Traderlink
Cerca
 

Piazza Affari in verde, netta flessione per rendimenti e spread. FTSE MIB +0,73%

26/03/2020 17:53

Piazza Affari in verde, netta flessione per rendimenti e spread. FTSE MIB +0,73%.

*Mercati azionari europei positivi. Wall Street in deciso rialzo: *a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +4,6%, NASDAQ Composite +3,7%, Dow Jones Industrial +4,9%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +0,73%, il FTSE Italia All-Share a +0,94%, il FTSE Italia Mid Cap a +3,05%, il FTSE Italia STAR a +1,35%.

BTP e spread in forte miglioramento. Il rendimento del decennale segna 1,25% (chiusura precedente a 1,58%), lo spread sul Bund 161 bp (da 190) (dati MTS).

Tra i dati macroeconomici pubblicati in giornata segnaliamo negli USA: PIL trim4 2019 (dato finale) +2,1% t/t da +2,1% (atteso +2,1%); richieste settimanali sussidi disoccupazione 3,283 milioni unità da 282 mila prec.

R (atteso 1,65 milioni).
In Germania: indice fiducia consumatori aprile a 2,7 punti, precedente 8,3 punti, rivisto da 9,8 punti, molto al di sotto delle attese, pari a 7,1 punti, indice al livello più basso da maggio 2009. Nel Regno Unito: vendite al dettaglio febbraio -0,3% m/m, inferiore alle attese degli analisti fissate su un incremento dello 0,2%, dal +1,1% della rilevazione precedente, su base annuale le vendite hanno registrato una crescita nulla dal +0,9% della rilevazione precedente (consensus +0,8%).

Forte rialzo per Buzzi Unicem, +7,25% a 17,3750 euro.

Banca Akros ha ridotto il target sul titolo da 26 a 21 euro con raccomandazione accumulate confermata dopo la pubblicazione (ieri a mercato chiuso)dei risultati 2019. I ricavi aumentano del 12,1%, da 2.873,5 a 3.221,4 milioni di euro; il margine operativo lordo si è attestato a 728,1 milioni, +26,1% rispetto a 577,2 milioni dell'anno precedente; il risultato attribuibile agli azionisti della società è passato da 382,1 nel 2018 a 385,7 milioni; l'indebitamento finanziario netto del gruppo al 31 dicembre 2019 si è attestato a 567,8 milioni, in riduzione di 322,7 milioni rispetto a 890,5 milioni di fine 2018; proposto un dividendo di 15,0 centesimi (12,50 nel 2018) per ogni azione ordinaria e di 17,4 centesimi per ogni azione di risparmio (14,90).

Per quanto riguarda le prospettive, il management evidenzia che "Dal nuovo scenario (emergenza coronavirus, ndr) che si sta delineando ci attendiamo impatti che potrebbero essere assai negativi sul nostro settore d'attività". Buzzi Unicem può però approfittare più di altri dell'intervento monstre da 2mila miliardi di dollari approvato ieri all'unanimità dal Senato americano (probabilmente venerdì il passaggio alla Camera): il gruppo di Casale Monferrato ha infatti negli USA il principale mercato.

Negativa Telecom Italia -4,96%, già in rosso ieri con la notizia della riduzione della partecipazione di Elliott al 6,976% dal 9,722%.

Oggi il titolo è stato penalizzato dalle indiscrezioni di Repubblica sul lancio nel giro di qualche settimana del servizio tlc da parte di Sky.

*Molto bene il risparmio gestito *con FinecoBank +9,16%, Banca Mediolanum +5,50%, Azimut +7,00%, Banca Generali +4,02%, Anima Holding +12,24%. Sale anche Poste Italiane +4,68% a 8,0980 euro.
Kepler Cheuvreux migliora la raccomandazione sul titolo da hold a buy e riduce il target da 11 a 10 euro in scia alla revisione al ribasso del 10% circa per quanto riguarda le stime di EBIT e utile netto per gli esercizi 2020 e 2021.

STM -1,21% perde terreno a causa delle indiscrezioni di Nikkei Asian Review secondo cui Apple (+3,4% al NASDAQ) sta prendendo in considerazione l'ipotesi di rinviare di qualche mese il lancio dell'iPhone 12 (previsto per settembre) a causa dell'emergenza coronavirus.

La pandemia rischia infatti di avere conseguenze sia sulla domanda che sui piani di produzione. Il rinvio avrebbe effetti negativi sui conti di STM dato che il gruppo di Cupertino è il suo cliente più importante. A fine febbraio è emerso dalla pubblicazione del bilancio 2019 di STM (il Form 20F della SEC, la Consob americana) che il peso di Apple sui ricavi di STM è salito dal 13,1% del 2018 al 17,6%.


Leonardo +6,06% guadagna ulteriore terreno dopo il +11,28% messo a segno ieri.

L'a.d. Alessandro Profumo ha dichiarato al Corriere della Sera che aerospazio, difesa e sicurezza sono il "cuore tecnologico" del Paese e quindi non possono fermarsi. Martedì il gruppo ha comunicato che nei propri siti in Italia si registrano oltre il 70% delle presenze dei propri dipendenti in linea con le attività programmate e secondo le condivise esigenze di sicurezza e salute dei luoghi di lavoro, nonostante le iniziative di sciopero.

*Seduta negativa per le utility *nonostante il calo di rendimenti e spread.

In rosso Italgas -1,34%, Snam -0,66%, A2A -0,50%, Enel -0,33%. In controtendenza Hera +0,92% che ieri ha comunicato risultati 2019 in crescita: ricavi a 7.443,6 milioni di euro (+12,3%), utile netto a 402,0 milioni di euro (+35,5%).

Exor +3,53% a 48,12 euro. Kepler Cheuvreux conferma la raccomandazione buy ma riduce il target da 79 a 68 euro dopo l'approvazione dei risultati dell'esercizio 2019: utile netto attribuibile alla capogruppo in crescita a 3,053 miliardi di euro da 1,347 miliardi del 2018.

Al 31/12/2019 il NAV si attesta a 26,155 miliardi di dollari (+6,415 miliardi rispetto a fine 2018) pari a 110,77 dollari per azione (+34,5% a/a). Il cda ha proposto un dividendo di 0,43 euro per azione, in linea con lo scorso esercizio.

Eni -0,14% quasi annulla le perdite viste soprattutto in mattinata dopo il rally delle due sedute precedenti.
Ieri a mercato chiuso il gruppo ha comunicato la revisione delle attività programmate per il 2020 e 2021 causato dalla forte riduzione dei prezzi delle commodity e dai vincoli oggi prevedibili derivati dalla pandemia di COVID-19. Nel 2020 Eni ridurrà i capex di circa 2 miliardi di euro, pari al 25% del totale previsto a budget e gli opex di circa 400 milioni di euro.

Per il 2021, si prevede una riduzione dei capex di circa 2,5- 3 miliardi di euro, pari al 30-35% di quanto previsto per lo stesso anno a piano. Per effetto di questa manovra e dello scenario particolarmente depresso, la produzione nel 2020 è prevista tra 1,8 e 1,84 milioni di barili di olio equivalente al giorno, e rimarrà invariata l'anno successivo (piano 2020-2023: circa 1,9 nel 2020, circa 2,2 nel 2023).
La scorsa settimana Eni aveva aggiornato lo scenario commodities per gli anni 2020 e 2021, rivedendo al ribasso le previsioni sul prezzo Brent rispettivamente a 40-45 dollari per il 2020 e 50-55 dollari per il 2021. Il piano 2020-2023 presentato a fine febbraio era basato su un prezzo del Brent a 60 dollari nel 2020 e 68 dollari nel 2021.

Giglio Group +34,56% balza in avanti dopo l'annuncio della momentanea conversione di alcune piattaforme e linee logistiche destinate al Fashion ai fini di reperire mascherine.

Grazie alla sua avanzata struttura in Cina, in meno di dieci giorni, Giglio Group ha reperito 6.340.000 mascherine per un controvalore atteso superiore a 4.500.000 euro. Grazie ai proficui rapporti con le autorità cinesi il gruppo ha potuto aprire un canale ufficiale con il governo di Pechino e quindi avviare una collaborazione con una delle più grandi fabbriche cinesi di presidi sanitari, di proprietà statale.
Notizie positive anche dal business nel settore Food: le vendite online della controllata Terashop stanno attualmente registrando incrementi che superano il 1000% in particolare su alcuni prodotti che risultano quasi introvabili sugli scaffali dei supermercati, ad esempio lievito e farinacei. Molto bene anche le vendite di elettronica e bricolage i cui ordini online stanno crescendo di oltre 500% al giorno.

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)

Fonte: News Trend Online
 

© TraderLink News - Direttore Responsabile Marco Valeriani - Riproduzione vietata



TAG:

Stock Bank Borsa Petrolio Dollaro Finanza Ftse Ftse mib Industria e lavoro Mercati Recommendations Spread

GRAFICI:

A2a Aa plc Anima holding Apple Azimut Banca generali Banca mediolanum Bp Buzzi unicem Dow jones Enel Eni Euro bund fut Exor Finecobank Ftse mib Giglio group Hera Italgas Italia Japan nikkei 225 Leonardo Nasdaq Poste italiane Snam Stmicroelectronics Telecom italia


DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!


Apple Store
Apple Store

Copyright © 1996-2020 Traderlink Srl
contact@traderlink.it

Seguici su Facebook

BORSA ITALIANA
Quotazioni di borsa differite di 20 min.

MERCATO USA
Dati differiti di 20 min. (fonte Morningstar)

FOREX:
Quotazioni fornite da FXCM

DISCLAIMER Leggi bene le nostre avvertenze!

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. OK

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo sito non costituiscono consigli né offerte di servizi di investimento. Leggi il Disclaimer.

Ho capito x