Cloud
Traderlink
Cerca
 

Pesanti ribassi sulle Borse di tutto il mondo

22/03/2019 18:43

Brutta giornata per i mercati azionari, il nostro indice principale ha perso quasi un punto e mezzo percentuale ed … è risultato il migliore in Europa! Il Dax (-1,6%) di Francoforte e soprattutto il Cac (-2,0%) di Parigi ed il Ftse100 (-2,0%) di Londra hanno fatto segnare cali ancor più pesanti.

Al momento anche a Wall Street i ribassi sono piuttosto consistenti, dopo l’euforia di ieri a seguito delle decisioni della Fed, oggi il mercato riflette e ritiene che tutto ciò era già stato ampiamente scontato nelle quotazioni raggiunte dai titoli nei giorni scorsi.

Il nostro Ftse Mib (-1,38%) conclude l’ottava comunque con una performance positiva, ma è rimasto un guadagno decisamente frazionale.

Dopo il ribasso della vigilia, imputabile a prese di profitto, oggi Saipem (-5,02%) ha avuto un vero tracollo, sul titolo per la verità due importanti società come Sociètè Generale ed HSBC hanno ritoccato all’insù il target price, la Banca Francese lo ha portato a 5,9 euro e quella inglese a 5,0 euro, però HSBC ha abbassato il giudizio da “Buy” a “Hold”.

Il calo del nostro indice principale, tuttavia, è stato determinato in gran parte dai ribassi fatti segnare dai titoli del comparto bancario: Unicredit (-4,53%), Ubi Banca (-4,48%) e Banco BPM (-4,35%) han lasciato sul terreno oltre quattro punti percentuali, è andata meglio ad Intesa Sanpaolo (-2,64%), Bper (-1,38%) e soprattutto a Mediobanca (-0,80%).


Da segnalare poi la giornata decisamente storta dei titoli della galassia Agnelli: Cnh Industrial (-3,20%), Exor (-2,84%), Fiat (-2,47%), Juventus (-2,29%) e Ferrari (-1,46%) han visto prevalere nettamente le vendite.

Ma concludiamo citando i cinque titoli che hanno concluso la seduta in controtendenza.

La miglior performance di giornata è stata realizzata da Tenaris (+2,71%), il mercato ha particolarmente apprezzato lo shopping che la società dei fratelli Rocca ha fatto in Russia, il titolo in intraday ha superato anche quota 13 euro ed ora è salito sul terzo gradino del podio nella classifica dell’anno in corso (+36,6% YTD).

Ma ancora una volta sono state le utilities a sorprendere in positivo.

Ritoccano infatti il loro massimo storico e concludono l’ottava con un en-plein di rialzi Hera (+1,03%), Enel (+0,97%) che ha annunciato un dividendo estremamente generoso concludendo la seduta anche sul massimo di giornata a quota 5,634 euro, e Snam Rete Gas (+0,31%) giunto al settimo rialzo di fila.

Citiamo infine anche il guadagno frazionale di Diasorin (+0,28%) che continua nel migliore dei modi un anno iniziato alla grande.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro          

Sei un appassionato di trading?

Partecipa ai nostri webinar gratuiti: http://www.trend-online.com/webinar/

Autore: Giancarlo Marcotti Fonte: News Trend Online
 


TAG:

Banche Borsa Bull or bear Gas Mercati

GRAFICI:

-utilities- Banco bpm Bper banca Cnh industrial Dax Diasorin Enel Exor Ferrari Fiat chrysler automobiles Fila Ft-se 100 Ftse mib Hera Intesa sanpaolo Juventus fc Mediobanca Saipem Snam Tenaris Ubi banca Unicredit


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Copyright © 1996-2019 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x