Cloud
Traderlink
Cerca
 

Mercati finanziari: la sintesi quotidiana dei fatti

10/06/2019 13:41

La sintesi quotidiana dei principali eventi accaduti sui mercati finanziari redatta dall’Ufficio Ricerca ed Analisi di Banca Finnat.

Borse Mondiali

Stati Uniti

In denaro Colgate (+1,20%).
Ben comprata Mastercard (+3,09%). Johnson & Johnson guadagna l’1,37%.

Prevalgono gli acquisti su Intel (+2,06%). In evidenza positiva Facebook (+2,98%) e Microsoft (+2,80%). Tesla perde lo 0,70%.

Italia

In denaro i titoli del settore petrolifero con Eni (+0,43%) e Saipem (+3,18%).

Positive Moncler (+0,58%) e Ferragamo (+2,80%) mentre Tod’s (-0,04%) non riesce a superare la parità.

Chiusure contrastate per il settore industriale con Buzzi Unicem (-0,63%), Brembo (-0,20%), Leonardo (+1,20%) e Fincantieri (+0,52%).

Seduta positiva per i titoli della “Galassia Agnelli” con Ferrari (+1,26%), CNH Industrial (+0,35%) ed Exor (+1,56%).

In controtendenza FCA (-0,34%).

Chiusure miste per il settore bancario con UniCredit (+0,62%), Ubi Banca (+0,09%), Mediobanca (+0,50%), Banca Mediolanum (+0,97%), Intesa Sanpaolo (+0,35%), Banca Generali (-0,61%) e Banco Bpm (-0,24%).

Assicurazioni Generali guadagnano lo 0,25% ed il titolo si porta a euro 15,86.

In denaro Enel (+1,46%), Italgas (+1,09%), Snam (+1,74%), A2A (+0,13%) e Terna (+1,13%).

Telecom Italia segna un rialzo dell’1,43% ed il titolo chiude a euro 0,4478.

Prevalgono gli acquisti su Poste Italiane (+1,97%).

In evidenza positiva Mediaset (+3,02%).

Gran Bretagna

Chiude in terreno positivo GlaxoSmithKline (+1,32%). Ben comprata Bat (+3,38%). Compass sale dell’1,01%. Bp segna un rialzo dell’1,53%.

Germania

Bayer cala dello 0,79%. Deutsche Bank guadagna lo 0,13%.
Poco mossa Volkswagen (+0,03%). In denaro Adidas (+1,82%). Seduta positiva per BASF (+0,66%).

Francia

In evidenza positiva Sanofi (+4,40%). Prevalgono gli acquisti su Capgemini (+2,35%). Danone cresce dello 0,95%. Chiude in terreno positivo Carrefour (+1,60%).

Economia

Germania/1: le esportazioni sono calate, in aprile, del 3,7% dall’incremento dell’1,6% di marzo e rispetto ad attese di un calo dello 0,65%.

Germania/2: le importazioni sono calate, in aprile, dell’1,3% dalla crescita dello 0,70% di marzo; gli economisti avevano stimato un aumento dello 0,30%.

Germania/3: la produzione industriale è scesa, in aprile, dell’1,9% dal precedente aumento dello 0,50%; gli economisti avevano previsto un calo dello 0,50%.

In termini annui la produzione industriale è diminuita dell’1,8% dal precedente ribasso dello 0,88%; il mercato attendeva una contrazione dello 0,80%.

Germania/4: la bilancia commerciale, in aprile, ha registrato un surplus pari a 17 miliardi di euro dal precedente avanzo pari a 19,9 miliardi di euro e rispetto ad attese di un surplus a 18,9 miliardi di euro.

Francia/1: la produzione industriale è cresciuta, in aprile, dello 0,44% dal calo dell’1,1% di marzo e rispetto ad attese di una crescita dello 0,20%.

In termini annui, la produzione industriale è salita dell’1,1% dal precedente calo dello 0,74%; gli economisti avevano previsto una crescita dello 0,95%.


Francia/2: la bilancia commerciale, in aprile, ha registrato un disavanzo pari a 5 miliardi di euro dal precedente disavanzo pari a 5,5 miliardi di euro; gli economisti avevano previsto un deficit pari a 4,6 miliardi di euro.

Italia/1: le vendite al dettaglio, in aprile, sono rimaste invariate rispetto al decremento dello 0,29% di marzo.

In termini annui, le vendite al dettaglio sono aumentate del 4,2% dalla precedente contrazione del 3,3%.

Usa/1: il reddito orario, a maggio, è salito dello 0,20% in linea con la variazione precedente e rispetto ad attese di una crescita dello 0,30%. In termini annui i redditi orari sono aumentati del 3,1% dal precedente 3,2%; il mercato attendeva una crescita del 3,2%.

Usa/2: i nuovi occupati nel settore non agricolo sono scesi, in maggio, a 75 mila unità dalle 224 mila unità create in aprile e rispetto ad attese di 182,5 mila nuovi occupati.

Usa/3: il tasso di disoccupazione, a maggio, è rimasto invariato al 3,6%, in linea con le attese degli economisti.

Le Small Cap sotto “coverage” Finnat

AMM: nell’update di ricerca rilasciato in data 07 giugno dal nostro Ufficio Studi si evidenzia come per AMM, operante nei settori del mobile marketing e nel web-advertising, la crescita media annua del valore della produzione sia stimata, per il periodo 2019-2023, al 21,64%.

L’Ebitda dovrebbe poter crescere ad un tasso medio annuo del 39,88% ed il risultato netto portarsi dagli 1,5 milioni di euro previsti a consuntivo 2019 ai 4,7 milioni di euro attesi al 2023, per un tasso medio annuo di crescita pari al 68,08%. La raccomandazione permane di acquisto con prezzo obiettivo a 6,00 euro.

Schiuker: ha comunicato che, ad un mese dalla chiusura del secondo trimestre 2019, gli ordini acquisiti (Retail) abbiano registrato un incremento del 40% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

La crescita è stata determinata, principalmente, dagli ottimi riscontri ottenuti sul mercato italiano nel segmento retail. Il totale degli ordini acquisiti nei primi due trimestri 2019 sarà fatturato entro la fine dell’anno. Inoltre, sono in via di conclusione nuove acquisizioni di ordini ed importanti partnership che genereranno, già a partire da quest’anno, un impatto positivo sui risultati aziendali.

Altre società

Net Insurance: ha comunicato che è stata perfezionata la cessione della partecipazione del 6,93% detenuta in “ViViBanca” per un controvalore complessivo pari a 3,44 milioni di euro.

Elettra Investimenti: ha comunicato, nell’ambito del processo di semplificazione della struttura della catena partecipativa, l’approvazione del Progetto di fusione per incorporazione delle sue partecipate “Alea Heat & Power” e”Idronika“ in “Alea Energia”.

TerniEnergia: ha comunicato di aver sottoscritto un contratto preliminare con “NextPower II Alpha” per la cessione del 50% delle quote societarie di una joint venture titolare di due impianti fotovoltaici per complessivi 1,9 MW.

Il corrispettivo dell’operazione è pari a circa 1,3 milioni di euro.

Autore: Pierpaolo Molinengo Fonte: News Trend Online
 


TAG:

Analisi Banche Industria e lavoro Mercati

GRAFICI:

-media- -retail- A2a spa Adidas Banca finnat Banca generali Banca mediolanum Banco bpm Basf Bayer Bp Brembo Buzzi unicem Cap gemini Carrefour Cnh industrial Danone Deutsche bank Elettra investimenti Enel Eni s.p.a. Exor Facebook Ferrari Fiat chrysler automobiles Fincantieri Glaxosmithkline plc Intel Intesa sanpaolo Italgas Italia Leonardo Mediaset Mediobanca Microsoft corp Moncler Net insurance Poste italiane Saipem Salvatore ferragamo Sanofi Snam Telecom italia Terna Ternienergia Tesla Tod s Ubi banca Unicredit Unit corp Volkswagen


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Prossimi eventi didattici

Scelti per te

Trading Online -Market Index Charts'Widget - dBar

Copyright © 1996-2019 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x