sistemi di borsa gestione dati videocomunicazione

Borsa italiana in progresso con i bancari: FTSE MIB +0,68%

07/12/2017 18:05

Borsa italiana in progresso con i bancari: FTSE MIB +0,68%.

Mercati azionari europei positivi. Wall Street in verde: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +0,19%, Nasdaq Composite +0,57%, Dow Jones Industrial +0,16%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +0,68%, il FTSE Italia All-Share a +0,64%, il FTSE Italia Mid Cap +0,35%, il FTSE Italia STAR a +0,22%.

Per quanto riguarda i dati macroeconomici della giornata odierna segnaliamo che negli USA nella scorsa settimana le richieste di sussidi di disoccupazione si sono attestate a 236mila unità, meno delle 240mila del consensus e delle 238mila della precedente.

Eurostat ha rilevato che nel terzo trimestre del 2017 il PIL dell'eurozona ha mostrato un incremento dello 0,6% sul trimestre precedente in linea con la stima flash e le attese degli economisti. La variazione annua del PIL, corretta per gli effetti stagionali si pone al +2,6%, leggermente meglio della stima flash e delle attese (entrambe a +2,5%).
Secondo quanto comunicato da Destatis in ottobre la produzione industriale della Germania è calata dell'1,4% su base sequenziale contro il declino dello 0,9% registrato in settembre (dato rivisto dalla flessione dell'1,6% comunicata in precedenza) e il progresso del 2,6% di agosto. Il dato è arrivato a sorpresa, visto che le aspettative degli economisti erano per un incremento dell'1%.

Il ministero dell'Economia francese ha rilevato a ottobre un deficit commerciale nazionale di 5,0 miliardi di euro, in crescita sui 4,6 miliardi di settembre (dato rivisto dai 4,7 mld della lettura precedente) e a fronte di attese degli analisti per un deficit di 4,7 miliardi di euro. La nota odierna evidenzia che, come a settembre, le importazioni (45,4 miliardi di euro) crescono più delle esportazioni (40,4 miliardi).

Giornata positiva per i bancari con l'indice FTSE Italia Banche che chiude a +1,61%, l'EURO STOXX Banks a +1% circa. Il comparto ha beneficiato delle dichiarazioni di Danièle Nouy, presidente del Consiglio di vigilanza della BCE, sul rinvio dell'entrata in vigore dell'addendum sulle coperture degli npl, in origine previsto per l'inizio del 2018.

Bene Banco BPM (+2,74%), UniCredit (+1,95%), Intesa Sanpaolo (+1,15%).

Tonica Bper Banca (+3,24%) che, oltre alle parole della Nouy, trae vantaggio anche dalle dichiarazioni di due giorni fa dell'a.d. Alessandro Vandelli al Sole 24 Ore: è partito l'iter per la cessione dei crediti deteriorati della controllata Banco di Sardegna ed entro fine anno potrebbe essere varata la vendita di un altro portafoglio di npl.
Il manager ha confermato l'obiettivo di riduzione dell'NPE ratio lordo al 13,5% entro il 2020, aggiungendo che la tempistica potrebbe anche essere accorciata. Vandelli ha concluso che la banca ha abbastanza capitale da permetterle di raggiungere un NPE ratio anche inferiore se necessario.

Molto bene FinecoBank (+2,27%) che a novembre ha registrato una raccolta netta pari a 280 milioni di euro (+34% a/a) al netto del pagamento di imposte da parte della clientela, pari a 296 milioni, a conferma che Fineco è utilizzata dai suoi clienti come banca di riferimento.

La raccolta netta da inizio anno sale a 4,97 miliardi di euro (+20% a/a), con un netto miglioramento dell'asset mix: la raccolta gestita ha raggiunto 3,42 miliardi (+136% rispetto allo stesso periodo del 2016) pari al 69% della raccolta netta totale.

Debole Banca MPS (-0,97%) che scivola in rosso dopo che i giudici della terza sezione penale della Corte di appello di Firenze hanno assolto gli ex vertici dell'istituto nel processo a loro carico per ostacolo alla Vigilanza in merito alla vicenda del derivato Alexandria: in base alla sentenza il fatto non costituisce reato.

Il Tribunale di Siena in primo grado aveva condannato l'ex presidente Mussari, l'ex d.g. Vigni e l'ex capo area finanza Baldassarri a tre anni e sei mesi di reclusione e a cinque anni di interdizione.

*Banca Carige (+9%) *balza in avanti dopo la conclusione dell'aumento di capitale da 560 milioni di euro.
La parte in opzione è stata sottoscritta per 331 milioni di euro su 500, circa il 66%, e per 46 milioni su 60 per la tranche riservata ai portatori dei titoli subordinati oggetto dell'LME. A breve partirà l'offerta dei diritti non esercitati. Ricordiamo le ultime indiscrezioni relative all'ingresso nel capitale della banca ligure di Algebris, Pimco e due fondi britannici e l'intenzione di Malacalza Investimenti, principale azionista con il 17,6%, di salire fino al 28%.

Carige ha anche annunciato l'accordo vincolante con Chenavari Investment Managers, per la cessione dell'80,1% Creditis, nonché un accordo distributivo e altri contratti ancillari alla transazione, per 80,1 milioni di euro, in linea con le previsioni del Piano Industriale 2017-2020.

In rosso Credito Valtellinese (-6,58%) ma ben al di sopra dei minimi di giornata.
Fitch ha peggiorato il rating di lungo termine della banca da BB- a B- in scia all'annuncio dell'aumento di capitale da 700 milioni di euro finalizzato a sostenere la cessione di crediti deteriorati per 2,1 miliardi di euro. Il rating è stato messo sotto osservazione.

Telecom Italia (+1,84% a 0,7470 euro) sale sui massimi dall'8 novembre: Equita conferma la raccomandazione buy e il target 1,06 euro sul titolo.

Due giorni fa il cda ha approvato il budget preliminare per il 2018, confermando le linee guida del Piano Strategico 2017-2019. Il budget 2018 sarà poi completato e recepito nel Piano Strategico 2018-2020, il cui esame è previsto nel cda del 6 marzo 2018. L'a.d. Amos Genish ha illustrato i diversi modelli di separazione della rete fissa, il cda ha autorizzato il management a proseguire le trattative con Mediaset sui contenuti e approvato la revisione della joint venture con Canal+.

Lieve rialzo per Enel (+0,45%) dopo le buone notizie arrivate da Standard & Poor's: quest'ultima ha migliorato il rating di lungo termine del gruppo guidato dall'a.d.

Francesco Starace da BBB a BBB+, confermato ad A-2 il rating a breve termine e portato l'outlook da positivo a stabile. La decisione dell'agenzia segue la recente presentazione del piano strategico 2018-2020, piano che prevede la focalizzazione nel settore delle reti e nella generazione da fonti rinnovabili, un'ulteriore semplificazione della struttura del gruppo e l'ottimizzazione dei costi derivante dalla digitalizzazione degli asset.
Per S&P Enel sarà in grado di migliorare in modo strutturale il rapporto tra flussi di cassa operativi e indebitamento finanziario. Il miglioramento del rating riflette anche l'obiettivo del piano di spostare gli investimenti dai mercati emergenti a quelli maturi dell'Europa e del Nord e Centro America, con conseguente riduzione del relativo profilo di rischio.

Debole Yoox Net-A-Porter Group (-1,49%) che ritraccia parte del +3,03% messo a segno ieri grazie alla sentenza della Corte di Giustizia Europea.

Quest'ultima ha stabilito che i marchi del lusso possono vietare ai suoi distributori autorizzati di utilizzare piattaforme Internet terze (ad es. Amazon) per la vendita dei prodotti, al fine di salvaguardare l'immagine di lusso di tali prodotti. La decisione avvantaggia YNAP in quanto quest'ultima commercializza i prodotti utilizzando la propria piattaforma e grazie al suo ruolo di interlocutore privilegiato con i marchi del lusso.

Vendite anche su CNH Industrial (-0,99%), Buzzi Unicem (-1,16%), Recordati (-0,68%).

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)

Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online
Canale: Ultime News
Servizio: News Ultime Notizie
Grafici: Amazon, Banco Bpm, Bca Carige, Bca Mps, Bco Sardegna Risp, Bper Banca, Buzzi Unicem, Cnh Industrial, Credito Valtellinese, Dj Eurostoxx50, Dow Jones, Enel, Finecobank, Ftse Mib, Intesa Sanpaolo, Mediaset S.p.a, Nasdaq, Inc., Recordati Ord, Sole 24 Ore, Telecom Italia, Unicredit, Yoox Net-a-porter Group
Tagged: Banche, Borsa, Borsa Italiana, Economia, Finanza, Rating
Traderpedia: , , ,

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Apple Store
Apple Store

Titoli caldi: in evidenza

VT5 Strappi % ultimo giorno (su 5 gg)
YOOX NET-A-PORTER GROUP, NETWEEK, ...
In cima all'elenco i titoli con aumento percentuale dell'ultimo giorno RISPETTO all'aumento realizzato nell'ultima settimana (5 giorni).

Scopri i Pattern Light di oggi

Pattern di prezzo AZIMUT, ENI, ...
Formazioni grafiche ricorrenti sui titoli: spesso preannunciano rialzi o ribassi.


Seguici su Facebook
BORSA ITALIANA: Quotazioni di borsa differite di 20 min.
MERCATO USA: Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)
FOREX: Quotazioni fornite da FXCM
Copyright © 1996-2018 Traderlink Srl - contact@traderlink.it - Privacy   -   Cookie
commenti suggerimenti commenti e segnalazioni - DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x