattive notizie per Salvatore Ferragamo che piace sempre meno a Bank of America-Merrill Lynch, tanto che i suoi analisti hanno rivisto il giudizio sul titolo da "neutral" ad "underperform".
La banca americana ritiene ingiustificata una valutazione premium per le azioni del gruppo italiano che sta attraversando ancora una fase di transizione.

Lo stesso rating "underperform" viene confermato per Salvatore Ferragamo da Mediobanca Securities, con un prezzo obiettivo a 18,5 euro.



Gli analisti hanno view negativa sul titolo, pur non essendo particolarmente pessimisti sulla congiuntura cinese visto che a loro dire si deve parlare non già di un rallentamento della domanda cinese ma di una normalizzazione. Mediobanca si aspetta che il Paese asiatico resti il motore di crescita per il settore del lusso, pur non facendo mistero dei rischi al ribasso nel breve termine.


Gli analisti di Piazzetta Cuccia scommettono invece su Aeffe che a loro dire merita una raccomandazione "outperform", con un target price a 3,78 euro.

Tra i titoli a minore capitalizzazione Equita SIM resta cauta su Geox, con una raccomandazione "hold" e un fair value tagliato non più tardi di ieri da 1,6 a 1,3 euro.


La SIM milanese ha definito deludenti i risultati del terzo trimestre del gruppo, che hanno risentito negativamente di un tempo atmosferico sfavorevole, ma richiama l'attenzione anche sulla negatività degli ordini preliminari per la collezione primavera-estate 2019 e sui targt quantitativi al 2021, definiti sfidanti.


Lo stesso rating "hold" viene reiterato per Geox da Banca IMI, con un prezzo obiettivo quasi dimezzato da 2,6 a 1,39 euro. Gli analisti non si sbilanciano dopo che il gruppo ha registrato risultati deboli per tre trimestri consecutivi.

Infine, non c'è alcun entusiasmo neanche per Tod's, almeno secondo le indicazioni di Equita SIM che sul titolo mantiene fermo il rating "hold", con un target price immutato a 52 euro.


Gli analisti non vedono alcun appeal speculativo che possa sostenere il titolo nel breve termine dopo l'intervista rilasciata dal fondatore e presidente Diego Della Valle, il quale ad Affari & Finanza ha ribadito la volontà e l'impegno per il rilancio della società.
Il manager ha inoltre escluso categoricamente di voler vendere l'azienda o parti di essa attraverso eventuali spin-off.


Fonte: News Trend Online
 


TAG:

Azioni Banche Raccomandazioni Rating Trading breve termine Usa

GRAFICI:

Aeffe Bank of america corporation Box, inc. class a Brunello cucinelli Geox Luxottica group Mediobanca Moncler Safilo Salvatore ferragamo Tod s


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Copyright © 1996-2019 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x