Traderlink
Cerca
 

Mercati finanziari: la sintesi quotidiana dei fatti

08/05/2020 10:15

La sintesi quotidiana dei principali eventi accaduti sui mercati finanziari redatta dall’Ufficio Ricerca ed Analisi di Banca Finnat.

Borse Mondiali

Usa

In forte denaro il settore dei digital payments con PayPal (+14,01%), American Express (+3,25%) e Mastercard (+2,21%).
Ben comprate anche Abbott (+3,19%) e Booking (+4,71%).

Italia

Seduta contrastata per il comparto bancario con UniCredit (-1,58%), Banca Generali (+1,73%), Banco Bpm (-1,40%), Ubi Banca (+0,32%), Mediobanca (-0,27%), Banca Mediolanum (+1,15%) ed Intesa Sanpaolo (-1,11%).

Assicurazioni Generali sono salite dello 0,67% ed il titolo si è portato ad euro 12,82.

Poco mossa Tod’s (-0,08%) mentre Moncler e Ferragamo hanno guadagnato, rispettivamente, il 2,65% e lo 0,28%.

Ben comprata Exor (+2,21%) mentre hanno registrato decrementi FCA (-0,37%), Ferrari (-0,58%) e CNH Industrial (-3,06%).

Chiusure positive per il settore delle utilities con Enel (+1,99%), Italgas (+0,16%), Snam (+0,07%), A2A (+0,96%) e Terna (+0,75%).

Telecom Italia ha ceduto il 2,17% ed il titolo ha chiuso ad euro 0,3428.

In crescita Eni (+1,58%) e Saipem (+2,64%).

Seduta negativa per il settore industriale con Brembo (-0,07%), Leonardo (-0,17%) e Fincantieri (-3,90%).

In controtendenza Buzzi Unicem (+0,27%).

Gran Bretagna

GlaxoSmithKline ha ceduto l’1,32%. In crescita Bat (+0,20%) e. Diageo (+0,51%). Tesco ha guadagnato l’1,19%. Seduta negativa per Compass (-1,30%).

Germania

In denaro Adidas (+4,55%).
Ben comprate Deutsche Telekom (+2,98%) e BASF (+1,71%). Chiusura in territorio negativo per Bayer (-0,91%). In lettera Bmw (-2,48%).

Francia

Sono prevalsi gli acquisti sul settore del lusso con Kering (+2,11%) e Lvmh (+2,72%). Hanno chiuso in territorio ampiamente positivo anche Axa (+2,13%) e Bnp Paribas (+1,77%).

In denaro Carrefour (+3,06%).

Economia

Germania: la produzione industriale (m/m), in marzo, è scesa del 9,2% dal precedente incremento dello 0,30%. Il consensus stimava una contrazione del 5%.

Francia: la produzione industriale (m/m), in marzo, è scesa del 16,2% dal precedente incremento dello 0,84%.
Il consensus stimava una contrazione del 10,3%. Su base annua, la produzione ha registrato un calo del 17,3% dal precedente decremento dell’1,7%. Gli analisti stimavano una variazione negativa pari al 7,7%.

Usa: le richieste di sussidi di disoccupazione, nella settimana del 2 maggio, sono risultate pari a 3,169 mila unità dalle precedenti 3,846 mila unità.

Il consensus stimava un dato pari a 3,000 mila unità. Nelle ultime sette settimane le richieste cumulate di sussidi hanno superato i 30 milioni.


Le Small Cap sotto “coverage” Finnat

Fervi: i Consiglieri di Amministrazione, nel corso del Consiglio tenutosi in data 29 aprile 2020, hanno volontariamente rinunciato ad una parte del proprio compenso previsto per l’anno in corso.
In particolare, la rinuncia complessiva ammonterà a € 132,5 migliaia corrispondenti a circa il 32% dei compensi deliberati dall’Assemblea dei Soci. Inoltre, la Società ha annunciato di aver concluso, in aprile, l’iter per l’ottenimento della certificazione ISO 45001 (Sistemi di gestione per la salute e sicurezza sul lavoro), raggiungendo il risultato della tripla certificazione (ISO 9001, 14001, 45001) ad ulteriore dimostrazione dell’attenzione nei confronti di tutti gli stakeholders.

Radici Pietro Industries & Brands: ha reso noto che la società Miro Radici Family of Companies, azionista di controllo della Società, ha concesso ad UBI Banca, previa autorizzazione del Nomad, ai sensi dell’accordo di lock-up, il pegno su 460.000 azioni emesse dalla Società e rientranti nella propria disponibilità.

La concessione del pegno consegue all’avvenuta cancellazione, da parte di UBI ed a titolo gratuito, di ipoteche volontarie gravanti su quattro immobili di proprietà della Società per un ammontare pari ad €2.931.297 ciascuna, concesse a garanzia del contatto di finanziamento sottoscritto in data 23 settembre 2013.
L’atto di pegno prevede che il diritto di voto sulle azioni oggetto dell’atto spetti a Miro Radici Family of Companies e che detto pegno possa essere eventualmente escusso non prima del 1° febbraio 2021.

Altre società

Leonardo: ha sottoscritto, con un pool di banche internazionali, nuove linee di credito per un valore di 2 miliardi di euro.

Queste ultime avranno una durata fino a 24 mesi e non prevedono covenant finanziari. Il nuovo credito, sommato alle disponibilità liquide e alle linee di credito preesistenti, permetterà al Gruppo di contare su una liquidità totale di oltre 5 miliardi.

Autore: Pierpaolo Molinengo Fonte: News Trend Online
 

© TraderLink News - Direttore Responsabile Marco Valeriani - Riproduzione vietata



TAG:

Analisi Bank Industria e lavoro Mercati

GRAFICI:

-utilities- A2a Adidas Axa Banca generali Banca mediolanum Banco bpm Basf Bayer Bca finnat Bmw Bnp paribas Brembo Buzzi unicem Carrefour Cnh industrial Deutsche telekom Diageo plc Dita Enel Eni Exor Ferrari Fervi Fiat chrysler automobiles Fincantieri Glaxosmithkline Intesa sanpaolo Italgas Kering Leonardo Lvmh Mediobanca Moncler Pool corp Radici Saipem Salvatore ferragamo Snam Telecom italia Terna Tesco plc Tod's Ubi banca Unicredit Unit corp Unitil corp


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Copyright © 1996-2020 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x