Cerca
 

Unicredit e Intesa: post conti, 2 scelte vincenti a pari merito?

11/02/2019 17:15

A Piazza Affari la seduta odierna, in linea con l'andamento positivo dell'intero settore bancario, prosegue in rialzo anche per i due big Unicredit e Intesa Sanpaolo che si muovono sostanzialmente di pari passo.
Unicredit dopo aver mostrato una maggiore forza relativa fino a poco fa, ha rallentato la sua ascesa e ora si spinge in avanti dell'1,31% a 10,37 euro, con un vantaggio dell'1,95% e oltre 13 milioni di azioni trattate fino ad ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 15 milioni di pezzi. 
Simile l'andamento di Intesa Sanpaolo che dopo aver ceduto circa mezzo punto prima del week-end, oggi sale dell'1,32% a 2,0015 euro, con oltre 103 milioni di azioni transitate sul mercato, rispetto alla media degli ultimi 30 giorni pari a circa 110 milioni di pezzi.


La scorsa settimana Unicredit e Intesa Sanpaolo hanno presentano i numeri del quarto trimestre e dell'intero 2018, richiamando l'attenzione di diverse banche d'affari.
Un po' tutte si sono espresse in termini positivi sui due big del comparto, con una prevalenza però di giudizi bullish per Unicredit.


Proprio quest'oggi gli analisti di Equita SIM hanno ribadito la raccomandazione "buy" sul titolo, con un prezzo obiettivo a 16,8 euro. Una conferma che giunge dopo che il gruppo ha reso noto lo Srep 2019, alla luce del quale i requisiti patrimoniali del gruppo si collocano ben al di sopra delle richieste della BCE.



A puntare sul titolo è anche Banca Akros che invita ad accumularlo in portafoglio, con un target price a 14,5 euro. Gli analisti mantengono una view positiva sul titolo, richiamando l'attenzione sul fatto che il gruppo ha confermato tutti i target per l'anno in corso.

Sempre oggi buone notizie per il titolo sono arrivate da JP Morgan, i cui analisti hanno reiterato il rating "overweight", tagliando però il fair value da 17 a 15 euro.

La banca americana da una parte parla di condizioni sfidanti sul fronte macro e dei tassi, ma dall'altra ponte l'accento sulla riduzione dei costi da parte del gruppo e sui passi in avanti compiuti sul fronte del derisking.



Jp Morgan ha invece una view più cauta su Intesa Sanpaolo, tanto da mantenere ferma la raccomandazione "neutral", con un prezzo obiettivo che passa da 2,5  2,3 euro.
Gli analisti hanno messo mano anche alle stime, tagliando quelle sull'utile per azione del 4% per quest'anno e del 7% per il prossimo, mentre le attese sul dividendo passano rispettivamente da 0,16 a 0,15 euro e da 0,17 a 0,16 euro per il 2018 e il 2019.


JP Morgan ritiene che la cedola del gruppo abbia un primo ostacolo in un payout molto alto, e a ciò si aggiunge una riduzione della visibilità sul capitale e sul dividendo per via delle incertezze legate all'attuale Governo in Italia, ritenendo che il fattore politico potrebbe pesare molto su Intesa Sanpaolo.


Non si sbilanciano sul titolo neanche i colleghi di Equita SIM che proprio oggi hanno ribadito la raccomandazione "hold", con un target price a 2,6 euro, dopo che il gruppo ha diffuso i dati relativi allo Srep 2019.

Indicazioni che hanno riservato sorprese secondo gli analisti di Banca Akros che a differenza di Jp Morgan ed Equita hanno una view positiva su Intesa Sanpaolo, tanto da consigliarne l'acquisto con un fair value a 2,5 euro.



Lo stesso rating viene indicato da Societè Generale che però ha rivisto il prezzo obiettivo del titolo da 3 a 2,8 euro.
Gli analisti continuano a guardare con favore ad Intesa Sanpaolo e vedono valore nel titolo, ma questo non ha impedito loro di rivedere le stime sull'epos, tagliandole del 7% per quest'anno e del 12% per il prossimo, complice una maggiore cautela sul fronte macro.

Secondo Societè Generale quello di Intesa Sanpaolo è un solido buy, ma il problema è che il gruppo si trova in Italia, segnalando che nel breve pesano i rischi macro e politici. 

Fonte: News Trend Online

TAG:

Azioni Banche Macro economia Raccomandazioni

GRAFICI:

-media- Intesa sanpaolo Italia Unicredit


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Newsletter del 26/04/2019

Newsletter
I migliori articoli
della settimana

Prossimi eventi didattici

Scelti per te

Trading Online -Market Index Charts'Widget - dBar

Copyright © 1996-2019 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x