Cerca
 

Petrolio senza freni: i titoli oil da mettere nel carrello ora

22/02/2019 14:09

Gli acquirenti non mollano la presa sul petrolio e così dopo il calo di ieri, peraltro contenuto al di sotto di mezzo punto percentuale, l'oro nero oggi ha ritrovato subito la via dei guadagni. Negli ultimi minuti il Wti viene fotografato a 57,7 dollari, con un rialzo dello 1,3%, spingendosi sui massimi dallo scorso novembre.

La salita odierna del petrolio viene sfruttata da Saipem ed ENI che avanzano rispettivamente dello 0,57% e dello 0,3%, mentre resta sulla parità Tenaris, reduce da ben nove sedute consecutive in progresso. In positivo anche Saras e Maire Tecnimont che mostrano un rialzo dello 0,46% e dello 0,69%.


L'ascesa delle quotazioni del petrolio almeno per il momento non sembra conoscere sosta e, come spiegato dagli analisti di Commerzbank, l'oro nero sta incontrando venti favorevoli grazie ad un sentiment di mercato nel complessivo positivo.
A cio si aggiunge l'ottimismo relativo ai negoziati commerciali tra Stati Uniti e Cina, senza dimenticare il sostegno arrivato dai tagli alla produzione decisi dall'Opec e messi in atto in gran parte dell'Arabia Saudita.

Secondo gli esperti di MPS Capital Services, l'attenzione degli operatori è proprio rivolta al fronte dell'offerta, per verificare che le promesse sui tagli alla produzione siano mantenute.
Per gli esperti inoltre il mercato ha accolto con favore la notizia relativa al calo sul minimo storico dell'export saudita negli Stati Uniti.

Questo ha contributo a spingere in avanti i prezzi dell'oro nero che di fatto stanno ignorando il forte rialzo delle scorte, sui massimi da dicembre 2017, e il rimbalzo del numero di trivellazioni di pozzi negli Stati Uniti.
A detta di MPS Capital Services, il recente rialzo del petrolio è stato più rapido del previsto, ma è avvenuto nella direzione del trend attesa per quest'anno.

Gli analisti avvertono che qualora si dovesse assistere a delle prese di profitto sulle Borse, i prezzi dell'oro nero potrebbero risentirne nel breve periodo, ma un eventuale calo dovrebbe avere carattere temporaneo.

Alla luce di questo andamento decisamente tonico del petrolio, è interessante andare a guardare ai titoli del settore oil che offrono le opportunità più allettanti a Piazza Affari.



Uno di questi è sicuramente ENI che proprio oggi ha ricevuto una conferma bullish da parte di Equita SIM, con una raccomandazione "buy" e un prezzo obiettivo invariato a 20 euro.
Gli analisti si sono soffermati oggi sulle indicazioni riportate da Reuters, secondo cui la Nigeria, tramite la sua compagnia petrolifera nazionale NNPC, avrebbe chiesto alle major petrolifere internazionali attive nel Paese, tra cui troviamo anche ENI, di pagare una somma di 20 miliardi di dollari in tasse e royalties.


Secondo la SIM milanese però la notizia non ha effetti rilevanti sui titoli delle società petrolifere, in quanto la richiesta della Nigeria, come rappresentata da Reuters, sarebbe priva di fondamento contrattuale.

A puntare su ENI è anche Societè Generale che nei giorni scorsi ha reiterato la raccomandazione "buy", con un target price ridotto però da 20 a 18,5 euro.
Da segnalare che gli analisti hanno tagliato le loro previsioni sul prezzo del petrolio da 74 a 65 dollari per quest'anno e da 67,5 a 65 dollari per il prossimo.


ENI piace anche a Jefferies che invita ad acquistare con un fair value a 17 euro, sulla scia dei buoni risultati registrati dal gruppo nel 2018 e alla luce di una valutazione bassa del titolo.



Buone notizie per Saipem sono arrivate invece nella prima settimana di febbraio da MainFirst, i cui analisti hanno deciso di avviare la copertura sul titolo con una raccomandazione "buy" e un prezzo obiettivo a 5,1 euro.
Il broker ritiene che le valutazioni correnti offrano un buon punto di ingresso su Saipem che vanta un profilo di rischio/rendimento interessante, ipotizzando una normalizzazione dei margini.


Appetibile anche Tenaris che raccoglie consensi tra i broker dopo la diffusione dei conti del 2018, malgrado gli stessi siano stati accompagnati da un outlook cauto per l'anno in corso.

Kepler Cheuvreux ribadisce la raccomandazione "buy" sul titolo, con un target price a 14 euro, pur segnalando che la guidance per il 2019 è stata inferiore alle previsioni.

Gli analisti prevedono un taglio delle stime di consensus sul 2019 tra il 5% e il 10%.

A puntare su Tenaris è anche Banca Akros che suggerisce di accumularlo in portafoglio, pur ritoccando il fair value a 17 a 16,5 euro, complice un taglio delle stime di Ebitda nell'ordine del 2,4% per quest'anno e del 3,8% per il 2020.

Bullish anche la view di Mediobanca Securities, secondo cui Tenaris è destinato a sovraperformare il mercato, con un prezzo obiettivo a 15,5 euro.

Gli analisti ritengono che la guidance del gruppo sul 2019 sia pienamente scontata nei prezzi, ricordando che Tenaris prevede una ripresa delle attività offshore quest'anno e ciò lascia spazio a possibili sorprese positive sul fronte degli utili.

Tra i titoli a minore capitalizzazione, un buon investimento è rappresentato da Saras, almeno secondo la strategia di Kepler Cheuvreux che ha una raccomandazione "buy", con un prezzo obiettivo ritoccato verso il basso da 2,2 a 2,12 euro.



Gli analisti di Kepler Cheuvreux puntano anche su Maire Tecnimont, coperto anch'esso con un rating "buy" e un target price a 5,8 euro. La conferma bullish giunge dopo che il gruppo ha fatto il suo ingresso nel riciclo meccanico della plastica, compiendo il primo vero passo nella strategia green future lanciata a novembre.


Gli analisti di Banca IMI si aspettano che questo business offra un elevato potenziale di crescita in termini di volumi e prezzi e l'idea è che la diversificazione di Maire Tecnimont nell'economia verde potrebbe sostenere i numeri nel lungo termine.
Anche in ragione di ciò gli analisti suggerisco di acquistare il titolo, con un fair value a 6 euro.

Fonte: News Trend Online

TAG:

Azioni Bull or bear Dollaro Massimi Mercati Oro Petrolio Raccomandazioni

GRAFICI:

B.monte paschi siena Commerzbank Crude oil Eni s.p.a. Maire tecnimont Mediobanca Oro Saipem Saras Tenaris


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Prossimi eventi didattici

05/04/2019
Investi Bene: un grande evento da non perdere a Bologna

Scelti per te

Trading Online -Market Index Charts'Widget - dBar

Copyright © 1996-2019 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x