Traderlink
Cerca
 

Piazza Affari: i possibili target di M&A. Fca e Nexi tra i big

17/07/2019 18:25

A Piazza Affari di tanto in tanto torna in auge il tema caldo delle operazioni straordinarie di fusione e acquisizione che potrebbero interessare in maniera trasversale diversi settori del nostro mercato.

Piazza Affari: società italiane appetibili come target di M&A

Proprio quest'oggi gli analisti di Equita SIM hanno diffuso un report nel quale si sono soffermati proprio sul tema M&A.

Gli esperti segnalano che una rapida analisi sui trend del primo semestre di quest'anno evidenzia una certa stasi nelle operazioni di M&A più tradizionali, aventi ad oggetto le aziende quotate italiane.

Ciò non toglie però, secondo la SIM milanese, che su un orizzonte più ampio, l'appetibilità delle aziende italiane come target di M&A rimanga molto elevata, sia da parte di investitori industriali che finanziari, tanto domestici quanto internazionali.

Gli analisti hanno scelto 11 idee di investimento a Piazza Affari che possono essere oggetto di M&A nei prossimi mesi.


Nel report diffuso oggi Equita SIM ha individuato in primis operazioni guidate da un efficientamento della struttura di capitale, che sono state le uniche di una certa rilevanza ad essere state annunciate nel primo trimestre di quest'anno a Piazza Affari.

Piazza Affari: i titoli che possono essere oggetto di M&A.
Focus su Fca

In questa categoria gli analisti citano le possibili conversioni delle azioni di risparmio in ordinarie di Telecom Italia e di Buzzi Unicem e la fusione tra Unipol e UnipolSai.    

Gli esperti di Equita SIM hanno inoltre identificato possibili target di M&A in un settore in fase di consolidamento.


Su questo fronte, le operazioni più probabili potrebbero riguardare Fca che dopo l'annullamento dell'offerta avanzata per Renault, potrebbe vedere un ritorno di ipotesi speculative non solo con il gruppo francese, ma anche con altri partners.


C'è da dire che proprio oggi gli analisti di Equita SIM si sono soffermati  su un'intervista rilasciata al Corriere della Sera dal Ministro dell'economia francese.

Bruno Le Maire ha ribadito che la priorità oggi è sviluppare una strategia industriale per l’alleanza Renault-Nissan.

Solamente dopo aver consolidato la suddetta alleanza si potranno esaminare sviluppi successivi.

Gli analisti di Equita SIM fanno notare che da una parte non vengono esclusi scenari di M&A, ma dall'altra evidenziano che le dichiarazioni del Ministro dell'economia francese non riaprono la porta a potenziali negoziazioni in tempi brevi.

Fca è in ogni caso nella lista dei possibili target di M&A e tra le blue chips troviamo anche Nexi, per via dell'elevato M&A nel settore di riferimento.

Al di fuori del Ftse Mib gli analisti parlano di Rai Way con riferimento ad un merger con 2i Towers, mentre nel risparmio gestito si parla di Anima Holding e Banca Generali, nell'ottica di un consolidamento tra asset gatherer.

Anche Creval è candidato per l'M&A per via della solida posizione di capitale e dell'azionariato frammentato.

Infine, Equita SIM cita Saras e Ascopiave, entrambi alla ricerca di una partnership industriale.


Nel caso particolare di Ascopiave gli analisti non escludono una vera e propria integrazione con Hera dopo la recente operazione sugli asset retail. 

Fonte: News Trend Online
 


TAG:

Asset Azioni Economia Industria e lavoro Investment

GRAFICI:

-retail- Anima holding s.p.a Ascopiave Banca generali Buzzi unicem Credito valtellinese Fiat chrysler automobiles Ftse mib Hera Nexi Rai way Renault Saras Telecom italia Unipol Unipolsai


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Scelti per te

Trading Online -Market Index Charts'Widget - dBar

Copyright © 1996-2019 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x