Cloud
Traderlink
Cerca
 

Borsa italiana in verde. Tenaris, UniCredit e Azimut in evidenza. FTSE MIB +0,36%

16/04/2019 09:47

Borsa italiana in verde. Tenaris, UniCredit e Azimut in evidenza. FTSE MIB +0,36%.

*Il FTSE MIB segna +0,36%, il FTSE Italia All-Share +0,36%, il FTSE Italia Mid Cap +0,33%, il FTSE Italia STAR +0,36%.

BTP poco mossi. *Il decennale rende il 2,57% (+1 bp rispetto alla chiusura precedente), lo spread sul Bund segna 250 bp (+1 bp) (dati MTS).

*Mercati azionari europei positivi: *Euro Stoxx 50 +0,3%, FTSE 100 +0,4%, DAX +0,5%, CAC 40 +0,2%, IBEX 35 +0,3%.

Future sugli indici azionari americani in verde: S&P 500 +0,2%, NASDAQ 100 +0,3%, Dow Jones Industrial +0,3%.

Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 -0,06%, NASDAQ Composite -0,10%, Dow Jones Industrial -0,10%.

Mercato azionario giapponese positivo, l'indice Nikkei 225 ha terminato a +0,24%. Borse cinesi in netto progresso: l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha chiuso a +2,77%, l'indice Hang Seng di Hong Kong al momento segna +0,9% circa.

Tenaris +2,6% guadagna terreno dopo che la Corte d'Appello in Argentina ha annullato la sentenza di primo grado su una presunta corruzione di alcuni funzionari del governo che ha coinvolto il CEO e presidente della società Paolo Rocca.

Per i giudici non esistono elementi sufficienti a collegarlo al procedimento e saranno necessarie nuove indagini. A inizio dicembre gli inquirenti avevano chiesto l'arresto preventivo (preventive detention) per tutte le persone coinvolte nell'indagine "Notebook Case", tra cui Paolo Rocca. Si tratta dell'indagine su presunti pagamenti effettuati da Techint Group (holding che controlla Tenaris) nel 2008 a ufficiali del governo argentino per la quale lo scorso 27 novembre Rocca era stato formalmente accusato (decisione preliminare del giudice di prima istanza).

In verde UniCredit +1,1% grazie all'annuncio degli accordi transattivi con le autorità statunitensi e dello Stato di New York in merito contenzioso relativo alle transazioni effettuate con l'Iran (in violazione delle sanzioni USA) nel periodo 2002-2012: il gruppo pagherà complessivamente 1,3 miliardi di dollari (rumor di inizio aprile indicavano una somma di circa 900 milioni) oltre ad implementare alcune policies e procedure correttive.

La somma è, come già comunicato, interamente coperta dagli accantonamenti stanziati: di conseguenza l'accordo transattivo "porterà ad una liberazione delle risorse accantonate nel primo trimestre del 2019 a livello di Gruppo, con un impatto positivo sul conto economico, al netto delle tasse, pari a circa €300 milioni e avrà un'ulteriore impatto positivo sul ratio CET1 di Gruppo pari a circa +8,5 bps".
La scorsa settimana era stata Standard Chartered a patteggiare con le autorità di Washington e Londra, chiudendo i contenziosi relativi alla violazione delle sanzioni contro l'Iran con il pagamento di 1,1 miliardi di dollari.


Molto bene Azimut Holding, +2,2% a 16,85 euro, che sale sui massimi da maggio 2018.

Ieri Kepler Cheuvreux, nel confermare la raccomandazione buy e il target a 18 euro, ha stimato in 90 milioni di euro l'utile netto del primo trimestre. Si tratta di un forte progresso rispetto ai 26 milioni dello stesso periodo dell'anno scorso: merito del nuovo pricing e delle forti commissioni di performance.
I dati trimestrali verranno comunicati il 9 maggio.

*Piaggio&C, +2,5% *a 2,5480 euro, accelera dopo il breakout rialzista di ieri in scia al report di Mediobanca: giudizio outperform confermato e target incrementato da 2,50 a 2,60 euro. Gli analisti di Piazzetta Cuccia ipotizzano un ottimo andamento dei conti nella prima parte dell'anno: il primo semestre dovrebbe essere il migliore degli ultimi 10 anni.

Venerdì scorso durante l'assemblea di approvazione del bilancio 2018 il presidente e a.d. (nonché azionista di maggioranza con il 53,6%, dati Consob), Roberto Colaninno, ha dichiarato che il primo trimestre è andato molto bene per le vendite e che le premesse per il secondo sono positive. Colaninno vede mercati in ottima condizione soprattutto in Europa, Sudest asiatico e India.
A tal proposito ricordiamo i recenti dati dati sulle immatricolazioni di veicoli commerciali in India a marzo e quelli sulle immatricolazioni di moto e scooter in Italia il mese scorso: +27,1% a/a (il consuntivo dei primi tre mesi dell'anno segna +17,2%). Per il manager il futuro del gruppo di Pontedera è nel mix elettrico/termico (a giugno verrà lanciata la Vespa ibrida), mentre le 4 ruote non fanno parte della strategia.

Saras +1,8% in rialzo.

In base ai dati pubblicati sul sito del gruppo si evidenzia un leggero recupero dei margini di raffinazione alla fine della scorsa settimana dopo una striscia di quattro ribassi consecutivi.

*Debutto in borsa negativo per Nexi: -6% circa a 8,47 euro, contro i 9,00 euro del prezzo di collocamento.

Gli appuntamenti macroeconomici in agenda oggi: alle 10:30* tasso di disoccupazione,* indice retribuzioni medie e variazione n° richieste sussidi disoccupazione Regno Unito, alle 11:00 indice ZEW (fiducia investitori istituzionali) Germania.
Negli USA alle 15:15 produzione industriale, alle 16:00 indice NAHB (mercato immobiliare residenziale),* alle 22:30 scorte settimanali petrolio (API).

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)

Fonte: News Trend Online
 


TAG:

Borsa Borsa italiana Ftse Ftse mib Indici Industria e lavoro Mercati Usa

GRAFICI:

Aa plc Azimut Bp Cac 40 Crude oil Dax Dow jones Euro bund fut Ft-se 100 Ftse mib Hong kong Italia Japan nikkei 225 Mediobanca Nasdaq Nasdaq100 Saras Tenaris Unicredit


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Copyright © 1996-2019 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x