Cerca
 

Poste Italiane taglia nuovi record. Broker: da comprare subito

21/03/2019 13:10

Prosegue senza sosta il poderoso rally di Poste Italiane che a partire dalla seconda decade di marzo ha dato il via ad una fase ascendente che pare inarrestabile.

Poste Italiane su nuovi top di sempre

Il titolo, dopo aver chiuso la sessione di ieri con un progresso di circa un punto percentuale, riesce a fare ancora meglio oggi, vivendo la nona giornata consecutiva in salita.

Poste Italiane, che occupa una delle prime posizioni nel paniere del Ftse Mib, viene scambiato negli ultimi minuti a 8,55 euro, dopo aver segnato un nuovo massimo storico a 8,618 euro, con un rialzo dell'1,3% e volumi di scambio vivaci, visto che fino ad ora sono transitate sul mercato oltre 2,8 milioni di azioni, già al di sopra della media degli ultimi 30 giorni pari a circa 2,73 milioni di pezzi.

Il rally avviato dal titolo lo scorso 11 marzo trova ulteriore sostengo nei risultati del 2018 diffusi dal gruppo due giorni fa.

Poste Italiane: i risultati dell'esercizio 2018

Poste Italiane ha chiuso lo scorso esercizio con un utile netto in forte rialzo da 689 milioni a 1,399 miliardi di euro, mentre i ricavi sono saliti del 2,2% a 10,63 miliardi, con una crescita dei ricavi ricorrenti e una ridotta dipendenza dalle plusvalenze.

Il risultato operativo ha evidenziato un incremento del 33,5% a 1,499 miliardi di euro, grazie al maggiore contributo di tutti i settori operativi e alle efficienze di costo realizzate.

A fine 2018 la posizione finanziaria netta di Poste Italiane era positiva per 5,37 miliardi di euro, contro i 5,57 miliardi dell'anno precedente.

Il coefficiente di solvibilità Solvency 2 è pari al 211%, grazie a misure proattive di gestione del capitale.


Sulla base dei risultati conseguiti nel 2018 il Cda ha deciso di proporre il pagamento di un dividendo di 0,441 euro, in aumento del 5% rispetto a quello dello scorso anno pari a 0,42 euro.

Poste Italiane: l'outlook per il 2019

Quanto all'outlook per il 2019, Poste Italiane prevede di chiudere l'anno con ricavi per 11 miliardi di euro, che si rifletteranno sull’utile operativo e sull’utile netto grazie all’attenzione ai costi e alla bassa leva finanziaria.

L'utile netto è atteso a circa 1,1 miliardi di euro, mentre il risultato operativo dovrebbe salire a 1,6 miliardi.


Poste Italiane: Kepler resta buy e alza target price e stime

Come anticipato prima, i numeri diffusi da Poste Italiane hanno contribuito ad irrobustire il rally già partito nelle sessioni precedenti, alimentato peraltro dai giudizi positivi arrivati da diverse banche d'affari.

Proprio quest'oggi gli analisti di Kepler Cheuvreux hanno ribadito la raccomandazione "buy" su Poste Italiane, con un prezzo obiettivo da 8,6 a 9,1 euro.

Il broker ritiene che i target del piano industriale 2022 siano conservativi alla luce dei conti 2018 migliori delle attese e della guidance 2019.

Gli analisti hanno deciso di migliorare le stime sull'Ebit e sull'utile netto alzandole rispettivamente del 6% e del 5% per quest'anno, con un incremento dell'1% per entrambe con riferimento al 2020.

Poste Italiane: indicazioni bullish anche da Mediobanca e Bca Akros

Ieri gli analisti di Mediobanca Securities hanno reiterato il rating "outperform" su Poste Italiane, con un target price a 8,5 euro, già superato dalle valutazioni correnti.

Gli analisti hanno definito migliore delle attese la guidance 2019 che ha battuto dell'11% le loro stime sul risultato netto.

Sempre ieri i colleghi di Banca Akros hanno rinnovato l'invito ad accumulare il titolo in portafoglio, con un fair value ridotto però da 9 a 8,3 euro.

Anche in questo caso gli analisti hanno apprezzato i risultati conseguiti dal gruppo nel 2018 e ancor più la guidance per l'anno in corso, decisamente più alta delle loro previsioni.

Anche Equita SIM punta su Poste Italiane

Buone notizie anche da Equita SIM che ha definito i conti migliori del previsto, mentre le previsioni per il 2019 sono in linea con le aspettative, ma gli analisti fanno sapere che a loro avviso ci sono ampi margini di miglioramento.

La SIM milanese non modifica le sue stime su Poste Italiane, visto che sono già il 18% al di sopra dei target del piano industriale.


Confermata la strategia bullish sul titolo che è da acquistare con un prezzo obiettivo a 9,3 euro.

Fonte: News Trend Online

TAG:

Azioni Banche Borsa Bull or bear Industria e lavoro Mercati

GRAFICI:

-media- Ftse mib Mediobanca Poste italiane Sopra


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Contenuti dagli sponsor

VONTOBEL
ITCup 2019: una sfida a colpi di certificati Vontobel

Scelti per te

Trading Online -Market Index Charts'Widget - dBar

Copyright © 1996-2019 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x