sistemi di borsa gestione dati videocomunicazione

Piazza Affari in cima alla vetta. Occhio alle folate di vento

22/04/2018 08:00

Chiusura di ottava in progresso per le Borse europee che venerdì scorso hanno lasciato indietro solo il Dax30, con un calo dello 0,21%, mentre il Cac40 e il Dax30 sono saliti rispettivamente dello 0,39% e dello 0,54%.

In luce verde anche Piazza Affari dove il Ftse Mib ha terminato gli scambi a 23.829 punti, con un rialzo dello 0,16%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 23.950 e un minimo a 23.698 punti.

Anche l'ottava appena conclusa è stata archiviata con un bilancio positivo, visto che l'indice delle blue chips ha guadagnato nelle ultime cinque sedute il 2,14%, rispetto al close del venerdì precedente.

Dopo un'apertura di settimana poco mosso, il Ftse Mib ha superato di slancio la soglia dei 23.500 punti, allungando il passo dapprima verso 23.800 e in seguito in direzione di area 24.000, con il massimo intraday di venerdì a 23.950, per poi ripiegare verso area 23.800.

Ftse Mib al test di area 24.000: cosa aspettarsi ora?

L'evoluzione delle ultime sedute è senza dubbio positiva e conferma lo stato di buona salute dell'indice, arrivato in prossimità dei massimi dell'anno segnati a gennaio in area 24.000/24.050.


Come già segnalato nei giorni scorsi, non sarà facile superare questo livello che dovrebbe contenere la spinta ribassista nell'immediato, come già accaduto nel primo mese dell'anno.

Quello dei 24.000 è un baluardo che corrisponde ai massimi degli ultimi 9 anni e questo la dice lunga sull'importanza e la forza di questa resistenza.
Inoltre c'è da dire che il Ftse Mib è reduce da un rialzo sostanzialmente ininterrotto da inizio mese e questo rende probabile una pausa di consolidamento prima di ulteriori progressi.

In sintesi, anche in caso di parziale rottura di area 24.000, si dovrebbe assistere ad un ripiegamento dei corsi verso i 23.800 prima e i 23.500 in un secondo momento.


Al di sotto di quest'ultima soglia la discesa proseguirà verso i 23.200 e i 23.000 punti, ma anche l'eventuale raggiungimento di questa soglia non andrà a modificare l'impostazione rialzista dell'indice che potrebbe riprendere in seguito la via dei guadagni.

Per completezza di analisi segnaliamo che una rottura decisa e confermata di area 24.000 aprirà scenari ancor più positivo, visto che il Ftse Mib potrà allungare il passo verso i 24.500 punti prima e i 25.000 in un secondo momento.

Questi ultimi livelli potrebbero anche essere raggiunti dall'indice ma non adesso, piuttosto più in là nel tempo se lo scenario generale non subirà un peggioramento. 

I market movers in America

Sul fronte macro Usa oltre all'indice Cfnai di marzo, si segnala il dato preliminare dell'indice PMi manifatturiero che ad aprile dovrebbe calare da 55,6 a 55,3 punti, mentre l'indice PMI servizi è visto in rialzo da 54 a 54,3 punti.
Per le vendite di case esistenti a marzo le stime parlano di un incremento da 5,42 a 5,55 milioni di unità.

Sul versante societario da segnalare prima dell'avvio degli scambi i risultati del primo trimestre di Halliburton, con un eps atteso a 0,41 dollari, mentre a mercati chiusi si guarderà ai conti di Alphabet che per non deludere le attese dovrà centrare l'obiettivo di un utile per azione pari a 9,29 dollari.

I dati macro e gli eventi in Europa

In Europa sarà reso noto il dato preliminare dell'indice PMI composito di aprile visto in calo da 55,2 a 50 punti, mentre l'indice PMI manifatturiero dovrebbe scendere da 56,6 a 56,1 punti e l'indice PMI servizi passare da 54,9 a 54,6 punti.

In Germania l'indice PMI manifatturiero ad aprile dovrebbe scendere da 58,2 a 57,6 punti e l'indice PMI servizi calare frazionale da 53,9 a 53,8 punti.


In Francia per l'indice PMI manifatturiero le previsioni parlano di un ribasso da 53,7 a 53,5 punti e per l'indice PMI servizi da 56,9 a 56,7 punti.

I titoli che staccando il dividendo

A Piazza Affari si segnala lo stacco del dividendo di diverse blue chips e si tratta di: CNH Industrial (0,14 euro), Ferrari (0,71 euro), FinecoBank (0,285 euro), Luxottica (1,01 euro), Prysmian (0,43 euro), Recordati (0,43 euro) e Unicredit (0,32 euro).

Al di fuori del paniere principale staccheranno il dividendo Banca Mediolanum (0,2 euro), De Longhi (1 euro), Piaggio (0,055 euro), Banca Ifis (1 euro) e Autostrade Meridionali (1 euro).

I titoli da seguire a Piazza Affari 

Alla prova dei conti Banca Generali che presenterà i risultati del primo trimestre di quest'anno e allo stesso appuntamento sarà chiamato Sogefi.


Ad alzare il velo sui conti del 2017 saranno Bioera, Boero Bartolomeo e KI Group.

Da segnalare le assemblee di Campari e UnipolSai per l'approvazione dei dati di bilancio dell'ultimo esercizio e il via libera al piano di buy-back (per UnipolSai prevista anche la nomina del Cda).

In calendario anche le riunioni assembleari di Banca Sistema, Biesse, Caltagirone Editore, Diasorin, EI Towers, ERG, Fiera Milano, Interpump, Pierrel, Poligrafici Printing, Rai Way, Reply, Sogefi, Snaitech e Digital Magics.



Fonte: News Trend Online

TAG:

Banche Ftse mib Indici Industria e lavoro Massimi

GRAFICI:

Alphabet inc. Banca generali Banca ifis Banca mediolanum Banca sistema Biesse Bioera Boero bartolomeo Cac 40 Caltagirone edit Campari Cnh industrial De'longhi Diasorin Digital magics Ei towers Erg Ferrari Fiera milano Finecobank Ftse mib Luxottica group Piaggio Pierrel Pmi Poligrafici printing Prysmian Rai way Recordati ord Reply Sogefi Unicredit Unipolsai Unit corporation

TRADERPEDIA:

Long Piazza affari Resistenza Sar


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Apple Store
Apple Store

Analisi

Analisi quotidiana dei mercati finanziari

sintesi serale 25/05/2018    

Ancora sfiducia sulla politica italiana.

Prossimi eventi didattici

Video-analisi

Trading Online -Market Index Charts'Widget - dBar
Seguici su Facebook
BORSA ITALIANA: Quotazioni di borsa differite di 20 min.
MERCATO USA: Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)
FOREX: Quotazioni fornite da FXCM
Copyright © 1996-2018 Traderlink Srl - contact@traderlink.it - Privacy   -   Cookie
commenti suggerimenti commenti e segnalazioni - DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x