sistemi di borsa gestione dati videocomunicazione

Piazza Affari: solo un rallentamento

11/01/2019 19:05

Termina tutto sommato bene l’ottava a Piazza Affari, davanti alla performance del nostro indice di riferimento compare il segno meno, ma si tratta di un ribasso del tutto frazionale.

In calo anche le principali Piazze del Vecchio Continente, Francoforte (-0,3%), Londra (-0,4%) e Parigi (-0,5%).

Ed ecco allora che anche oggi il nostro Ftse Mib (-0,06%) è risultato il migliore in Europa.
Nonostante la striscia positiva si sia fermata dopo il quinto rialzo per Piazza Affari, ma non possiamo neppure parlare di “frenata”, diciamo che la Borsa milanese ha solo rallentato.

Testacoda per Brembo (-3,89%), ieri in vetta alla classifica ed oggi in coda dopo la bocciatura arrivata da Kepler Cheuvreux con taglio del tp a 11 euro (oggi il titolo ha terminato a quota 9,88 euro).

Bocciatura anche per Salvatore Ferragamo (-0,79%) stavolta arrivata da Credit Suisse, il titolo ha terminato le contrattazioni quasi sul massimo di giornata, ma non è riuscito a tamponare le vendite.

Conclude invece sul minimo di seduta Ubi Banca (-3,01%) e le vendite si sono abbattute anche su Banco BPM (-2,97%).

Ma il settore è risultato contrastato perché sia Unicredit (+0,80%) che soprattutto Mediobanca (+1,25%) hanno concluso la settimana con un nuovo guadagno.

Si ferma anche Prysmian (-1,81%) mancando così l’attacco a quota 19 euro l’ottava tuttavia si conclude con un bilancio decisamente positivo.

Ma è Stmicroelectronics (+1,07%) a far segnare la miglior performance (+12,55%) della settimana, alle sue spalle il best performer di giornata: Fiat Chrysler (+2,50%) che supera di slancio anche quota 14 euro concludendo l’ottava con un bilancio comunque decisamente apprezzabile (+8,39%), settimana da incorniciare per tutta la galassia Agnelli.

Nella speciale classifica del 2019 nuovo cambio al vertice, il testacoda di Brembo fa tornare in vetta alla classifica Saipem (+0,83%) che nell’anno in corso sta salendo di oltre quindici punti percentuali, oggi il titolo ha beneficiato anche della promozione arrivata da JP Morgan (overweight).

Ma a proposito di promozioni è arrivata l’ennesima valutazione positiva a Campari (+2,31%), questa volta l’upgrade è arrivato dagli svizzeri di UBS che hanno portato il tp a 7,7 euro (al fixing il titolo ha fatto segnare 7,75 euro).

Da segnalare infine il terzo gradino del podio occupato oggi da Azimut (+1,58%).

Al momento anche New York sta viaggiando sotto la linea della parità, ma i ribassi dei tre indici principali si limitano a pochissimi decimi di punto percentuale.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro   

Sei un appassionato di trading?

Partecipa ai nostri webinar gratuiti: http://www.trend-online.com/webinar/

Autore: Giancarlo Marcotti Fonte: News Trend Online

TAG:

Banche Bull or bear Indici Industria e lavoro

GRAFICI:

Azimut Banco bpm Best inc Brembo Campari Fiat chrysler automobiles Ftse mib Mediobanca Prysmian Saipem Salvatore ferragamo Stmicroelectronics Ubi banca Unicredit


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Analisi

Analisi quotidiana dei mercati finanziari

sintesi serale 15/01/2019    

Piazza Affari in flessione per forti vendite sui bancari, in scia allimposizione della Bce.

Prossimi eventi didattici

Video-analisi

Trading Online -Market Index Charts'Widget - dBar
Seguici su Facebook
BORSA ITALIANA: Quotazioni di borsa differite di 20 min.
MERCATO USA: Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)
FOREX: Quotazioni fornite da FXCM
Copyright © 1996-2019 Traderlink Srl - contact@traderlink.it - Privacy   -   Cookie
commenti suggerimenti commenti e segnalazioni - DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x