Traderlink
Cerca
 

Wall Street 2020, i 5 driver per investire nel secondo semestre

10/07/2020 18:01

La prima metà del 2020, sulla piazza azionaria di Wall Street, è stata una delle più strane della storia recente dopo che ad infuriare è stata l'epidemia COVID-19 negli Stati Uniti ed in tutto il mondo. Tuttavia, Wall Street ha resistito abbastanza bene con l'SPDR S&P 500 ETF Trust (SPY) in calo di appena il 2,2% dopo che la Federal Reserve è intervenuta con misure di stimolo senza precedenti.

Questo è quanto, tra l'altro, ha riportato Wayne Duggan su Benzinga nell'indicare, per la seconda metà del corrente anno, quelli che sono i 5 driver da tenere a mente prima di investire sulla piazza azionaria a stelle e strisce.
Vediamo allora quali sono in accordo con un report di John Lynch, Chief Investment Officer di Comerica.

1) La politica monetaria e fiscale globale

Con la pandemia di coronavirus la Federal Reserve è disposta a fare tutto il necessario per sostenere l'economia.

Al punto che, in tempi straordinari, la Fed da banca centrale è diventata, in tutto e per tutto, una banca commerciale.

2) Le elezioni presidenziali di novembre

Storicamente, l'S&P 500 si è comportato bene andando verso le elezioni quando le attese sono per la riconferma del presidente in carica, per il secondo mandato, e male quando invece c'è una transizione di potere da un partito all'altro.


3) Le prospettive economiche globali ai tempi del coronavirus

John Lynch prevede un calo del PIL del 4,2% negli Stati Uniti, e del 4,9% a livello globale nel 2020.

Nel 2021 è invece atteso il rimbalzo con un +4,1% negli States ed un +5,4% a livello globale.

4) I tassi di interesse Fed ed i rendimenti delle obbligazioni 

I tassi di interesse Fed ed i rendimenti delle obbligazioni vanno inseriti tra i fattori chiave.

E questo anche dopo che la Federal Reserve ha indicato che i tassi di interesse rimarranno vicini allo 0% per il prossimo futuro.

5) Monitorare i profitti aziendali e le valutazioni azionarie

Secondo John Lynch gli investitori devono monitorare i profitti aziendali e le valutazioni azionarie.
E questo perché, secondo l'esperto, da 3.000 a 3.250 punti il valore è equo per l'S&P 500 basato su un rapporto P/E a 12 mesi di circa 25.

Autore: Filadelfo Scamporrino Fonte: News Trend Online
 

© TraderLink News - Direttore Responsabile Marco Valeriani - Riproduzione vietata



TAG:

Economy Federal reserve Wall street

GRAFICI:

Comerica inc


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Copyright © 1996-2020 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x