Traderlink
Cerca
 

Ursula von der Leyen: Il 30% dello stimolo Ue in green bond

17/09/2020 07:51

Mercoledì Ursula von der Leyen, nel suo primo discorso annuale sullo stato dell'Unione da presidente della Commissione europea, ha toccato diversi argomenti ovviamente (dall'inevitabile tema della sanità, nel pieno della pandemia di coronavirus, a quello dell'immigrazione).
Un tema, però, ha guidato le sue parole: quello ambientale. Von der Leyen ha usato il termine European Green Deal, richiamando il New Deal di Franklin Roosevelt, che traghettò gli Usa fuori dalla Grande Depressione. Quegli stessi Usa che, oggi, sotto la guida di Donald Trump vogliono cancellare dall'agenda ogni riferimento al Climate Change.

"Inizierà a diventare più fresco. State a guardare", ha dichiarato il presidente Usa nei giorni scorsi, parlando in una California devastata dagli incendi. L'Europa invece vuole, e deve, mettere il tema green in cima ai suoi obiettivi di crescita. E lo può fare anche sul fronte delle emissioni di obbligazioni.

Una sfida per l'Europa, leader della finanza sostenibile

"Siamo leader mondiali nella finanza sostenibile e il maggiore emittente di obbligazioni verdi del mondo", ha sottolineato Von der Leyen.

"E oggi posso annunciare che fisseremo un obiettivo del 30% dei 750 miliardi di euro di Next Generation Eu da raccogliere attraverso green bond", ha aggiunto. Sul massiccio piano di stimolo all'economia duramente colpita dalla crisi del Covid-19, Next Generation Eu appunto, l'accordo è arrivato in luglio e le emissioni di obbligazioni inizieranno nel 2021.
L'impegno a ricorrere ai green bond è lodevole ma non privo di criticità. Karel Lannoo, chief executive officer del think tank di Bruxelles Ceps (Centre for European Policy Studies), ha bollato come debole l'idea. “Perché non abbiamo uno standard su che cosa sia green”, ha spiegato alla Cnbc.

È noto che la mancanza di regole globali comuni lascia spazio a zone d'ombra non sempre superabili. Restano ancora molti i casi di green bond che sono molto poco green. Per assurdo si possono trovare persino obbligazioni green emesse da società che operano centrali a carbone in Cina.
Anche per questo, però, la sfida di Von der Leyen può essere importante. Visto che la Ue, con il suo European Green Deal, potrebbe contribuire a fissarle queste regole e a fare da volano per una crescita esponenziale del settore.


Per Von der Leyen industria ed economia possono farcela 

"L'European Green Deal è il nostro modello per la trasformazione.

Al centro c'è la nostra missione: diventare il primo continente climaticamente neutro entro il 2050. Non ci arriveremo con lo status quo: dobbiamo andare più veloci e fare le cose meglio", ha dichiarato Von der Leyen. Sulla base di un'ampia consultazione pubblica e di un'ampia valutazione dell'impatto, la Commissione europea propone di aumentare ad almeno il 55% l'obiettivo di riduzione delle emissioni al 2030.
"Riconosco che questo aumento dal 40% al 55% è troppo per alcuni e non abbastanza per altri - ammette la presidente Ue - ma la nostra valutazione dell'impatto mostra chiaramente che le nostre economia e industria possono farcela". Magari anche grazie alla rivoluzione green dell'obbligazionario.

(Raffaele Rovati)

Fonte: News Trend Online
 

© TraderLink News - Direttore Responsabile Marco Valeriani - Riproduzione vietata



TAG:

Bond Obbligazioni Europe

GRAFICI:

Next plc


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Scelti per te

Ultimi segnali

Trading Online -Market Index Charts'Widget - dBar

Copyright © 1996-2020 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x