Traderlink
Cerca
 

Partite IVA spinte dal forfettario. Ma a gennaio si cambia

12/11/2019 11:14

In attesa del giro di vite sulla Flat Tax previsto nella Manovra 2020, si conferma l'effetto di spinta che il regime forfettario per autonomi e mini-imprese del primo governo Conte ha esercitato quest'anno sull'apertura di nuove Partite IVA.

Partite Iva, boom nel terzo trimestre grazie ai forfettari

Secondo quanto ha comunicato ieri il Mef nell'ultimo aggiornamento dell'Osservatorio sulle partite IVA, nel terzo trimestre del 2019 sono stati registrati 101.498 nuovi avviamenti, ovvero il 5,7% rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno: come sottolineato nel comunicato del Tesoro, rispetto al terzo trimestre del 2018 le persone fisiche, che pesano per il 72,3% delle nuove aperture, hanno inoltre evidenziato in particolare un apprezzabile aumento dell'8,3% dovuto proprio alle nuove adesioni al regime forfetario: nel periodo in esame 49.171 nuovi avvianti hanno aderito al regime (48,4% del totale delle nuove aperture), con un aumento del 30,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Partite IVA: oltre la metà sceglie il forfettario

Come ricorda oggi il Sole 24 Ore, uno sguardo ai dati del periodo gennaio-settembre mostra peraltro che oltre 217mila professionisti e piccole imprese, ovvero oltre la metà del totale (50,6%), hanno già scelto quest'anno il regime agevolato: cifra cui vanno sommate le circa 285mila Partite Iva che hanno optato, in accordo con quanto emerso dalla dichiarazione Iva presentata a ottobre, per il passaggio dal regime ordinario al forfettario.

Partite IVA e regime forfettario: cosa cambia con la manovra

Come detto, le novità anti-abuso contenute nella nuova Legge di Bilancio produrranno tuttavia degli importanti cambiamenti a partire dal prossimo anno. 

Se infatti la manovra "salva" da un lato il regime forfettario con imposta sostitutiva al 15% (e al 5% per le nuove attività) per le Partite Iva con ricavi e compensi fino a 65 mila euro, l'annunciato giro di vite creerà però dei vincoli più stringenti: oltre all'abolizione della flat tax con aliquota al 20% per ricavi o compensi da 65.001 a 100mila euro, che sarebbe dovuto partire a gennaio 2020, resteranno fuori infatti dalla tassa piatta e passeranno al regime ordinario coloro che hanno effettuato spese per una cifra superiore a 20.000 euro lordi l'anno per dipendenti e collaboratori, e inoltre chi oltre alla libera professione svolge anche un lavoro dipendente o percepisce una pensione incassando più di 30.000 euro lordi l'anno.


Partite IVA: dubbi al Senato sui numeri del nuovo forfettario

Proprio rispetto alle stime sugli effetti che saranno prodotti dalla stretta in arrivo con la nuova manovra, secondo quanto scrive il quotidiano di Confindustria, qualche dubbio è peraltro già stato sollevato dai tecnici del Senato.

Il servizio Bilancio del Senato ha evidenziato infatti che "non è indicato il numero di soggetti che, si ipotizza, transiterà dal regime forfettario vigente" a quello meno largo inserito nel disegno della Legge di Bilancio, "suddiviso tra soggetti che sostengono oneri per lavoro dipendente oltre il limite di 20mila euro e soggetti che l’anno precedente hanno percepito redditi di lavoro dipendente oltre la soglia di 30mila euro."

A ciò, secondo i tecnici di Palazzo Madama, è da aggiungere il fatto che non si tiene in considerazione, nella stima di maggior risparmio, il valore dell’aliquota media Irpef che, secondo le simulazioni del Governo, "è possibile dedurre in percentuali notevolmente differenti tra loro" a seconda dei casi con aliquota media che va dal 3% a quella del 41,6 per cento.

 

Fonte: News Trend Online
 

© TraderLink News - Direttore Responsabile Marco Valeriani - Riproduzione vietata



TAG:

Indicators and oscillators Indici Industria e lavoro

GRAFICI:

-media- Il sole 24 ore


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Scelti per te

Trading Online -Market Index Charts'Widget - dBar

Copyright © 1996-2019 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x