sistemi di borsa gestione dati videocomunicazione

Biancamano: accordo banche, oggi la firma di Pop Vicenza

29/09/2017 09:22

Il Consiglio di Amministrazione di Biancamano, società quotata al MTA di Borsa Italiana, primario operatore privato in Italia nel settore del Waste Management, ha approvato nella giornata di ieri, 28 settembre 2017, i risultati consolidati al 30 giugno 2017.

*Premessa
*Come già ampiamente comunicato al mercato, si ricorda preliminarmente che il Tribunale di Milano, con provvedimento depositato in data 29 maggio 2017, ha dichiarato aperta ai sensi dell'art.
163 del R.D. 267/1942 e s.m.i. la *procedura di concordato preventivo della controllata Aimeri Ambiente *(N.R.G. 98/2016).
La proposta concordataria, tra le altre cose prevede:

(i) la prosecuzione dell'attività aziendale da parte di Aimeri Ambiente mediante lo strumento ponte della sua controllata Energeticambiente S.r.l.

a Socio Unico
, in forza del contratto d'affitto d'azienda del 19 maggio 2016 (divenuto efficace a far data dal 22 giugno 2016), con il quale Aimeri Ambiente ha concesso l'intera propria azienda in affitto alla controllata Energeticambiente inizialmente sino al 31 dicembre 2021 e poi, come da addendum al contratto sottoscritto il 10 agosto 2017 tra le parti, sino al 31 dicembre 2028;

(ii) la stipula di un accordo paraconcordatario con le società di leasing creditrici di Aimeri Ambiente ("Accordo Leasing");

(iii) la stipula di un accordo paraconcordatario con le banche creditrici di Aimeri Ambiente e Biancamano ("Accordo Banche");

(iv) la stipula di un atto di transazione fiscale *e di un atto di *transazione previdenziale, ex art.

182-ter L.F;

(v) la *dismissione di alcuni *asset non funzionali all'esercizio dell'attività di impresa, quale l'impianto per il recupero delle apparecchiature elettriche ed elettroniche;

(vi) l'incasso dei crediti vantati da Aimeri Ambiente nei confronti dei propri clienti, enti privati e Pubbliche Amministrazioni;

(vii) l'incasso del canone di affitto d'azienda;

(viii) la suddivisione dei propri creditori in 11 classi omogenee e la soddisfazione degli stessi secondo importi, modalità e tempi determinati in relazione alle rispettive posizioni giuridiche ed interessi economici, nel rispetto delle relative cause di prelazione (dal 100% di soddisfazione ai creditori privilegiati non degradati all'1% di soddisfazione dei creditori chirografari).

In particolare si sottolinea che, nella proposta concordataria di Aimeri Ambiente, i citati accordi paraconcordatari con le banche ed i leasing e la transazione fiscale e previdenziale ex art. 182-ter L.F. - che, secondo il professionista che assiste la società risultano avere tutte le necessarie caratteristiche, sia in termini formali che sostanziali di convenienza, per essere accolte positivamente - rivestono un ruolo determinante per l'esito prevedibile della procedura.

Si precisa che l'Accordo Banche, oltre che un accordo paraconcordatario nell'ambito della procedura di concordato preventivo con continuità aziendale di Aimeri Ambiente, per Biancamano, rappresenta anche un accordo di ristrutturazione ex art. 182 bis L.F. dei debiti bancari.

In data 2 agosto 2017 si è avviata la sottoscrizione degli Accordi Banche e Leasing.

I predetti Accordi prevedono la sottoscrizione, anche per adesione successiva delle parti, entro il termine massimo del 30 settembre 2017.

Per quanto concerne il Gruppo hanno proceduto alla sottoscrizione l'Emittente, la controllata Energeticambiente S.r.l., la controllata Aimeri Ambiente S.r.l.
in concordato preventivo, che in data 26 settembre 2017 ha ottenuto l'autorizzazione da parte degli organi della procedura, e la controllante Biancamano Holding SA.

Per quanto concerne gli Istituti Finanziatori, con la sottoscrizione di BPV prevista in data odierna, si concluderà la fase di sottoscrizione degli accordi paraconcordatari.

Per maggiori dettagli sui contenuti dell'Accordo Banche e dell'Accordo Leasing si rinvia al comunicato stampa del 18 luglio 2017 nonché al successivo paragrafo sulla continuità aziendale.


*Risultati Consolidati al 30 giugno 2017
*Il Gruppo Biancamano chiude il primo semestre 2017 con un *fatturato consolidato *pari ad Euro 40,2 milioni in flessione del 16,1% rispetto al 30 giugno 2016 (Euro 48,0 milioni).

I costi della produzione, che ammontano ad Euro 37,3 milioni, diminuiscono in valore assoluto per Euro 14,7 milioni allo stesso periodo dell'esercizio precedente. Le contrazioni più significative, in virtù delle politiche di contenimento dei costi operativi messe in atto dal management, sono riconducibili al costo per il personale e al costo per servizi pari rispettivamente a Euro 7,3 milioni e Euro 6,8 milioni.

L'*Ebitda consolidato *è risultato pari a Euro 2,9 milioni rispetto ai (4,1) milioni di Euro del 30 giugno 2016, con un miglioramento di Euro 6,9 milioni. In conseguenza di quanto descritto l'Ebitda margin risulta pari al 7,1% in aumento rispetto al dato del primo semestre 2016 pari all' (8,5%).

L'*Ebit *è risultato pari a 0,8 milioni di Euro in miglioramento rispetto al dato del 30 giugno 2016 pari a negativi Euro 8,1 milioni.

Il *risultato netto consolidato *prima delle imposte al 30 giugno 2017 è positivo e pari ad Euro 0,5 milioni, Euro (14,8) milioni al 30 giugno 2016).

Nel corso del primo trimestre 2017 non sono stati effettuati investimenti significativi.

Il *Capitale Circolante *al 30 giugno 2017 è risultato negativo per Euro (84,3) milioni con un decremento di Euro 20,5 milioni rispetto al dato del 31 dicembre 2016 (pari a negativi Euro 63,8 milioni).

La *Posizione Finanziaria Netta *consolidata al 30 giugno 2017 è risultata pari ad Euro 110,8 milioni in miglioramento rispetto al dato del 31 dicembre 2016 pari a Euro 113,3 milioni per effetto dell'incremento della liquidità disponibile.

Si evidenzia che la Posizione Finanziaria Netta, in linea con quanto previsto dai principi contabili IAS/IFRS:

(i) recepisce, nelle more dell'esecuzione del nuovo accordo di ristrutturazione del debito da parte del Gruppo, la riclassifica dei debiti finanziari verso terze parti da medio-lungo a breve termine per effetto del mancato rispetto, già al 31 dicembre 2015, dei parametri finanziari fissati dagli allora vigenti accordi di ristrutturazione;

(ii) non tiene conto di crediti ceduti da Aimeri Ambiente ed ancora da incassare (o incassati ma non ancora erogati agli istituti finanziari) pari ad Euro 19.925 migliaia (di cui Euro 1.345 migliaia già incassati e trattenuti da Ifitalia), in quanto gli stessi sono stati ceduti in modalità pro-solvendo.

Tuttavia, trattandosi di crediti - vincolati esclusivamente al rimborso di debiti finanziari per pari importo – certificati e/o riconosciuti, oggetto di legal opinion ed in corso di progressivo regolare incasso, l'indebitamento finanziario netto al 30 giugno 2017 tendenziale (i.e. "PFN Adjusted"), ovvero, ceteris paribus, al netto dell'incasso dei predetti crediti ceduti, risulta pari a Euro 90,9 milioni.

Come già evidenziato, in data odierna è previsto il completamento della fase di sottoscrizione degli accordi paraconcordatari banche e leasing nell'ambito della procedura di concordato a cui è stata ammessa la controllata Aimeri Ambiente.

Per Biancamano l'accordo con le banche ha valenza di accordo di ristrutturazione ex art.

182 bis L.F.

L'efficacia dei suddetti accordi sarà subordinata, tra l'altro, al passaggio in giudicato del decreto di omologazione del concordato preventivo di Aimeri Ambiente e dell'accordo di ristrutturazione del debito di Biancamano.

Il Patrimonio Netto consolidato, infine, al 30 giugno 2017 è pari a Euro (108.800) milioni rispetto ad Euro (109.255) milioni del 31 dicembre 2016.

*La capogruppo Biancamano
*La Capogruppo Biancamano S.p.A. ha realizzato nel primo semestre 2017 un fatturato pari a Euro 2,3 milioni, in aumento rispetto al 30 giugno 2016 di Euro 0,6 milioni ed un Ebitda pari a Euro 0,3 milioni. La posizione finanziaria netta è pari a negativi Euro 3,0 milioni in linea con il dato al 31 dicembre 2016.

Valutazioni sulla continuità aziendale
*In sede di approvazione della relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2017, il Consiglio di Amministrazione ha proceduto a compiere tutte le necessarie valutazioni circa la sussistenza del presupposto della continuità aziendale tenendo conto, a tal fine, di tutte le informazioni disponibili relativamente ai prevedibili accadimenti futuri.
Ciò premesso, gli Amministratori, nelle loro valutazioni, hanno ravvisato la *sussistenza di alcuni fattori che contribuiscono alla permanenza di significative incertezze circa la possibilità per la Società e per il Gruppo di continuare ad operare nel prevedibile futuro
.

In particolare il Consiglio di Amministrazione ritiene che il presupposto della continuità aziendale sia inscindibilmente legato:

  • all'omologa del concordato preventivo in continuità della controllata Aimeri Ambiente;
  • al raggiungimento degli obbiettivi economici e finanziari previsti dal relativo piano concordatario in continuità della controllata tenuto altresì conto delle incertezze connesse alle previsioni e alle stime elaborate da Aimeri Ambiente e dalla propria controllata operativa Energeticambiente in relazione alla procedura concordataria e alla concreta realizzabilità del piano sotteso alla proposta.

  • all'omologa dell'accordo di ristrutturazione dei debiti ex art. 182 bis L.F. di Biancamano. Il Consiglio, nelle sue analisi, ed a supporto delle conseguenti determinazioni, ha tenuto conto, in particolare, del fatto che, nella proposta concordataria della controllata, così come formulata, rivestono un ruolo determinante, per l'esito prevedibile della procedura:

(i) gli accordi paraconcordatari con le banche ed i leasing (gli "Istituti Finanziatori");

(ii) l'accoglimento delle transazioni fiscale e previdenziale ex art.

182-ter L.F. da parte dell'Agenzia delle Entr Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Canale: Ultime News
Servizio: News Ultime Notizie
Grafici: Biancamano, Es, F, Telefonica Sa, Waste Management, Inc.
Tagged: Banche, Borsa Italiana, Debito, Finanza, Mta
Traderpedia: , ,

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Apple Store
Apple Store

Titoli caldi: in evidenza

VT5 Movimenti in trend regolari
DEUTSCHE LUFTHANSA, ASTM, ...
In vetta alla classifica i titoli che tendono maggiormente a muoversi in modo regolare (lineare).

Scopri i Pattern Light di oggi

Pattern di prezzo , BEGHELLI, ...
Formazioni grafiche ricorrenti sui titoli: spesso preannunciano rialzi o ribassi.


Seguici su Facebook
BORSA ITALIANA: Quotazioni di borsa differite di 20 min.
MERCATO USA: Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)
FOREX: Quotazioni fornite da FXCM
Copyright © 1996-2017 Traderlink Srl - contact@traderlink.it - Privacy   -   Cookie
commenti suggerimenti commenti e segnalazioni - DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x