sistemi di borsa gestione dati videocomunicazione

Piazza Affari non passa la mano ai ribassisti: si sale ancora?

16/04/2018 19:20

La nuova settimana è partita in calo per le Borse europee che, dopo aver tentato di spingersi in avanti, si sono mosse a passo di gambero, chiudendo gli scambi in rosso. Ad avere la peggio è stato il Ftse100 che ha ceduto lo 0,91%, mentre il Dax30 e il Cac40 sono scesi rispettivamente dello 0,41% e dello 0,04%.


La maglia rosa è stata indossata da Piazza Affari dove il Ftse Mib si è fermato sulla parità a 23.329 punti, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 23.411 e un minimo a 23.292 punti.
L'indice delle blue chips si è mosso sostanzialmente nello stesso trading range già esplorato nella sessione di venerdì scorso, mostrando un'insolita forza non solo rispetto agli altri listini azionari, ma anche in relazione agli ultimi accadimenti sul fronte geopolitico.


La buona tenuta del mercato permette di continuare a guardare con fiducia nel breve, con il Ftse Mib alle prese ora con un test di area 23.500. In caso di superamento di questo ostacolo l'ascesa dei corsi proseguirà in direzione dei massimi dell'anno in area 24.000 punti, raggiunta la quale sarà probabile assistere ad una pausa prima di eventuali ulteriori sviluppi positivi.

In caso di tenuta dei 23.500 punti, il Ftse Mib potrebbe cedere il passo ad alcune prese di profitto e in tal caso un primo sostegno è individuabile in area 23.200, sotto cui sarà inevitabile un test di area 23.000.
Al di sotto di tale soglia psicologica non saranno da escludere estensioni ribassiste fin verso i 22.800 punti, la rottura dei quali costringerà a spostare l'attenzione verso area 22.500.


Anche in caso di flessioni fino a quest'ultima soglia lo scenario del mercato resterà compatibile con una ripresa degli acquisti, mentre sotto i 22.500 punti bisognerà prepararsi a ritracciamenti più marcati e pericolosi verso area 22.000, con possibili cali fino ai 21.800/21.700 nella peggiore delle ipotesi.

Al momento confermiamo la nostra attesa positiva sul mercato, per il quale riteniamo più probabile la realizzazione dello scenario sopra descritto, con una prosecuzione degli acquisti in direzione dei massimi dell'anno in area 24.000.

Sul fronte macro Usa domani oltre all'indice Redbook relativo alle vendite al dettaglio nelle maggiori catene statunitensi, si conosceranno i nuovi cantieri edili che a marzo dovrebbero salire da 1,236 a 1,271 milioni di unità, mentre le licenze di costruzione sono viste in aumento da 1,298 a 1,32 milioni di unità.


Per la produzione industriale di marzo le stime parlano di una variazione positiva dello 0,3%, in frenata rispetto al rialzo dell'1,1% precedente, mentre la capacità di utilizzo degli impianti dovrebbe calare dal 78,1% al 77,9%.

In agenda i discorsi di vari membri della Fed e si tratta di John Williams, presidente della Fed di San Francisco, di Patrick Harker, a capo della Fed di Philadelphia, di Charles Evans, presidente della Fed di Chicago, di Raphael Bostic, numero uno della Fed di Atlanta e di Randal Quarles, vice presidente del Board guidato da Powell.  

Sul versante societario da segnalare prima dell'avvio degli scambi a Wall Street i risultati del primo trimestre di Goldman Sachs e di Johnson & Johnson, con un eps atteso rispettivamente a 5,58 e a 2,01 dollari, mentre dai conti di UnitedHealth ci si attende un utile per azione pari a 2,9 dollari.
A mercati chiusi l'attenzione si sposterà sulla trimestrale di IBM che per non deludere le attese dovrà centrare l'obiettivo di un eps pari a 2,41 dollari.



In Europa si guarderà alla Germania dove sarà reso noto l'indice Zew di aprile che dovrebbe calare da 5,1 a -1 punto.
In Italia sarà diffuso il dato finale dell'inflazione che a marzo dovrebbe confermare la lettura preliminare con un rialzo dello 0,4%.

A Piazza Affari si segnala un'assemblea di Generali per l'approvazione del bilancio dell'ultimo esercizio, il via libera al piano di buy back, al long term incentive plan di gruppo e al relativo aumento di capitale
In calendario anche le riunioni assembleari di ePrice e Geox per l'approvazione dei dati di bilancio dell'ultimo esercizio e la nomina di un amministratore. 

Fonte: News Trend Online
  • News Primo Piano
Grafici:
Cac 40
Eprice
Ft-se 100
Ftse Mib
Generali Ass
Geox
Unit Corporation
Tagged:
Bull Or Bear
Dollaro
Federal Reserve
Ftse Mib
Industria E Lavoro
Massimi
Mercati
Traderpedia:

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Apple Store
Apple Store

Titoli caldi: in evidenza

VT5 Strani aumenti quantità scambiate
LINDE, DEUTSCHE POST, ...
Un improvviso aumento degli scambi può preannunciare un cambiamento di direzione interessante della borsa...

Scopri i Pattern Light di oggi

Pattern di prezzo BIANCAMANO, BE, ...
Formazioni grafiche ricorrenti sui titoli: spesso preannunciano rialzi o ribassi.


ENTRA in traderlinkcloud.it

Nuova piattaforma web gratuita TraderLink Cloud:
grafici interattivi, dati in tempo reale, allarmi, segnali, report..

Entra »

Pietro Di Lorenzo
Al via la stagione dei dividendi 2018

Enrico Malverti
Attenti alle trappole per tori

Trading Online -Market Index Charts'Widget - dBar
Seguici su Facebook
BORSA ITALIANA: Quotazioni di borsa differite di 20 min.
MERCATO USA: Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)
FOREX: Quotazioni fornite da FXCM
Copyright © 1996-2018 Traderlink Srl - contact@traderlink.it - Privacy   -   Cookie
commenti suggerimenti commenti e segnalazioni - DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x