Cerca
 

Gas Plus: l'esito negativo dei 2 pozzi in Romania pesa sui conti

03/08/2018 11:28

Il Consiglio di Amministrazione di Gas Plus, società con azioni quotate sul Mercato Telematico Azionario gestito da Borsa Italiana, ha approvato in data 2 agosto 2018 la relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2018.

Il Gruppo Gas Plus chiude il primo semestre dell'anno con un Ebitda *in sensibile crescita (+29%) ed un aumento della *produzione di idrocarburi *(+18%), mentre sconta un risultato economico netto di segno negativo a causa dello *sfavorevole esito della perforazione di due pozzi esplorativi in Romania, che ha comportato nel semestre maggiori ammortamenti, non ricorrenti, per circa 3,5 milioni di euro.

Il primo semestre dell'esercizio 2018 conferma comunque le buone perfomance di tutte le aree di business in termini di marginalità. Le attività upstream, grazie al miglioramento degli scenari energetici e al contributo del nuovo giacimento di Mezzocolle, la cui produzione sta andando progressivamente a regime, hanno migliorato la propria marginalità, con la prospettiva di fornire un contributo sempre più rilevante ai risultati economici del Gruppo, una volta messi in produzione gli ulteriori progetti di sviluppo e riavviata la produzione della concessione di Garaguso.

Nell'ambito dell' E&P il Gruppo attende con la massima attenzione la conclusione della fase finale dell'istruttoria relativa al progetto "Longanesi" e gli effetti dell'ulteriore lodo arbitrale del 25 giugno scorso relativo al ruolo di operatore della concessione di Garaguso.

Le Business Unit "downstream" operative nella distribuzione e trasporto regionale e nella vendita ai clienti finali hanno confermato il loro positivo andamento economico, mantenendo i relativi risultati sui livelli dei recenti periodi. Gas Plus può quindi contare su un portafoglio di assets di notevole valore in tutti i settori di attività, su prospettive di miglioramento dei risultati economici con la progressiva messa in produzione degli ulteriori progetti E&P e su un ridotto livello di indebitamento per la continua generazione di cassa da tutte le aree di business.

Sotto il profilo finanziario il Gruppo presenta infatti un *indebitamento netto *in ulteriore forte calo rispetto sia al dato di fine 2017 che a quello di metà 2017, molto sfidante anche in termini di ratio rispetto agli attuali risultati economici: l'indebitamento netto è passato dai € 52,5 M del 31 dicembre 2017, e dai € 43,1 M del 30 giugno 2017, agli attuali € 34,1 M.


L'Amministratore Delegato *Davide Usberti *ha dichiarato: "L'esito negativo dei due pozzi esplorativi in Romania rappresenta l'unico aspetto che attenua la nostra soddisfazione per un semestre per ogni altro aspetto positivo. Proprio il settore E&P nel semestre ha non solo raddoppiato la propria marginalità, ma anche accresciuto la propria produzione.
Dopo il gas-in di Mezzocolle sono inoltre prossimi alla conclusione gli iter autorizzativi di altri importanti progetti ed il Gruppo si tiene pronto ad avviarne la realizzazione potendo contare su un ulteriore miglioramento della propria posizione finanziaria. Siamo consapevoli della contingente penalizzazione a livello di risultato netto, conseguente al negativo esito dei pozzi esplorativi rumeni, - dove peraltro permane alto l'interesse del Gruppo al relativo programma di sviluppo - ma in questo momento riteniamo che gli obiettivi prioritari per un durevole apprezzamento di valore del Gruppo siano rappresentati dagli investimenti e dalla crescita delle produzioni, dei margini e della generazione di cassa."

*ANDAMENTO DELLE PRINCIPALI ATTIVITÀ NEL 1° SEMESTRE 2018
*I risultati della principale Business Unit del Gruppo (B.U.

Exploration and Production), confermano il consistente recupero di marginalità rispetto al 2017, grazie al miglioramento degli scenari energetici e alla crescita delle produzioni, in particolare a seguito dell'apporto sin dall'inizio dell'anno della concessione di Mezzocolle, nonostante l'andamento delle produzioni risenta ancora del mancato contributo della concessione di Garaguso.
In particolare circa le attività italiane, la progressiva messa a regime della produzione della concessione di Mezzocolle ha fatto registrare nella seconda metà del semestre una crescita dei volumi estratti di oltre il 10%.


Circa le attività E&P estere relativamente alla Romania, nonostante il già commentato esito negativo dei due recenti pozzi esplorativi, in virtù della consistenza dei precedenti ritrovamenti di gas il piano di sviluppo dell'area "Midia" è ormai alle fasi finali e l'ultimo aspetto che è al momento oggetto di valutazione è rappresentato dalle modificazioni recentemente introdotte nella normativa, in primo luogo fiscale, sull'attività E&P in tale Paese.

La B.U. Network & Transportation, grazie a un'efficiente gestione, ha fornito il consueto positivo andamento economico, pur registrando una lieve flessione a livello di Ebitda per la riduzione del vincolo ricavi. La B.U. Retail ha invece confermato i positivi risultati economici del 2017 grazie alle buone marginalità unitarie e ad un più favorevole andamento climatico.

*DATI ECONOMICO-FINANZIARI CONSOLIDATI DEL 1H 2018
*I *Ricavi *del 1H18 si sono attestati a € 48,0 M rispetto a € 43,7 M del 1H17 e sono risultati in sensibile crescita (+10,0%) per effetto dell'aumento delle produzioni di idrocarburi e del miglioramento degli scenari energetici.

Una crescita più contenuta (+4,3%) hanno invece registrato i costi operativi che sono passati dai € 33,6 M del 1H17 ai € 35,0 M del 1H18.

Ciò ha consentito un *EBITDA *in sensibile crescita (+29%) che ha raggiunto i € 13,0 M rispetto ai € 10,1 M del 1H17. Il risultato è frutto del buon andamento economico di tutte le aree di business.
La B.U. E&P ha raddoppiato infatti il proprio contributo ai risultati consolidati del Gruppo con un EBITDA di € 6,6 M contro € 3,1 M del 1H17, mentre le B.U. downstream hanno confermato i buoni livelli del precedente esercizio. La B.U. Retail ha infatti conseguito un EBITDA di € 3,7 M pari al dato del 1H17, mentre la B.U.

Network and Transportation un EBITDA di € 3,7 M contro € 3,9 M del 1H17.

L'esito negativo delle attività esplorative in Romania ha comportato l'integrale ammortamento nel semestre dei costi sostenuti per la perforazione e la chiusura dei relativi pozzi (circa € 3,5 M), facendo pertanto registrare una contingente forte riduzione dell'*EBIT *che è risultato pari a € 0,4 M rispetto ai € 3,7 M dell'analogo periodo del 2017.

Analogo andamento ha registrato anche il *Risultato operativo *(€ 0,7 M rispetto ad € 3,8 M del 1H17).

Per i motivi sopra esposti ha assunto pertanto un valore negativo il *Risultato prima delle imposte (EBT) *(€ -2,6 M rispetto a € 1,0 M del 1H17), penalizzato appunto dalla crescita degli ammortamenti in ambito E&P.

Il primo semestre dell'esercizio 2018 si è chiuso quindi con *Perdita *di € 2,1 M rispetto ad un Utile di € 0,6 M del 1H17.

L'Indebitamento finanziario netto, grazie ai flussi di cassa generati nel periodo e allo slittamento temporale di alcuni investimenti, si è di nuovo fortemente ridotto ed è passato da € 52,5 M del 31 dicembre 2017 a € 34,1 M del 30 giugno 2018.

OUTLOOK 2018
*I costi relativi alla perforazione di entrambi i pozzi esplorativi in Romania portano a confermare la *previsione, per il 2018, di un risultato netto di segno negativo
, pur in presenza di una crescita dell'Ebitda e delle produzioni di idrocarburi rispetto al dato del precedente anno.


Il Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Dottor Germano Rossi, dichiara, ai sensi dell'Articolo 154-bis, comma 2, del Testo Unico della Finanza, che l'informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.

(GD - www.ftaonline.com)

Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online
 


TAG:

Azioni Borsa italiana Economia Finanza Gas Mercati

GRAFICI:

Gas plus Unit corporation


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Sintesi serale 22/05/2019
Eugenio Sartorelli: I mercati temono nuove tensioni in arrivo

Video-analisi


Scelti per te

Trading Online -Market Index Charts'Widget - dBar

Copyright © 1996-2019 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x